Dicembre 8, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Torna con inaspettata attenzione Artesima, la principale mostra d’arte contemporanea in Italia: l’India

Apre a Torino questo fine settimana Artissima, la principale mostra d’arte contemporanea in Italia, giunta alla sua 28° edizione. La partecipazione a 154 gallerie provenienti da 37 paesi segnerà una felice visita alla scena artistica del Nord Italia, duramente colpita dall’epidemia dello scorso anno. Fin dalla sua nascita nel 1994, Artisma si è definito un punto di incontro internazionale che supporta sofisticate sperimentazioni nel mondo dell’arte.

Myna Mukherjee, fondatrice e direttrice di Engendered, è co-ospitante del vasto progetto “Hub India”.

Per consolidare questa tradizione, la mostra è prevista per il lancio quest’anno.Hub India: Massimo Minimo, ”Oggi è una presentazione completa delle gallerie, delle aziende e degli artisti che danno forma alla scena culturale indiana. Coordinato da Myna Mukherjee, fondatore e direttore, New Delhi, e David Quadrio, fondatore e direttore, ArtP, il progetto si sta espandendo in un padiglione fieristico e si sta espandendo all’interno della città. Secondo gli organizzatori, “Hub India” è il più grande e importante dialogo tra le arti contemporanee dell’India e dell’Occidente nella memoria recente.

Knox Ambra, Ombre notturne (2021).  Per gentile concessione di Shrine Empire.

Knox Ambra, ombre notturne (2021) Per gentile concessione di Shrine Empire.

Una sezione speciale della mostra sarà dedicata alle gallerie e alle istituzioni indiane, offrendo uno spaccato di straordinaria ampiezza e complessità con le opere di 65 influenti artisti contemporanei indiani. I partecipanti sono Nature Morde (Nuova Delhi), Gallery Space (Nuova Delhi), Emami Art (Calcutta), Agar Prakar (Calcutta e Nuova Delhi), Art Alive (Nuova Delhi), Latitude 28 (Nuova Delhi), Shrine Empire (Nuova Delhi). ) Delhi), Sakshi Art (Mumbai), Xavier Contemporary (Mumbai), Wadehra Art Gallery (Nuova Delhi), Volde (Mumbai) e Kiran Nadar Museum of Art (Nuova Delhi). Gli artisti parleranno dell’antica spiritualità dell’India fino al materialismo moderno, della sua eredità coloniale e della sua crescente influenza globale, delle sue tensioni tra esistenza agricola e urbana e altro ancora.

Allo stesso tempo, la vasta mostra “Classico Radicale Tenuto in tre musei in tutta la città Palazzo Madama, Il Museo MAO d’Arte Orientale, E questo Accademia Albertina di Belle Arti di Torino– In collaborazione con Artesima e Fondazione Torino Musica.

“Classical Radical” esplora le opere più recenti e moderne del subcontinente indiano, tornando alla ricca antichità del paese, ma attraverso la lente della sociologia contemporanea. La mostra solleva la questione di come le intricate storie dell’India, con le proprie immagini, stili e idee, possano attraversare migliaia di anni in questo momento culturale.

Per concludere la mostra tripartita, l’Accademia ospiterà anche l’installazione cinematografica dell’Albertina de Belle Artie. Sama: Simboli e gesti nelle pratiche artistiche contemporanee. Italia e India, vol. 1, Che pone entrambi i paesi ai vertici storici, culturali e socio-economici del continente euro-asiatico.

Ulteriori informazioni sulla programmazione di “Hub India” Qui. Artesima si svolgerà dal 5 novembre al 7 novembre 2021.

Seguire Notizie Artnet Su Facebook:


Vuoi restare nel mondo dell’arte? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie importanti, interviste illuminanti e recensioni serie che mantengono viva la conversazione.

READ  Sette migranti annegati dopo il capovolgimento di una barca al largo di Lampedusa, Italia