Aprile 20, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Biden e Netanyahu si scambiano parole tra le proteste per la riforma giudiziaria in Israele | Notizie di politica

Biden e Netanyahu si scambiano parole tra le proteste per la riforma giudiziaria in Israele |  Notizie di politica

Biden chiede a Israele di “arretrare” sulle riforme giudiziarie, e Netanyahu risponde che Israele ha respinto “le pressioni dall’esterno”.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha detto a Israele che “non può continuare” ad andare avanti con le controverse riforme giudiziarie – ora sospese – che hanno portato a mesi di disordini – commenti che hanno spinto il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu a dire che non prende decisioni basate su pressione dall’esterno.

I commenti di Biden di martedì sono arrivati ​​quando gli oppositori accusano Netanyahu di crudeltà nei confronti della democrazia israeliana nel tentativo di consolidare il suo potere, paralizzando proteste e attacchi in tutto Israele.

“Come molti convinti sostenitori di Israele, sono profondamente preoccupato. Biden ha detto ai giornalisti durante una visita in North Carolina…

“Spero che sarà il Primo Ministro [Netanyahu] Agirà in modo da cercare di trovare un vero compromesso, ma non è ancora chiaro”, ha detto Biden, aggiungendo che non sta considerando di invitare il leader israeliano alla Casa Bianca, almeno “non a breve termine. .”

Parlando più tardi a Washington, DC, Biden ha invitato l’amministrazione Netanyahu ad abbandonare la controversa legge giudiziaria.

“Spero che ne stiano alla larga”, ha detto ai giornalisti.

L’agenzia di stampa Reuters ha riferito che Netanyahu ha rilasciato rapidamente una dichiarazione in risposta a Biden.

“Israele è uno stato sovrano che prende le sue decisioni per volontà del suo popolo e non sulla base di pressioni dall’esterno, compresi i migliori amici”, ha affermato.

Netanyahu ha detto che la sua amministrazione si sta sforzando di portare avanti le riforme “con un ampio consenso”.

READ  KFC affronta un contraccolpo sulla rappresentazione "fuorviante" dell'allevamento di polli nel Regno Unito | Ambiente

“Conosco il presidente Biden da più di 40 anni e apprezzo il suo impegno di lunga data nei confronti di Israele”, ha detto Netanyahu.

L’alleanza israelo-americana è indissolubile, ha detto, “superando sempre le divergenze occasionali tra di noi”.

Lunedì, il presidente israeliano Isaac Herzog ha invitato Netanyahu e la coalizione di governo a fermare il piano di modifiche giudiziarie, “per il bene dell’unità del popolo di Israele, per il bene della responsabilità”.

L’appello di lunedì del capo dello Stato, che di solito non si immischia in politica, sottolinea la preoccupazione che le proposte hanno causato e arriva dopo una drammatica notte di proteste in tutto Israele domenica dopo il licenziamento del ministro della difesa israeliano.

Decine di migliaia di manifestanti sono scesi in piazza nelle città di tutto Israele in uno scoppio spontaneo di rabbia dopo che Netanyahu ha licenziato il suo ministro della difesa per aver sfidato il suo piano di riforma giudiziaria.

Il destituito ministro della Difesa Yoav Gallant è stato il primo membro anziano del partito al governo Likud a pronunciarsi contro le riforme, affermando che le profonde divisioni minacciavano di indebolire l’IDF.