Luglio 28, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Come sapremo quando la crisi COVID-19 sarà finita: NPR

Le persone si rilassano al Georgetown Waterfront Park lunedì a Washington, D.C. Mentre le restrizioni sull’epidemia vengono revocate in gran parte del paese, la variante delta di COVID-19 sta introducendo migliaia di persone negli Stati Uniti che non hanno ancora ricevuto un vaccino.

Tasos Katopodes/Getty Images


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Tasos Katopodes/Getty Images

Le persone si rilassano al Georgetown Waterfront Park lunedì a Washington, D.C. Mentre le restrizioni sull’epidemia vengono revocate in gran parte del paese, la variante delta di COVID-19 sta introducendo migliaia di persone negli Stati Uniti che non hanno ancora ricevuto un vaccino.

Tasos Katopodes/Getty Images

In molti modi, la vita americana sta tornando alla normalità: maschere Non più richiesto su molti siti, scuole Le università stanno per riaprire e i giorni del distanziamento sociale iniziano a svanire Ad esempio feste E gli eventi sportivi riportano i telespettatori.

Negli Stati Uniti, stiamo facendo la media ora 154 morti al giorno di COVID-19 – una piccola frazione rispetto al picco dell’epidemia – Ci sono ancora alcune misure di sicurezza e restrizioni in atto. La vita americana della tarda pandemia non è tornata allo status quo, ma sembra molto it Più vicino alla normalità rispetto a sei mesi fa.

Ma mentre possiamo desiderare che le autorità offrano ogni chiarezza e dicano che la pandemia è nel passato, la crisi non è finita, negli Stati Uniti o all’estero.

domanda per quando La crisi che finirà effettivamente è multistrato, con risposte diverse da una prospettiva locale, nazionale e globale.

Non ci sono parametri impostati quando è finita

stato unito annunciare COVID-19 è un’emergenza nazionale il 13 marzo 2020.

Dopo diversi mesi in cui gli Stati Uniti hanno guidato il mondo nei casi di coronavirus, il virus è ora molto meglio sotto controllo, data la diffusa disponibilità di vaccini COVID-19.

Lo stato federale di emergenza è ancora in vigore – ed è stato rinnovato più volte, recentemente ad aprile. Può essere prorogato dal Segretario della Salute e dei Servizi Umani per fintanto che Lo stato di emergenza è in vigore.

Gli operatori sanitari, i primi soccorritori e i lavoratori essenziali per il loro servizio durante la pandemia di COVID-19 sono onorati mercoledì alla parata del bar “Hometown Heroes” a Manhattan.

Newsday LLC / Newsday tramite Getty Images


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Newsday LLC / Newsday tramite Getty Images

Gli operatori sanitari, i primi soccorritori e i lavoratori essenziali per il loro servizio durante la pandemia di COVID-19 sono onorati mercoledì alla parata del bar “Hometown Heroes” a Manhattan.

Newsday LLC / Newsday tramite Getty Images

Non è chiaro se i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie rilasceranno qualsiasi tipo di piena chiarezza. Il CDC non ha risposto a NPR su questo problema.

READ  L'atmosfera terrestre intrappola una quantità di calore "senza precedenti": rapporto della NASA, National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA)

Ali MokdadD., un epidemiologo dell’Università di Washington, spera che il CDC dia agli americani il segnale per iniziare a lavorare. In precedenza, ha ricoperto una varietà di posizioni nei suoi quasi 20 anni al CDC.

Quando arriva il momento, Mokdad dice a NPR: “È molto importante per i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie … dire ‘Siamo fuori pericolo ora.'” Dobbiamo andare avanti con le nostre vite”.

Dice che non ci sono parametri fissi per quando finirà una pandemia, perché la situazione è dinamica e cambia molto rapidamente. Anche il virus stesso si sta evolvendo.

“Quando guardi la composizione e la sequenza genetica del virus… e come cambia, c’è ancora molto spazio per mutare. Non è alla fine del ciclo di mutazione che può farlo. Il virus può ancora contenere un tante sorprese».

