Gennaio 23, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

APF Canada pubblica il suo sondaggio nazionale 2021: Canada

VANCOVER, BC, 7 dicembre 2021 (Globe Newswire) – La regione dell’Asia Pacifico è l’attuale epicentro della crescita economica globale, dell’innovazione e del talento. Mentre il Canada esamina un impegno più profondo con la regione, è fondamentale valutare le opinioni canadesi e la consapevolezza dell’Asia, specialmente tra i giovani, per garantire che il Canada stia al passo con le mutevoli dinamiche globali, ora e in futuro.

In questo contesto, la Canadian Asia Pacific Foundation Indagine nazionale 2021: opinioni generazionali dei canadesi sull’Asia (2021 NOP) è un’indagine oggettiva che analizza le prospettive canadesi sulla regione Asia-Pacifico esplorando il divario generazionale tra questioni critiche. Il sondaggio identifica le lacune nella consapevolezza dei canadesi sull’Asia e modi efficaci per colmare tali lacune per migliorare il coinvolgimento futuro da parte del governo, delle imprese e di altre parti interessate.

Secondo il nostro NOP 2021, che ha intervistato 2.592 cittadini canadesi e residenti permanenti in tutto il paese, la maggior parte dei canadesi ritiene che la tecnologia, gli immigrati, la cultura e la crescita economica asiatiche avranno un impatto positivo sul Canada nei prossimi 10-20 anni. Il 70% pensa che la tecnologia e l’innovazione in Asia avranno un impatto positivo, il 62% pensa lo stesso per l’immigrazione dall’Asia, il 58% per l’impatto delle culture e tradizioni asiatiche sul Canada e il 57% per la crescita economica in Asia e nel Pacifico.

Abbiamo anche scoperto che le nostre generazioni più giovani, in particolare i millennial, hanno sentimenti più calorosi nei confronti dell’Asia rispetto alle generazioni più anziane in Canada, mentre la maggior parte dei canadesi di tutte le generazioni crede che sia importante per il futuro del Canada costruire competenze sulla cultura, la società, le lingue, i protocolli asiatici e religioni – Anche se è probabile che le generazioni più giovani pensino che sia vero.

READ  I leader talebani tornano in Afghanistan mentre i paesi occidentali considerano i tagli agli aiuti

È interessante notare che mentre il 15% di tutti gli intervistati si identifica come asiatico, il 29% della generazione Z (da 18 a 24) si identifica come asiatico. I canadesi di origine asiatica in tutto il sondaggio segnalano un maggiore interesse e consapevolezza della cultura, delle lingue e degli eventi attuali asiatici ed esprimono sentimenti più calorosi sull’Asia rispetto ai canadesi che non condividono l’eredità asiatica.

L’APF Canada 2021 NOP ha inoltre rilevato che il 70% degli intervistati di tutte le fasce d’età ha avuto un’esposizione molto scarsa o nulla all’Asia alle scuole superiori, mentre il 46% degli intervistati che ha affermato di essere interessato a saperne di più sull’Asia ritiene che la maggiore attenzione all’insegnamento sull’Asia nel sistema educativo canadese sarà un modo efficace per aumentare la consapevolezza dei canadesi sull’Asia e sugli asiatici.

Il nostro ultimo sondaggio ha esaminato anche le lingue e ha scoperto che il 13% dei canadesi parla fluentemente almeno una lingua asiatica. La maggior parte dei canadesi è di origine asiatica e i canadesi più giovani hanno maggiori probabilità di parlare una lingua asiatica rispetto alle generazioni più anziane. E mentre le generazioni più giovani sono più entusiaste dell’apprendimento di una lingua asiatica rispetto alle generazioni più anziane, il 70% di tutti i canadesi ha affermato che sarebbe disposto a imparare una lingua asiatica.

