Giugno 15, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Trapano elettrico italiano: 2021 Panigale V4 e Diavel serie 1260 lanciate in India

Nuova Delhi: Ducati lunedì ha lanciato la Ducati Panigale V4 e Diavel 1260 per estendere la sua gamma BS-6 in India. Con il lancio di questi nuovi modelli, Ducati ha già consegnato 8 dei 12 lanci di moto promessi all’India nel 2021.
Ecco il listino prezzi (ex showroom, India):
Diavel 1260: 18,49 lakh rupie (Total Black)
Diavel 1260 S: Rs 21,49 lakh (Ducati Red e Thrilling Black)
Panegal V4: 23,50 lakh rupie
Panigale V4 S: Rs 28,40 lakh. (Entrambe le versioni Panigale sono disponibili in Rosso Ducati.)
Le prenotazioni sono ora aperte presso tutti gli agenti Ducati a Delhi – NCR, Mumbai, Pune, Ahmedabad, Hyderabad, Bengaluru, Kochi, Kolkata e Chennai, e le consegne inizieranno una volta revocate le restrizioni di blocco.

Per il 2021 le Panigale V4 e V4 S sono compatibili con BS6 mantenendo i massimi livelli di potenza e coppia del modello 2020. La versione BS6 del motore Desmosedici Stradale eroga 214 cavalli e 124 Nm di coppia.
Per eliminare qualsiasi perdita di energia con il passaggio a BS6, lo scarico utilizza catalizzatori più grandi (+10 mm di lunghezza) e con la nuova tecnologia di impregnazione di metalli nobili, necessaria per massimizzare la capacità di deviare i gas inquinanti.
Il pacchetto aerodinamico di nuova generazione nel motore V4 della Panigale ora rispecchia il pacchetto V4 R. Comprende il vetro della griglia (aerodinamica dei fari e l’aerodinamica laterale), estrattori laterali (per un flusso d’aria efficiente sui radiatori) e accessori aerodinamici.
Il pacchetto elettronico Panigale V4 include il Ducati Traction Control di ultima generazione.

Il sistema, monitorando continuamente l’accelerazione angolare dell’albero motore e la velocità della ruota posteriore, impedisce lo slittamento della ruota posteriore a metà di una curva, quando si riapre la farfalla al massimo angolo di inclinazione. Questo si traduce in un comportamento più neutro della bici in uscita di curva, dando al pilota una sensazione migliore.
Il pacchetto elettronico sovrintende a ogni aspetto della corsa: alcuni controlli sovrintendono all’avvio, all’accelerazione e alla frenata, altri controllano la trazione mentre altri danno una mano nelle curve e nelle estensioni fuori curva. È composto da ABS Cornering EVO Traction Control (DTC) EVO 3, Slip Control (DSC), Wheel Control (DWC) EVO, Power Actuation (DPL), Quick Shift Up/Down (DQS) EVO 2 e controllo del freno motore (EBC ) EVO e Sospensioni Elettroniche (DES) EVO.
Il modello Diavel 1260 BS6 è 5 kg più pesante e fa pendere la bilancia a 249 kg. La Ducati Diavel 1260 S è invece più leggera di 2 kg rispetto al modello standard. Mentre il peso è aumentato, il motore Ducati Testastretta DVT da 1262 cc con fasatura variabile delle camme eroga 3 cavalli in più rispetto al precedente.

Il motore bicilindrico Diavel 1260 eroga 162 CV e 129 Nm. Il cambio è un’unità a sei marce e il Diavel 1260 S ha di serie una veloce trasmissione a due vie.
La posizione di guida e l’ergonomia del “forte incrociatore” così popolare tra gli appassionati di Diavel di prima generazione rimangono invariate. Ciò che è cambiato è la struttura del telaio. Il Diavel presenta un prominente telaio a traliccio in tubolare d’acciaio. Montato su di esso è un braccio in alluminio, le sue dimensioni danno un’agilità sorprendente in curva, una grande “sensazione” e una guida facile. In termini di sospensioni, il Diavel 1260 monta forcelle da 50mm completamente regolabili.
La pressione di smorzamento e la preregolazione della molla sono sullo stelo sinistro della forcella, mentre la regolazione dell’estensione è sul tubo destro. Al posteriore, invece, il Diavel 1260 monta un monoammortizzatore con precarico molla regolabile ed estensione smorzata. Invece, il Diavel 1260 S è dotato di una forcella Öhlins da 48 mm completamente regolabile e di un ammortizzatore Öhlins completamente regolabile, anch’esso completamente regolabile.
Questo Diavel 1260 è compatibile con l’app Ducati Link: questa permette ai motociclisti di impostare una “modalità viaggio” (una combinazione di modalità di carico e modalità di guida) e personalizzare i parametri di ogni singola modalità di guida (ABS, Ducati Traction Control, ecc.) in modo facile da usare tramite il proprio smartphone. Le modalità di guida (sport, touring e urban) conferiscono alla moto tre personalità distinte.

Il Diavel 1260 include l’Inertial Measurement Unit (IMU) Bosch a 6 assi che misura dinamicamente gli angoli di rollio e inclinazione e la velocità dei relativi cambi di posizione, alzando l’asticella per prestazioni e sicurezza ancora più elevate L’elettronica di fascia alta garantisce prestazioni eccezionali e massima sicurezza.
Il pacchetto elettronico include Bosch Cornering ABS EVO, controllo di trazione (DTC) EVO, controllo bici (DWC) EVO, rilascio di potenza (DPL) e cruise control. Inoltre, la moto è anche avvolta in una modalità “Dragster” che può essere lanciata grazie al Ducati Power Launch (DPL). Questo sistema garantisce un ottimo – ma sicuro – avviamento grazie al controllo ottimale della coppia massima disponibile con DTC sempre attivo e al monitoraggio continuo dell’angolo di beccheggio da parte dell’IMU.
Il cruscotto del Diavel 1260 è costituito da un display TFT con un’unità di illuminazione di avvertimento separata, posizionata, rispettivamente, sotto e sopra il manubrio. Il cruscotto ha quattro diverse modalità di visualizzazione. La modalità predefinita fornisce le informazioni minime che devono essere fornite, presentate in uno stile accuratamente progettato. Le altre tre, invece, sono le modalità di visualizzazione Classic, Full e City associate alle modalità di guida.

READ  Notizie sportive oggi: cosa devi sapere

“Mentre il Diavel si rivolge ai piloti che cercano un incrociatore potente ed elegante su cui spendere le loro miglia, la Panigale è il sogno di un appassionato di pista e rappresenta il meglio della Ducati nella classe delle superbike”, ha affermato Bipul Chandra, amministratore delegato di Ducati India.