I Foo Fighters hanno riaperto il Madison Square Garden il mese scorso a New York City. Il concerto, in cui tutti i partecipanti sono stati vaccinati, è stato il primo a New York Square a tenersi a pieno regime da marzo 2020.

Kevin Mazur/Getty Images per FF


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Kevin Mazur/Getty Images per FF

I Foo Fighters hanno riaperto il Madison Square Garden il mese scorso a New York City. Il concerto, in cui tutti i partecipanti sono stati vaccinati, è stato il primo a New York Square a tenersi a pieno regime da marzo 2020.

Kevin Mazur/Getty Images per FF

Come finisce ufficialmente l’epidemia?

Organizzazione mondiale della Sanità annunciare Pandemia di COVID-19 l’11 marzo dello scorso anno – stesso giorno Quella vita sta cominciando a cambiare radicalmente nella maggior parte degli Stati Uniti

Quindi, quando il virus sarà finalmente sotto controllo, l’OMS dichiarerà finita l’epidemia?

Fondamentalmente, sì.

Quando il COVID-19 smetterà di diffondersi nel mondo, non sarà più una pandemia. “In generale, se la diffusione della malattia nel mondo è controllata in un’area locale, allora possiamo dire che non è più una pandemia, ma piuttosto una pandemia”, dice l’OMS a NPR.

Ma ha sottolineato che la descrizione del fascismo come a pandemia Non ha alcun significato ufficiale secondo il diritto internazionale.

cosa o cosa? Fare Il suo significato ufficiale è “un’emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale” – uno stato Addebitato al COVID-19 alla fine di gennaio 2020. Questo è il più alto livello di allerta sanitaria ai sensi del diritto internazionale.

L’Organizzazione mondiale della sanità convoca ogni tre mesi un comitato internazionale per determinare se l’epidemia debba essere considerata un’emergenza sanitaria globale. Quando è finita, l’Organizzazione Mondiale della Sanità dice che è finita. Questo che cosa hai fatto La scorsa estate in relazione all’epidemia di Ebola in Africa.

Ma probabilmente ci vorrà del tempo prima che ciò accada.

In qualità di Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus frequentemente stati: Nessuno di noi sarà al sicuro finché tutti non saranno al sicuro.

READ  Il piccolo "unicorno" appena scoperto è il buco nero conosciuto più vicino alla Terra

Gli Stati Uniti non sono ancora fuori pericolo

La variante delta si è diffusa negli Stati Uniti con la stessa rapidità con cui gli epidemiologi temevano. Ora rappresenta più della metà dei casi negli Stati Uniti e molto di più in alcuni paesi.

Lynn GoldmanGli Stati Uniti hanno certe cose a favore, e altre contro, dice l’epidemiologo e preside della George Washington University School of Public Health.

La buona notizia è che abbiamo dimostrato la capacità di ridurre i tassi di trasmissione e mortalità. E, naturalmente, gli americani hanno un ampio accesso ai vaccini COVID-19.

La cattiva notizia è che c’è resistenza ai due principali metodi di prevenzione della trasmissione: la vaccinazione e l’uso di una maschera.

“Sfortunatamente, questi due tratti tendono a corrispondere all’interno delle stesse persone e all’interno delle stesse sottopopolazioni”, afferma Goldman. In altre parole, molte persone che non vogliono un vaccino non vogliono nemmeno indossare una maschera.

Gli alunni hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione dell’USC al Los Angeles Memorial Coliseum a maggio.

Al Seib / Los Angeles Times tramite Getty Images


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Al Seib / Los Angeles Times tramite Getty Images

Gli alunni hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione dell’USC al Los Angeles Memorial Coliseum a maggio.

Al Seib / Los Angeles Times tramite Getty Images

Di conseguenza, afferma Goldman, è probabile che assisteremo a una trasmissione continua del virus negli Stati Uniti, concentrata in aree con tassi di vaccinazione inferiori.

