Aprile 23, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Una nuova ricerca supporta la teoria secondo cui il cambiamento climatico peggiorerà il problema dei rifiuti spaziali

Una nuova ricerca supporta la teoria secondo cui il cambiamento climatico peggiorerà il problema dei rifiuti spaziali

L’immagine concettuale dei detriti spaziali attorno alla Terra, non la sua scala.

Due grandi e catastrofici problemi si svilupperanno nel prossimo futuro: è probabile che il cambiamento climatico aggraverà il problema dei detriti spaziali, secondo il studia È stato pubblicato su Geophysical Research Letters il mese scorso.

I cambiamenti nella densità dell’aria possono aumentare l’affollamento nell’alta atmosfera, aumentando il potenziale di collisioni dei satelliti. Inoltre, ricerche recenti indicano che in scenari climatici intermedi, l’alta atmosfera perderà la sua densità due volte più velocemente in futuro rispetto al passato.

Leggi di più

“I detriti spaziali stanno diventando un problema in rapida crescita per gli operatori satellitari a causa dei rischi di collisione”, ha affermato Ingrid Knusen, scienziata atmosferica presso il Natural Environment Research Council del Regno Unito e ricercatrice capo dello studio. comunicato stampa Dall’indagine antartica britannica. “Si sta verificando una diminuzione a lungo termine della densità dell’alta atmosfera [the issue] Ancora peggio”, ha aggiunto.

Diagramma di detriti in orbita terrestre bassa

Diagramma di detriti in orbita terrestre bassa

La NASA tiene traccia del numero approssimativo di oggetti in orbita attorno alla Terra. Questo grafico, basato sui dati del 2019, mostra tutti gli oggetti attualmente tracciati in LEO.

È controintuitivo, ma poiché gli esseri umani continuano a pompare gas serra nella bassa atmosfera, riscaldando così la superficie del nostro pianeta, stiamo simultaneamente producendo Aria fredda media e alta. Le cause sono molteplici, ma uno dei maggiori contributori sono le emissioni di anidride carbonica.

Le molecole di anidride carbonica assorbono facilmente il calore. Nella bassa atmosfera, questo significa che più particelle si scontrano e più calore viene riflesso sulla Terra. Ma nell’alta atmosfera, dove all’inizio ci sono meno molecole, l’anidride carbonica intrappolata nel calore trattiene l’energia così strettamente che è più probabile che evada nello spazio piuttosto che imbattersi in un’altra particella e riscaldare l’aria rarefatta.

READ  Gli scienziati di Harvard che studiano i tassi crescenti di cancro del colon-retto nei giovani adulti trovano un collegamento “sorprendente” con il latte materno

Quando l’atmosfera superiore si raffredda, perde anche la sua densità. Un’aria meno densa significa che i satelliti e altri oggetti spaziali in orbita attorno alla Terra incontrano meno resistenza. La nostra atmosfera dovrebbe essere autopulente, con le cose che cadono dall’orbita e bruciano mentre scendono. Tuttavia, in un ambiente meno denso, i satelliti e i detriti spaziali rimangono elevati più a lungo.

L’accumulo di detriti spaziali atmosferici, di per sé, Si profila una crisi crescente. Dipendiamo dall’infrastruttura satellitare per le comunicazioni, la ricerca, la raccolta dei dati e le previsioni meteorologiche e presto saremo a corto di immobili. C’era già una certa preoccupazione collisioni E il chiudere chiamate.

Attualmente, ce ne sono più di 30.000 pezzi di oggetti tracciabili Orbita in orbita terrestre bassa, secondo l’Agenzia spaziale europea. La NASA stima che a ca 23000 pezzi Dei detriti più grandi di una palla da softball in orbita attorno alla Terra, circa 100 milioni di pezzi sono molto piccoli. Ogni collisione si traduce in più pezzi di spazzatura. Se si aggiunge al cambiamento climatico, i crolli potrebbero moltiplicarsi.

ricerca precedente Sono giunti a conclusioni simili. un pubblicazione 2021n, anch’esso fornito da Cnossen, ha scoperto che gli oggetti in orbita terrestre bassa avrebbero una vita più lunga del 30% a meno di 1,5°C di riscaldamento globale, rispetto al 2000.

Gli ultimi risultati supportano quelle conclusioni precedenti e forniscono una nuova stima quantitativa del cambiamento atmosferico. Secondo la ricerca, l’alta atmosfera perderà calore e densità due volte più velocemente nei prossimi 50 anni rispetto all’ultimo mezzo secolo. Questa accelerazione segue da vicino il previsto aumento simultaneo dei livelli di anidride carbonica nell’atmosfera da qui al 2070, ha scritto l’autore dello studio.

READ  I casi di virus BA.2 di Los Angeles aumentano del 130% in una settimana - Scadenza

Knusen ha fatto affidamento su modelli computerizzati per raggiungere questa conclusione. I dati sul clima, sulle emissioni e sull’atmosfera sono stati utilizzati per generare uno dei modelli più completi di cambiamento climatico nell’alta atmosfera fino ad oggi.

“I cambiamenti che abbiamo visto tra il clima nell’alta atmosfera negli ultimi 50 anni e le nostre proiezioni per i prossimi 50 anni sono il risultato delle emissioni di anidride carbonica”, ha affermato Knusen nel comunicato stampa. Per l’industria dei satelliti e i responsabili politici, ha aggiunto, la comprensione del cambiamento climatico – al di là della superficie terrestre – “sta acquisendo sempre maggiore importanza”.

Nel lavoro di follow-up, lo scienziato spera di esplorare un’ampia gamma di scenari climatici e di emissioni di anidride carbonica, per preparare meglio il mondo a tutti i potenziali risultati della spazzatura spaziale.

Idealmente, porterà a una maggiore comprensione del problema Soluzioni significative. “Spero che questo lavoro aiuterà a guidare le misure appropriate per controllare il problema dell’inquinamento spaziale”, ha affermato Knusen nella dichiarazione. In definitiva, vuoi “assicurarti che l’atmosfera superiore rimanga una risorsa utilizzabile in futuro”.

Di più: Che ne sai della sindrome di Kessler, il disastro spaziale assoluto

Altro da Gizmodo

firma per Newsletter di Gizmodo. per le ultime notizie, FacebookE il Twitter E il Instagram.

Clicca qui per leggere l’articolo completo.