“Le generazioni più giovani in Canada sono molto più diversificate rispetto alle generazioni più anziane in termini di razza e di esperienze di vita multiculturali”, ha affermato. Presidente e CEO di APF Canada Jeff Nankeville. “Come ha mostrato il nostro recente sondaggio, questi giovani canadesi hanno una maggiore consapevolezza ed entusiasmo per impegnarsi con le persone e la cultura dell’Asia e dell’Asia. Questo è di buon auspicio per il Canada, mentre cerchiamo di rafforzare e costruire relazioni in questa regione in crescita e dinamica”.

READ  I comuni italiani possono scoprire gratuitamente quanto dista la loro cerchia

“Ancora più importante, il NOP di quest’anno sottolinea anche l’importante lavoro svolto nella costruzione delle competenze dell’Asia qui a casa”, ha aggiunto Nankeville. “Aiuta a identificare le lacune nella consapevolezza dei canadesi sull’Asia – e modi efficaci per colmare queste lacune per aiutare a preparare i giovani canadesi per le mutevoli realtà sociali ed economiche del Canada e dell’economia globale”.

I punti salienti del NOP 2021: le opinioni delle generazioni canadesi sull’Asia includono:

  • Il 15% di tutti gli intervistati si identifica come asiatico-canadese.
  • Il 29% della generazione Z (dai 18 ai 24 anni) si identifica come asiatico-canadese, rispetto a meno del 6% degli intervistati di età pari o superiore a 55 anni.
  • Attraverso il sondaggio, i canadesi di origine asiatica segnalano un maggiore interesse e consapevolezza della cultura, delle lingue e degli eventi attuali asiatici ed esprimono sentimenti più calorosi sull’Asia.
  • I canadesi più giovani (sotto i 34 anni) sono generalmente interessati a saperne di più sull’Asia, ma oltre il 50% di tutti gli intervistati ha affermato di essere interessato o è attualmente coinvolto nell’apprendimento di più informazioni sulla cucina, la storia o il turismo asiatici.
  • Il 70% di tutti gli intervistati ha affermato di aver avuto un’esposizione molto ridotta all’Asia durante l’istruzione secondaria.
  • Tra gli intervistati interessati a conoscere l’Asia, il 46% ha affermato che la maggiore attenzione all’insegnamento dell’Asia nel sistema educativo canadese aumenterebbe efficacemente la consapevolezza sugli asiatici e sugli asiatici.
  • Il 13% dei canadesi parla correntemente almeno una lingua asiatica.
  • Tra gli intervistati che parlano una lingua asiatica, il 70% conosce il cantonese o il mandarino (cinese), circa il 21% parla hindi e il 15% parla punjabi.
  • Alla domanda su quali lingue i canadesi vorrebbero imparare di più oltre all’inglese o al francese, il cinese, compreso il mandarino e il cantonese (12%), il giapponese (6%) è arrivato secondo e quarto dopo lo spagnolo (46%) e l’italiano (8%) ).
  • Il 70% dei canadesi ritiene che la tecnologia e l’innovazione in Asia influenzeranno positivamente il futuro del Canada, il 62% pensa lo stesso dell’immigrazione dall’Asia, il 58% ritiene che l’impatto delle culture e delle tradizioni asiatiche sul Canada e il 57% sulla crescita economica nella regione asiatica .
  • Quasi la metà della Generazione Z e dei Millennial pensa che sia “importante” o “molto importante” comprendere la società e la cultura asiatiche per la futura crescita economica e la diversità sociale del Canada, rispetto a circa il 35% delle due generazioni più anziane.
  • In particolare, il doppio dei canadesi asiatici crede che la comprensione dell’Asia sia “importante” o “molto importante” per la futura crescita economica e la diversità sociale del Canada rispetto al resto degli intervistati.
READ  GHD dà il benvenuto a Michelle Villa nell'Australia occidentale

I risultati completi del sondaggio sono disponibili su www.asiapacific.ca

collegamento completo: https://www.asiapacific.ca/2021-national-opinion-poll-generational-views

Per informazioni informative contattare:

Michael Roberts
Responsabile delle comunicazioni
Fondazione dell’Asia Pacifico del Canada
michael.roberts@asiapacific.ca