Ottobre 26, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Casi di Singapore Covid: nuove restrizioni introdotte come aumento dei casi

Nonostante sia uno dei luoghi più vaccinati al mondo, Singapore è ora costretta a rafforzare alcune delle sue restrizioni Covid.

Singapore è stata elogiata a livello globale per il suo successo nella lotta al coronavirus, ma i nuovi sviluppi nella sua battaglia contro la pandemia stanno dimostrando quanto possa essere difficile mantenere un ritorno alla vita normale.

Nonostante il fatto che più L’80% della sua popolazione è stato completamente vaccinatoE nonostante l’impegno a “Convivere con il Covid”, il governo dello stato della città ha annunciato che reimposterà le restrizioni in mezzo Nuovo aumento dei casi.

Giovedì Singapore ha registrato 1.504 nuove infezioni, il più grande aumento giornaliero dall’inizio della pandemia.

In risposta, il Ministero della Salute ha annunciato che avrebbe inasprito le restrizioni dal 27 settembre al 24 ottobre nel tentativo di rallentare la diffusione della malattia.

Da lunedì gli assembramenti saranno ridotti da un massimo di cinque persone a due persone, con la regola che si applica ai visitatori a domicilio e ai ristoranti ai residenti vaccinati.

Ai cittadini è stato anche chiesto di limitare i loro incontri sociali a uno solo al giorno, con una preferenza per gli incontri in luoghi pubblici all’aperto per ridurre la trasmissione.

Anche il lavoro da casa rimarrà l’opzione predefinita per i datori di lavoro che sono in grado di farlo e le scuole primarie e private continueranno a insegnare da casa almeno fino al 7 ottobre.

Affrontando le nuove restrizioni, il ministro del commercio di Singapore Gan Kim Young ha riconosciuto la pressione che ciò potrebbe esercitare sull’economia.

“Questa è stata una decisione molto difficile per noi poiché sappiamo che influenzerà molte aziende e individui”, ha affermato Young.

READ  I brasiliani fluttuano per le strade allagate mentre i fiumi si gonfiano nell'Amazzonia

“Anche se ciò potrebbe non ridurre immediatamente il numero di nuove infezioni giornaliere, ci consentirà di rallentare la velocità dell’aumento ed evitare l’affaticamento dei nostri operatori sanitari”.
In risposta all’escalation dei casi, il Ministero della Salute ha aumentato le sue strutture offrendo test antigenici rapidi di 15-20 minuti e consentirà alle persone di età compresa tra 50 e 59 anni di accedere al vaccino di richiamo COVID dal 4 ottobre.

Attualmente, l’istantanea dell’mRNA è disponibile solo per i residenti di età superiore ai 60 anni.

Si prevede che i casi giornalieri raggiungano 6000

Singapore potrebbe avere una delle popolazioni più vaccinate al mondo, ma il suo tasso di infezione sta ora andando a un ritmo allarmante.

Secondo un giornale localeStretto dei Tempi, l’attuale conteggio giornaliero dei casi nel paese si traduce in circa 26 casi ogni 100.000 persone.

Per fare un confronto, gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno segnalato da 40 a 50 casi ogni 100.000 persone, mentre alcuni paesi europei hanno ridotto i loro casi ogni 100.000 persone a un valore compreso tra sette e 10.

I funzionari sanitari di Singapore hanno affermato di aspettarsi che il numero di casi giornalieri raggiunga i 6.000, secondo i rapporti Reuters.

Anche il ministro della Sanità Aung Yi Kung ha riconosciuto che i casi sarebbero probabilmente aumentati prima che si stabilizzassero e ha accusato variabile delta aumentare “più velocemente del previsto”.

Tuttavia, il signor Kong ha aggiunto che rispetto ad altri paesi, il numero di morti a Singapore, che attualmente è di 73, è rimasto basso.

“Può sembrare che siamo in ritardo rispetto ad alcuni paesi europei, che hanno riaperto o riaperti e conducono una vita completamente normale”, ha affermato Kong.

READ  Le autorità hanno detto che 5.000 migranti dal Marocco sono arrivati ​​nell'enclave spagnola di Ceuta in un giorno

“Ma ricordate, hanno pagato un prezzo pesante in vite umane – soprattutto nell’ultimo anno – e faremo tutto il possibile per ridurlo”.

Che aspetto ha nella realtà “convivere con il covid”?

Come l’Australia, il piano di gioco “vivere con il covid” di Singapore include lo spostamento dell’attenzione dal numero dei casi alla riduzione dei ricoveri ospedalieri e al controllo dell’epidemia.

Il passaggio alla “resilienza al Covid” è avvenuto con l’allentamento delle restrizioni per consentire ai singaporiani di vivere più liberamente.

In precedenza, l’allentamento delle restrizioni dal 10 agosto consentiva al 50% dei dipendenti di tornare ai luoghi di lavoro, con gruppi di cinque residenti vaccinati autorizzati a mangiare in ristoranti, caffè e bar. Le famiglie hanno anche potuto ricevere cinque visitatori.

Mentre i viaggi internazionali senza quarantena per i cittadini vaccinati sono stati consentiti tra Hong Kong, Macao, Brunei e Germania dall’8 settembre, non è stato ancora annunciato se queste nuove restrizioni influenzeranno i confini di Singapore.

Nonostante l’inasprimento delle restrizioni, la percentuale di pazienti Covid che si sono ammalati gravemente o sono morti a causa del virus rimane relativamente bassa, allo 0,3 per cento delle infezioni. A partire da venerdì, il Paese ha registrato 1.092 ricoveri, 23 dei quali hanno richiesto cure intensive e 162 che hanno richiesto ossigeno supplementare.

Comparativamente, il NSW, che si sta avvicinando a un tasso di vaccinazione completo del 60%, ha attualmente 1.186 ricoveri, con 232 casi nell’unità di terapia intensiva e un totale di 331 decessi dall’inizio della pandemia.

Sebbene Singapore stia attualmente “facendo clic sulle interruzioni” sulla sua tabella di marcia verso la normalità, i funzionari del governo hanno da tempo riconosciuto che il Covid farà probabilmente parte della vita quotidiana per molto tempo a venire.

READ  Timaru, Nuova Zelanda: Lauren Dickson ha postato su una "bella" famiglia prima dei presunti omicidi

“La cattiva notizia è che il Covid-19 potrebbe non scomparire mai. La buona notizia è che possiamo conviverci normalmente in mezzo a noi”, hanno scritto il ministro delle finanze Lawrence Wong, il ministro del commercio e dell’industria Young e il ministro della salute Kong. A giugno di quest’anno.

“Non possiamo eliminarlo, ma possiamo trasformare l’epidemia in qualcosa di meno minaccioso, come l’influenza, l’afta epizootica o la varicella, e andare avanti con le nostre vite”.