Maggio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un mare di bare lancia l’allarme sugli infortuni sul lavoro in Italia

Un mare di bare lancia l’allarme sugli infortuni sul lavoro in Italia

Bare di cartone vengono allestite in Piazza del Popolo dalla UIL nell'ambito della campagna “Zero morti sul lavoro” per attirare l'attenzione dell'opinione pubblica sulla tragedia delle morti sul lavoro avvenuta il 19 marzo 2024 a Roma. (Ticiana FABI)

Un migliaio di bare hanno riempito martedì una delle piazze più belle di Roma mentre un sindacato ha pubblicato un importante rapporto sul bilancio delle vittime degli incidenti sul lavoro.

“Ogni anno mille persone vanno al lavoro e non tornano più a casa”, recita un grande cartello accanto alle 1.041 bare di cartone disposte attorno all'obelisco al centro di piazza del Popolo.

“Lo zero è ancora lontano”, recitava un altro cartello in piazza mentre i turisti curiosi scattavano foto.

Lo scorso anno in Italia sono morte in incidenti sul lavoro 1.041 persone.

“Abbiamo portato qui queste bare per sensibilizzare tutti, per ricordare a tutti la necessità di agire e di non dimenticare chi ha perso la vita”, ha detto all'AFPTV Pierpaolo Bombardini, segretario generale della UIL promotore della protesta.

La protesta è stata organizzata per chiedere al governo e ai politici di adottare alcune misure concrete per fermare queste uccisioni.

“Perché questi sono omicidi. Quando vengono violate le norme di sicurezza non sono incidenti, sono omicidi.”

Gli incidenti mortali sul lavoro fanno regolarmente notizia sulla stampa italiana, provocando ogni volta una discussione sulla prevenzione dei rischi.

Il mese scorso, cinque lavoratori sono rimasti uccisi nel crollo di una struttura di cemento nel cantiere di un supermercato a Firenze.

Il primo ministro Georgia Meloni l'ha condannata come “un'altra storia di persone che vanno a lavorare, escono semplicemente per fare il proprio lavoro e non tornano mai a casa”.

READ  Mirco Picliacelli in Italia a fine stagione: "Io faccio questo". Inserisci l'ultimo anno di contratto con l'Università di Kirova

Bombardini ha chiesto di aumentare il numero dei test e degli ispettori.

“Le aziende che violano gli standard di sicurezza dovrebbero essere chiuse”, ha aggiunto.

Secondo i dati più recenti di Eurostat, dal 2021, tra i decessi sul lavoro in tutta l’UE, l’Italia conta 3,17 decessi ogni 100.000 lavoratori.

Questo valore è superiore alla media europea di 2,23 per 100.000 creazioni, ma dietro alla Francia a 4,47 e all'Austria a 3,44.

I tre Paesi con i peggiori risultati sono Lituania, Malta e Lettonia, mentre i decessi legati al lavoro sono più bassi nei Paesi Bassi, in Finlandia e in Germania.

vid-glr/ams/spb/tw