I vaccini attuali sono altamente efficaci contro COVID-19, inclusa la variante delta. Ciò significa risultati significativamente diversi per coloro che sono stati vaccinati e coloro che non lo hanno fatto. Il mese scorso, ad esempio, 92 persone sono morte di COVID-19 nel Maryland. Erano tutti non immune.

I numeri locali possono dirti più dei numeri governativi o nazionali

Gli indicatori più accurati di progresso o problemi sono molto locali.

Mikdad afferma che le misure nazionali e persino statali sui tassi di infezione o vaccinazione possono essere fuorvianti. Il tasso di vaccinazione complessivo dello stato potrebbe mascherare numeri molto più bassi in alcune tasche che rimangono altamente vulnerabili alle epidemie.

I bassi tassi di vaccinazione rendono più facile l’affermazione di varianti a rapida diffusione.

Sebbene ci siano molti modi per tenere traccia dei progressi (o meno) nel controllo del virus, Mikdad afferma che una metrica particolarmente utile è l’ospedalizzazione.

“Non c’è modo di commettere un errore o non segnalare il ricovero per COVID-19, perché tutti coloro che vanno in ospedale in questo momento vengono testati per COVID-19”, afferma Mikdad.

Ciò è in contrasto con i casi, che possono essere contati per la mancanza di test, e il numero di morti, che Potrebbe aumentare settimane dietro altri indicatori quando si verifica un focolaio.

È probabile che il virus Corona si risvegli quest’inverno

Sebbene i casi negli Stati Uniti siano molto migliorati rispetto al loro picco, le persone non vaccinate continueranno a morire di COVID-19 fino a quando non saremo in grado di controllare con successo la trasmissione

Gli esperti dicono che la prossima grande sfida arriverà questa inverno. Si prevede un’altra ondata poiché le persone si spostano all’interno durante i mesi più freddi. È probabile che alcuni focolai si verifichino quando gli studenti tornano a scuola: i bambini sotto i 12 anni non hanno ancora diritto alle vaccinazioni.

Quanto sia pericoloso il virus dipenderà dai livelli di vaccinazione della popolazione e da quanto mortale sia la diffusione variabile quando arriverà l’inverno. Anche la rapidità con cui il governo statale o locale è pronto a tornare a misure restrittive, come indossare mascherine al chiuso, avrà un ruolo.

“A breve termine, sarà stagionale, come quello che vediamo con l’influenza, semplicemente perché non abbiamo abbastanza vaccini per vaccinare tutti nel mondo”, afferma Mikdad.

Dice che se facciamo le cose giuste come aumentare la produzione di vaccini, probabilmente alla fine non dovremo più preoccuparci del COVID-19.

Come potrebbe essere la fine della crisi negli Stati Uniti

Goldman vede due possibili scenari per gli Stati Uniti nel prossimo futuro.

La prima è che il virus si evolve per eludere più facilmente i vaccini che gli sono stati somministrati.

Se ciò accade, dice, “dovremo passare attraverso un altro intero giro per rivaccinare tutti”. I produttori di farmaci stanno già lavorando su dosi di richiamo, se necessario.

D’altra parte, potrebbe non accadere e i vaccini attuali saranno comunque molto efficaci.

In questo caso, Goldman ritiene che entro i prossimi mesi “vedremo vicino l’eradicazione dell’epidemia, sicuramente negli Stati Uniti, in Europa e in altri paesi ricchi, in Giappone e Taiwan”, mentre gli sforzi per immunizzare le persone continueranno nel resto del mondo.

È molto probabile, dice Goldman, che anche quando possiamo dire che la pandemia è finita, la trasmissione continuerà in parti del paese con bassi tassi di vaccinazione.

Ma una cosa è chiara. Qualunque cosa accada, gli effetti della pandemia – compreso COVID lungoE i problemi di salute mentale e le ricadute economiche non finiranno quando finirà lo stato di emergenza ufficiale.