Luglio 24, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Trump critica le politiche militari “manciuriane” di Biden, descrivendole come “folli” e afferma che la Cina sta “uccidendo gli Stati Uniti come Paese”.

Trump critica le politiche militari “manciuriane” di Biden, descrivendole come “folli” e afferma che la Cina sta “uccidendo gli Stati Uniti come Paese”.

Donald Trump ha accusato la Cina di “uccidere” gli Stati Uniti e ha affermato che Joe Biden stava avvicinando l’America a una guerra mondiale durante il primo dibattito prima delle elezioni presidenziali di novembre.

L’ex presidente repubblicano Donald Trump parla durante un dibattito presidenziale ospitato dalla CNN con il presidente Joe Biden, giovedì 27 giugno 2024, ad Atlanta. (AP)

“La Cina ci possederà se continui a lasciare che facciano quello che fanno a noi come Paese”, ha detto Trump a Biden durante un dibattito televisivo giovedì sera.

Preparati a guardare le fasi finali della Coppa del Mondo solo su Crickit. sempre e ovunque. Esplora ora!

“Ci stanno uccidendo come paese, Joe, e non puoi lasciare che ciò accada. Stai distruggendo il nostro paese”, ha aggiunto, dando un’occhiata a Pechino dopo che gli era stato chiesto della crisi degli oppioidi nel paese.

Il candidato repubblicano ha criticato la politica militare di Biden, definendola “folle”, e ha affermato che il leader cinese, così come il presidente russo Vladimir Putin e il leader nordcoreano Kim Jong Un, non “rispettano” né “temono” il presidente degli Stati Uniti . Trump ha aggiunto: “Non hanno niente a che fare con quest’uomo, e ci porterà alla terza guerra mondiale”.

I candidati di entrambi gli schieramenti stanno cercando di apparire duri nei confronti della Cina, lanciando minacce di tariffe commerciali che attireranno gli elettori che cercano di proteggere i posti di lavoro americani. Le relazioni tra Stati Uniti e Cina si sono stabilizzate dopo che Biden ha incontrato il presidente cinese Xi Jinping alla fine dello scorso anno, ma le operazioni militari di Pechino nel Mar Cinese Meridionale e l’aumento delle esportazioni a basso costo dalla seconda economia mondiale hanno portato a nuove tensioni.

READ  Perché alcune persone contraggono il COVID più di una volta

La reazione sui social media cinesi è stata molto contenuta, con post apparsi sul sito web Weibo in stile X che prendevano in giro i candidati e il dibattito. Un utente ha scritto: “È un vecchio che cerca di convincere la gente che non è pazzo, e un vecchio che cerca di convincere la gente che non soffre di demenza”.

Nel frattempo le azioni di una società cinese, il cui nome nella lingua locale suggerisce la frase “Trump vince alla grande”, sono balzate ai massimi giornalieri durante il primo dibattito.

“Candidato della Manciuria”

Trump ha attaccato Biden, definendolo un “candidato della Manciuria” “pagato dalla Cina”, senza fornire alcuna prova.

Trump ha aggiunto che il deficit commerciale degli Stati Uniti con la Cina è ora il più grande della storia. Biden ha respinto queste critiche, affermando che gli Stati Uniti stanno registrando “il deficit commerciale con la Cina più basso dal 2010” e ha accusato il suo rivale di non riuscire a raggiungere “alcun progresso” con Pechino.

Secondo l’US Census Bureau, lo scorso anno il deficit commerciale degli Stati Uniti con la Cina è stato di 279 miliardi di dollari. Si tratta del valore più basso dal 2010, e in calo rispetto al record di 418 miliardi di dollari del 2018, quando Trump era presidente.

Il repubblicano ha dichiarato in precedenza che aumenterà i dazi doganali del 10% su tutte le importazioni e ha indicato che imporrà tasse fino al 60% sui prodotti esportati dalla Cina. Biden ha continuato ad accusare Trump di aver aumentato i prezzi dei beni cinesi durante la sua presidenza e di aver annunciato nuove tariffe fino al 100% sulle auto elettriche.

READ  Il presidente americano Biden visita il Vietnam: nemici in tempo di guerra per partner di alto rango? | Notizie di politica

Trump ha ignorato le affermazioni secondo cui le sue politiche avrebbero aumentato l’inflazione negli Stati Uniti e causato danni ai consumatori americani. Secondo gli economisti, l’aumento delle tasse sulle importazioni probabilmente aumenterebbe i costi per le famiglie americane e danneggerebbe i paesi asiatici e altrove che ottengono surplus commerciali con gli Stati Uniti.

Trump ha affermato che tali aumenti danneggerebbero solo i paesi “che si stanno approfittando di noi da anni, come la Cina”, e ha aggiunto: “Li costringerebbero a pagarci un sacco di soldi, ridurrebbe enormemente il nostro deficit e ci darebbe molto denaro”. potere per altre cose”.