Settembre 27, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Wobbly Italy è la prima UE a ricevere miliardi di aiuti per l’epidemia

L’Unione Europea, nei prossimi sei anni, deve all’Italia un totale di 19 191,5 miliardi di euro – 68,9 miliardi di euro di sussidi e 122,6 miliardi di euro di debiti – nell’ambito del suo Recovery and Recovery Facility (RRF), destinato a far fronte all’impatto economico di Covit-19.

Gli aiuti significativi fanno dell’Italia il miglior beneficiario tra i suoi pari, con un totale di oltre 50 750 miliardi di Ue.

Fonti della coalizione di governo italiana hanno confermato all’inizio di questo mese che l’Unione europea ha fornito 25 25 miliardi, che saranno utilizzati per finanziare i progetti in corso e gli investimenti in infrastrutture chiave quest’anno.

Nei prossimi anni, gli aiuti dell’UE aumenteranno fino al 4% della crescita del PIL, i fondi saranno utilizzati in modo tempestivo ed efficiente e le riforme strutturali saranno attuate contemporaneamente.

“Sono onesto, questo è un compito molto difficile, ma ci sono obiettivi per il nostro programma e ci sarà un comitato centralizzato per sovrintendere allo stanziamento dei fondi. Data un’opportunità storica per cambiare il futuro dell’Italia. Abbiamo una grande responsabilità e non può non migliorare il nostro Paese”, ha affermato un funzionario Cdp.

Il Piano Roma, che descrive come la moneta italiana spenderà l’Italia negli interventi dal 2021 al 2026, e in quali settori.

La sfida di spenderli bene è più grande di quanto sembri a prima vista.

“I fondi europei saranno supportati da risorse aggiuntive aggiunte al nuovo fondo supplementare da 30 miliardi di euro finanziato dallo Stato … che aumenterà l’importo totale disponibile a circa 222 miliardi di euro”, ha affermato un’altra fonte del partito di estrema destra della Lega. .

READ  Justin Hemes vuole aprire il ristorante italiano Totti a Byron Bay

Priorità

Il programma di recupero di Roma si articola in sei compiti principali.

Il fulcro del progetto, denominato risorse, è la cosiddetta Rivoluzione verde e cambiamento ambientale, per la quale quest’anno è stato creato appositamente un nuovo ministero e mira a utilizzare 69 miliardi di dollari, principalmente per il riciclaggio dei rifiuti, la capacità pubblica e la capacità energetica per edifici come ospedali e scuole e come fonte di energia alternativa Ricerca per l’uso.

Altri 49 miliardi e oltre andranno alla rivoluzione digitale di aziende, pubblica amministrazione e turismo.

“Anche nelle grandi città come Roma, vaste aree del Paese prive di Internet ad alta velocità sono ancora oggi inaccettabili. Il nostro obiettivo è portare a 8 le reti a banda larga ad alta velocità di tutti i residenti entro il 2026. Milioni di famiglie e imprese”. ufficiale aggiunto.

Circa 31 miliardi di euro saranno investiti in infrastrutture strategiche per il funzionamento sostenibile, tra cui l’espansione della ferrovia ad alta velocità, la manutenzione delle strade e porti ecologici.

Intanto altri 32 miliardi di euro per l’istruzione e la ricerca, 22 miliardi di euro per l’inclusione e l’integrazione sociale (ammodernamento del mercato del lavoro e sostegno alle organizzazioni femminili per i disabili), e circa 18 miliardi di euro per investimenti sanitari, compresa la telemedicina.

Dei fondi complessivi, i progetti finanzieranno 144 miliardi di nuovi progetti, mentre 65 65 miliardi sono stati assegnati a progetti esistenti, in corso o già approvati.

Responsabilità

La Commissione europea continuerà a monitorare l’andamento degli investimenti chiave nei progetti, rendendo la “responsabilità” una questione importante poiché Bruxelles apre gradualmente la strada a più transazioni, al raggiungimento di obiettivi e all’attuazione di riforme strutturali, tra cui una pubblica amministrazione più efficiente e una ristrutturazione del sistema giudiziario.

READ  Lady Gaga indossava il cappotto più finto pelo d'Italia

Un deputato contrario al Movimento 5 Stelle, che ha criticato il piano.

“Non importa quanto sia centralizzato il sistema, potrebbero esserci delle fughe di notizie”, ha detto a EUobserver il deputato, che non ha voluto essere nominato.

I piani futuri prevedono un comitato istituito sotto la diretta supervisione del Comitato di Presidenza e del Ministero dell’Economia per indirizzare e investire i fondi in entrata, inviare denaro a singoli ministeri, regioni ed enti locali, e quindi bandire gare pubbliche per selezionare le aziende. In così tante colonne, come si può essere sicuri che non sia andato perso nemmeno un euro?

Nonostante le nuove regole per aumentare la trasparenza, resta alto il rischio che la criminalità organizzata si infiltri negli appalti pubblici.

“Dopotutto, possiamo utilizzare questi soldi in fretta? In passato l’Italia è stata costretta a rimborsare una grossa fetta del fondo di sincronizzazione dell’Ue perché non ha rispettato la scadenza. In realtà non ha utilizzato i soldi.

Un altro problema è che il mandato dell’attuale governo non coincide con il piano di risanamento in esecuzione fino al 2026.

Sud

“Un nuovo governo sarà nominato nel 2023 alle prossime elezioni generali.

Ha affermato che solo il 40% di tutti gli aiuti dell’UE va ai poveri italiani e che il divario di crescita regionale tra le regioni meridionali e settentrionali è stato colpito per secoli.

“Questo progetto è dedicato al Sud, il che è inaccettabile. Sono sorpreso che la Commissione europea non abbia alzato un sopracciglio sugli squilibri regionali dell’Italia”.