Settembre 25, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Come fermare lo scorrimento infinito sul tuo telefono

Come fermare lo scorrimento infinito sul tuo telefono

Se hai un iPhone, il rapporto settimanale sul tempo di utilizzo di Apple può essere intrigante. Ho davvero alzato il telefono 36 volte e passato 7 ore sui social media? Potresti essere tentato di incolpare il telefono come causa della tua distrazione, soprattutto se le notifiche sono abilitate. Tuttavia, il motivo principale è il tuo rapporto con la tecnologia, un rapporto che può essere cambiato, afferma Dandapani, sacerdote indù, ex monaco e autore di Potenza di messa a fuoco fissa.

“Il problema è che le persone non hanno definito lo scopo dello smartphone nelle loro vite”, dice. “Sono molto chiaro sul mio scopo nella vita e il mio scopo ha stabilito le mie priorità. Dal momento che ho chiaro il mio scopo e le mie priorità, posso guardare il mio smartphone e dire: ‘Come può questo smartphone aiutarmi a vivere uno scopo? vita concentrata?”

Dandapani guarda il suo telefono nello stesso modo in cui guarda i suoi attrezzi da giardino. “Ho un bel po’ di pale nel capannone e la uso solo quando devo scavare una buca per piantare un albero”, dice. “Il resto del tempo, la pala resta nel capannone.”

Lo stesso vale per il suo telefono. “Non rispondo al telefono a meno che non mi aiuti a comunicare le mie priorità”, spiega. Quindi puoi vedere come la tecnologia si allinea a te. Puoi prendere decisioni sulle app di cui hai bisogno. Di quali notifiche hai bisogno. Quando e come interagire con il tuo telefono diventa chiaro e ovvio. Una volta definiti lo scopo e la relazione, diventa più facile per gestire la tecnologia. Se avessi quell’obiettivo e una relazione specifici, ogni volta che intervenivi, risponderei. “

READ  Diablo Immortal ora ha il punteggio utente più basso nella storia di Metacritic

Definisci il tuo scopo

Stabilire il tuo obiettivo e sapere cosa vuoi nella vita richiede pensiero, un processo che può essere molto impegnativo quando sei costantemente distratto.

“La maggior parte delle persone non trascorre il tempo nell’autoriflessione”, dice Dandapani. “Passeranno due ore con un amico, ma non due ore con se stessi. Quando le persone trascorrono del tempo da sole, stanno leggendo un libro o ascoltando musica. Che ne dici di ascoltare i tuoi pensieri e quello che vuoi? . . . Se non passi tempo con te stesso, non lo saprai.

L’autoriflessione richiede concentrazione, rivolgendo lo sguardo all’interno abbastanza a lungo per imparare ciò che vuoi veramente. Il problema, dice Dandapani, è che molti di noi cercano una soluzione rapida.

“Non esiste una soluzione rapida”, dice. “Viviamo in questo mondo che ci allena a passare da una cosa all’altra. Sono i video di TikTok di 60 secondi che passano al successivo. Se lo fai per 3 o 4 ore, stai allenando il tuo cervello per essere su uno cosa per 60 secondi.” Solo. Anche se ti siedi a pensare a te stesso, puoi riflettere su te stesso solo per 60 secondi perché questo è lo schema che hai creato nella tua mente”.

Concentrati sulla costruzione

Per migliorare la tua concentrazione, devi esercitarti nella concentrazione. Invece di meditare, Dandapani consiglia di iniziare con eventi ripetitivi e non negoziabili in una giornata tipo. Ad esempio, potresti parlare con il tuo coniuge o partner per un totale cumulativo di due ore al giorno con incrementi di cinque o 20 minuti.

“Ogni volta che parlo con mia moglie, le do tutta la mia attenzione”, dice Dandapani. “Tengo la mia coscienza su di lei. Se la mia mente inizia a vacillare mentre parla, la riporterò a lei. Non mi addolcisco con questa pratica.”

READ  Perché la regina delle streghe di Destiny 2 è ancora la cosa più vicina a Destiny 3

In un giorno, puoi iscriverti a due ore di pratica di messa a fuoco. Dopo sei mesi, avrai una migliore concentrazione. “Padroniamo la distrazione perché la pratichiamo dalle 8 alle 10 ore al giorno”, afferma Dandapani. “Allena la concentrazione invece della distrazione.”

Quando puoi praticare la concentrazione piuttosto che la distrazione, sarai in grado di entrare in periodi di autoriflessione. Puoi definire il tuo scopo e le tue priorità e cambiare il tuo rapporto con il tuo smartphone. “Scopri cosa vuoi nella vita e come la tecnologia può servirti”, dice Dandapani. “Gli smartphone non sono responsabili. La colpa è dell’incapacità di esercitare la disciplina intorno al loro utilizzo”.