Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

CNH vede aumentare le entrate fino al 2024 poiché il nuovo piano si concentra sull’agricoltura di precisione

Bandiere con il logo CNH Industrial raffigurate all’esterno dell’edificio CNH Industrial di Torino, 5 febbraio 2020. REUTERS/Massimo Benca

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • Co prevede che le vendite nette raggiungeranno i 20-22 miliardi di dollari nel 2024
  • Il margine EBIT crescerà al 12-13% nel 2024
  • Il margine per l’unità agricola era del 14,5-15,5%
  • Il margine per unità di costruzione è stato visto al 5,5-6,5%

MILANO (Reuters) – La casa automobilistica italo-americana CNH Industrial (CNHI.MI) ha stimato martedì una crescita totale dei ricavi fino al 24% fino al 2024, presentando un nuovo piano industriale dopo aver separato i suoi camion, autobus e unità motore. .

CNH Industrial ha completato le operazioni per camion, autobus e motori ed è ora elencata separatamente come Gruppo Iveco a partire dal 2022. Si concentra sul business dei macchinari per l’agricoltura e le costruzioni a margini più elevati, il cui contenuto di dati, tecnologie autonome e combustibili alternativi sono sempre più al centro dell’attività di CNH.

Il gruppo controllato da Exor NV (EXOR.MI), la holding della famiglia italiana Agnelli, prevede vendite nette comprese tra $ 20 miliardi e $ 22 miliardi nel 2024, rispetto ai $ 17,8 miliardi dell’anno scorso, secondo le diapositive della presentazione.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

CNH, che comprende marchi come Case e New Holland, ha anche stimato il suo margine di profitto operativo (EBIT) rettificato dal 12% al 13% nel 2024, rispetto al 9,9% nel 2021. Il margine della sua unità agricola dovrebbe essere compreso tra il 14,5% e il 15,5%. %, in aumento dal 12,3% nello stesso periodo.

READ  Exclusive Italy ha annullato la vendita di una società di droni militari a investitori cinesi, affermano fonti

Le azioni di CNH Industrial, quotate a New York, hanno chiuso in ribasso del 5,03%.

Ha aggiunto che dopo aver acquistato Raven Industries l’anno scorso per 2,1 miliardi di dollari per rafforzare la sua posizione nell’agricoltura di precisione e autonomia, CNH ora si concentrerà su attività di fusione e acquisizione “disciplinate”. Per saperne di più

“Non stiamo acquistando per diventare più grandi. I nostri dollari guideranno la crescita organica”, ha detto il CEO Scott Wayne agli analisti durante la presentazione.

“Fusioni e acquisizioni disciplinate saranno una parte essenziale della nostra strategia per il futuro”.

La società ha aggiunto che stava riscontrando un forte interesse da parte degli acquirenti per i suoi film Raven ingegnerizzati e le unità aerostar, due società non principali che intende vendere.

Parag Garg, Chief Digital Officer, ha affermato che CNH è ben posizionata per essere leader nell’autonomia e nell’assistenza ai clienti durante l’intero ciclo di coltivazione.

Nei prossimi tre anni, l’azienda prevede di aumentare del 26% gli investimenti per la crescita organica nell’edilizia, rispetto al 68% in tecnologia e al 53% in agricoltura.

“L’automazione è una forza importante della strategia tecnologica di CNH Industrials e sta già apportando vantaggi agli agricoltori di tutto il mondo durante l’intero ciclo e aiuta a costruire la loro spina dorsale per fornire un futuro indipendente”, ha detto agli analisti.

CNH fa affidamento in parte sugli aumenti dei prezzi per compensare l’aumento dei costi e vede problemi nella catena di approvvigionamento durante tutto l’anno. I dirigenti dell’azienda hanno affermato che gli aumenti di prezzo “incrementali” rimarranno, prima che i prezzi tornino alla normalità nel 2023.

I dirigenti hanno affermato che i progressi nell’elettrificazione di macchine movimento terra di medie e grandi dimensioni sono una priorità, oltre all’attenzione principale dell’azienda su escavatori e propulsori.

Segnalazioni aggiuntive di Giulio Piovaccari a Milano e Bianca Flowers a New York; Montaggio di Agnieszka Flak, Jonathan Oatis e Richard Chang

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.