Luglio 24, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Swisscom è l’ultimo pretendente rimasto per le attività italiane di Vodafone dopo il rifiuto di Eliade

Swisscom è l’ultimo pretendente rimasto per le attività italiane di Vodafone dopo il rifiuto di Eliade

Giovedì 15 febbraio 2024 alle 8:42

L’autorità britannica di vigilanza sulla concorrenza ha sollevato preoccupazioni sulla fusione da 15 miliardi di sterline tra Vodafone e ThreeUK, avviando un’indagine approfondita di fase due.

Si dice che la società di telecomunicazioni Swisscom sia l’ultima azienda a considerare una potenziale partnership con l’attività italiana di Vodafone.

La fusione con l’azienda italiana Fastweb di Swisscom è l’ultima opzione su cui Vodafone sta lavorando per salvare la propria divisione in Italia, dicono tre fonti anonime citate. Reuters.

Il mese scorso ha rifiutato un’offerta della società francese di telecomunicazioni Eliad, che proponeva una joint venture 50/50. Vodafone avrebbe dovuto ricevere un pagamento in contanti di 6,6 miliardi di euro (5,6 miliardi di sterline) e un prestito agli azionisti di 2 miliardi di euro (1,7 miliardi di sterline).

All’epoca si diceva che erano in corso discussioni con altri operatori.

Vodafone ha rifiutato di commentare Città al mattino Ha contattato Swisscom, che ha rifiutato di commentare anche Reuters.

In un successivo aggiornamento aziendale, l’amministratore delegato di Vodafone Margherita Della Valle ha omesso di menzionare parti specifiche e ha invece affermato che la società era semplicemente impegnata in “discussioni attive”.

Dall’accordo con Fastweb, affiliata di Swisscom, nascerebbe il secondo fornitore di banda larga di rete fissa in Italia. Gli analisti hanno affermato che probabilmente dovrà affrontare barriere normative più flessibili rispetto a un accordo con Iliad, ma con minori vantaggi in termini di costi.

Un recente rapporto della società di analisi Enders afferma che una joint venture tra Vodafone e Swisscom fornirebbe entrambi
Le aziende hanno “ampiamente migliorato la situazione economica in un mercato difficile”.

READ  La guerra della Russia in Ucraina mette in ombra i colloqui del G-20 a Bali

Nell’ottobre dello scorso anno, Vodafone ha venduto le sue attività spagnole alla società europea Zigona con sede a Londra per 3,6 miliardi di sterline.

Il gigante globale delle telecomunicazioni sta attualmente cercando di fondere le sue attività nel Regno Unito con Three UK, di proprietà della società cinese CK Hutchinson.

Documento della Commissione Europea, guardalo ReutersSuggerisce che le autorità di regolamentazione dell’UE potrebbero allentare le restrizioni sulle fusioni di telecomunicazioni mobili e incoraggiare i contributi delle grandi aziende tecnologiche verso l’implementazione del 5G.

Ma Vodafone e Three avranno ancora bisogno dell’approvazione dell’autorità di vigilanza sulla concorrenza del Regno Unito.