Ottobre 23, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Stesso obiettivo, percorsi diversi: USA e UE cercano tassi di vaccino massimi

Bruxelles (AFP) – La città belga di Aarchot ha un tasso di vaccinazione del 94% di tutti gli adulti, ma il sindaco Gwendolyn Rotten teme che la sua città sia troppo vicina alla capitale, Bruxelles, dove il tasso è del 63%. Ma non c’è molto che lei possa fare al riguardo.

Spero che il governo imponga la vaccinazione. “Altrimenti, stai trascinando gli altri in pericolo”, ha detto Rutten in una recente intervista.

Ma pochi paesi dell’UE hanno emesso mandati espliciti, richiedendo invece alle persone di mostrare prove di vaccinazione, risultare negativi o essersi recentemente ripresi da COVID-19 per impegnarsi in più attività che mai, a volte anche per andare al lavoro.

Più requisiti generali sono all’ordine del giorno negli Stati Uniti, che hanno affrontato una significativa resistenza ai vaccini. Il presidente Biden la scorsa settimana ha annunciato mandati che coprono gran parte della popolazione, a volte senza possibilità di sottoporsi al test.

Nonostante strategie apparentemente divergenti, i funzionari sia negli Stati Uniti che nell’Unione europea sono alle prese con la stessa domanda: come massimizzare i tassi di vaccinazione e porre fine a un’epidemia che ha ripetutamente vanificato gli sforzi per controllarla.

In effetti, la divisione apparente può restringersi nella realtà. Sebbene alcuni paesi europei non siano descritti come ipotetici delle restrizioni, rendono la vita così difficile a coloro che non hanno il vaccino che potrebbero essere lo stesso.

Con una mossa potenzialmente sorprendente in un paese noto per la promozione delle libertà individuali, Biden ha imposto requisiti vaccinali generali per un massimo di 100 milioni di americani, inclusi molti dipendenti del settore privato e operatori sanitari. I dipendenti di aziende con più di 100 lavoratori dovranno essere vaccinati o testati settimanalmente, mentre la vaccinazione sarà richiesta per i dipendenti del ramo esecutivo e gli appaltatori che fanno affari con il governo federale, senza possibilità di test. Ci sono alcune eccezioni.

Una politica statunitense apparentemente più aggressiva potrebbe riflettere una maggiore pressione lì. L’Unione Europea, che inizialmente era in ritardo rispetto agli Stati Uniti in termini di vaccinazioni, ne è stata superata a fine luglio. A partire da giovedì, secondo Our World In Data, il 60% della popolazione del blocco di 27 nazioni era stato vaccinato rispetto al 53% negli Stati Uniti. In entrambi i luoghi, i tassi di immunizzazione variano notevolmente da paese a paese o da paese a paese.

READ  Puoi ottenere un master in caffè con un programma di 9 mesi in Italia

Le autorità statunitensi da Biden e giù hanno descritto la fase attuale come una “pandemia non vaccinata”, con dati che mostrano che quasi tutti i decessi per COVID-19 negli Stati Uniti sono ora in persone non vaccinate. I funzionari dell’Unione europea hanno utilizzato la stessa descrizione dell’epidemia continua nei loro paesi.

Ma è difficile per l’UE far rispettare i mandati sui vaccini perché le politiche sanitarie sono responsabilità dei 27 governi nazionali e i massimi funzionari dell’UE stanno cercando i gusci d’uovo per affrontare il problema. Alla domanda specifica dell’Associated Press se la vaccinazione obbligatoria potesse essere parte della soluzione, tre commissari UE hanno virato sulla questione, sebbene nessuno di loro si sia opposto.

“Questa non è una nostra prerogativa. Non fa parte del nostro quadro giuridico”, ha affermato il vicepresidente dell’UE Margaritis Schinas, prima di aggiungere: “Ma se c’è un messaggio che vorremmo ripetere agli Stati membri e attraverso gli Stati membri ai cittadini europei , è ‘vaccinate, vaccinate’, vaccinate”.

Il commissario per il mercato interno Terry Britton ha assicurato che le offerte non sarebbero state un problema e che il blocco sarebbe stato “pronto per tutto ciò che è necessario”. Ciò conferma che tali dibattiti possono aver luogo solo nei paesi ricchi, mentre molti paesi a basso reddito non sono ancora in grado nemmeno di offrire a tutti i loro cittadini una prima possibilità.

