Dicembre 8, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Aspetti e prospettive alla luce della guerra russa in Ucraina

Il gas naturale in Italia: aspetti e prospettive alla luce della guerra russa in Ucraina [GGP]

Nel 2011, l’Agenzia internazionale per l’energia (IEA) ha pubblicato un rapporto speciale “Stiamo entrando nell’età dell’oro del gas?”1 All’epoca, l’IEA ha riconosciuto il ruolo potenziale e prezioso del gas nel futuro sistema energetico. La crescita del gas naturale è principalmente guidata dal suo ruolo positivo nella sostituzione dei combustibili fossili altamente inquinanti, quindi il gas naturale è stato considerato un “combustibile ponte” all’interno della transizione energetica globale. A distanza di un decennio, tale ruolo del gas naturale viene messo in discussione, minando il suo futuro contributo al sistema energetico. Le principali sfide che l’industria del gas naturale deve affrontare sono l’impegno climatico e ambientale elevato per affrontare le emissioni di CO2 e metano e il ripristino della sicurezza dell’approvvigionamento come priorità politica assoluta.

Il gas naturale è un pilastro fondamentale del sistema energetico europeo. L’evoluzione del suo ruolo ha avuto importanti conseguenze in ambito politico, economico e della sicurezza. All’interno dell’UE, l’Italia è uno dei maggiori mercati del gas, poiché nel 2021 consumerà 72,5 miliardi di metri cubi (bcm) di gas naturale, pari a circa il 40% della fornitura totale di energia primaria (TPES). La quota di gas naturale è aumentata dal 1973, sostituendo il petrolio come principale contributore al TPES, raggiungendo il 42% di TPES nel 2019,3 mentre la quota di petrolio è scesa dal 76% nel 1973 al 34% nel 2019. Due momenti storici determinarono l’aumento del ruolo del gas naturale nel sistema energetico italiano: la crisi petrolifera del 1973, quando il gas contribuì a diversificare il mix energetico italiano, all’epoca fortemente dipendente dal petrolio; e il referendum del 1987 sul nucleare, divenne chiaro che il gas avrebbe svolto un ruolo importante nel settore elettrico italiano.

READ  Recensione: "Stanley Tucci: Alla ricerca dell'Italia" offre uno sguardo sulla diversità culinaria italiana

Leggi il resto di questa pubblicazione Qui. Pier Paolo Raimondi È ricercatore nel programma “Energia, Clima e Risorse” dello IAI. La sua principale attività di ricerca riguarda la geopolitica e la geoeconomia dell’energia in varie regioni geografiche, principalmente Europa, Africa, regione MENA e regione dell’ex Unione Sovietica. È anche ricercatore presso la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM). Ha conseguito un master in relazioni internazionali e una laurea in scienze politiche presso l’Università degli studi di Milano. Pubblicato da Istituto Affari Internazionale (IAI) Nella collana di pubblicazioni IAI.

Dichiarazioni, opinioni e dati contenuti nel materiale pubblicato in Global Gas Perspectives sono quelli dei singoli autori e collaboratori e non dell’editore e degli editori di Natural Gas World.