Ma mentre i funzionari a Bruxelles non possono imporre un mandato ai 450 milioni di cittadini dell’UE, molti governi nazionali stanno inasprendo le restrizioni su coloro che non sono stati vaccinati. Alcuni paesi, infatti, richiedono vaccini per alcuni gruppi: la Slovenia li impone ai dipendenti pubblici, senza possibilità di test.

READ  La corte fa cadere le accuse contro Rotich nello scandalo della diga di Kemwarer

Tuttavia, è più comune nell’Unione europea principalmente richiedere test regolari su coloro che non sono stati vaccinati.

Vuoi vedere Il giudizio universale del primitivo regista fiammingo Rogier van der Weyden al Museo della Borgogna? Devi mostrare una cosiddetta COVID Card – che fornisce la prova di un test negativo, vaccinazione o recupero da COVID-19 – per consentirti di ammirare questo gioiello del Rinascimento settentrionale. Le restrizioni si applicano in tutta la Francia a tutto, dall’ingresso ai ristoranti alla visita alla Torre Eiffel.

Lottando per aumentare i miseri tassi di vaccinazione all’inizio dell’estate, la Francia è stato il primo grande paese dell’Unione europea a iniziare a utilizzare tali permessi. Macron ha poi annunciato a luglio le vaccinazioni obbligatorie per tutti gli operatori sanitari.

Dimostrato di essere efficace. Nelle otto settimane dall’annuncio, il servizio sanitario pubblico francese ha affermato che il tasso complessivo di vaccinazione è passato dal 40% completamente vaccinato al 69%.

Di conseguenza, ho trovato altri acquirenti nel blocco. Giovedì l’Italia, che aveva già chiesto il permesso per diverse attività, ha alzato la posta. Il governo del primo ministro Mario Draghi ha affermato che i lavoratori del settore pubblico e privato dovranno presto mostrare a qualcuno di andare a lavorare. Slovenia e Grecia hanno adottato misure simili, ma l’Italia è la prima grande economia europea a richiedere un permesso COVID per accedere ai luoghi di lavoro in tutti i settori.

L’esperto legale italiano Vitalba Azzolini ha affermato che il permesso sanitario “non è una spinta per vaccinarsi, è una spinta spiacevole”.

Su entrambe le sponde dell’Atlantico, le persone a volte sentivano che una spinta era una spinta.

Negli Stati Uniti c’era molta retorica rabbiosa e manifestazioni sporadiche.

“Tutti dovrebbero avere il diritto di dire ‘no’ a qualcosa e non perdere tutto”, ha detto Candice Gangavi, un’infermiera del Memorial Hermann Healthcare di Houston, in Texas, che aiuta gli altri con consigli su come ottenere un’esenzione dal vaccino. imposto dal datore di lavoro.

READ  I manifestanti del Primo Maggio chiedono maggiori protezioni sul lavoro in mezzo alla pandemia

Nel frattempo, i governatori repubblicani degli Stati Uniti hanno condannato fermamente il mandato di Biden e hanno promesso di intraprendere un’azione legale. Il governatore della Carolina del Sud Henry McMaster ha promesso di combattere il presidente “fino alle porte dell’inferno”.

Biden ha difeso i mandati dicendo: “Il mio lavoro come presidente è proteggere tutti gli americani”.

Italia e Francia hanno visto migliaia di persone scendere in piazza per protestare contro le carte COVID, alcune delle quali hanno provocato scontri con la polizia a Parigi. In Slovenia, mercoledì centinaia di manifestanti anti-vaccinazione hanno lanciato razzi al Parlamento per protestare contro le nuove misure che richiedono un permesso di ingresso COVID per entrare in quasi tutti i negozi, ristoranti e luoghi di lavoro privati.

Il governo ha raddoppiato le sue dimensioni e ha annunciato venerdì che estenderà il requisito ai dipendenti pubblici.

I tassi di vaccinazione sono aumentati da quando sono state annunciate le prime misure.

“Sarei più felice se le persone capissero perché dovrebbero essere vaccinate”, ha affermato Bojana Beovic, presidente del gruppo consultivo del Ministero della Salute su COVID-19. “Ma la cosa principale è che la percentuale della popolazione che è stata vaccinata è in aumento”.

___

Gli scrittori dell’Associated Press Kristina Larson a Washington, Josh Hofner a Phoenix, Angela Charlton a Parigi, Colin Barry a Milano, Dusan Stojanovic a Belgrado, Serbia, e corrispondenti di AP da tutta l’Unione Europea hanno contribuito a questo rapporto.

Copyright © 2021. Tutti i diritti riservati. Questo sito non è destinato agli utenti che si trovano all’interno dello Spazio economico europeo.