Aprile 14, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Sforzi in corso per preservare la Torre Pendente d’Italia (No, non è una)

Sforzi in corso per preservare la Torre Pendente d’Italia (No, non è una)

I funzionari di Bologna, in Italia, hanno annunciato un progetto da 4,7 milioni di dollari per innalzare la Torre Garrisenda.

Il 6 novembre 2023 la vista della Torre di Caricenda da via San Vitale è stata chiusa al traffico. Immagine: Michael Labini/Getty Images.

L’area intorno a una torre pendente in Italia, ma non è così, è stata protetta dalle autorità, che temono che l’edificio sia sull’orlo del crollo.

La Caricenda è una delle due torri costruite tra il 1109 e il 1119 nel cuore di Bologna. Con i suoi 157 piedi di altezza, fa impallidire la sua vicina torre, gli Asinelli, che è alta 230 piedi, sebbene entrambe siano magre. Tuttavia Caricenda ha una pendenza maggiore, inclinandosi con un angolo di quattro gradi.

Nel mese di ottobre i sensori hanno segnalato cambiamenti nell’angolazione della Torre Garrisenda e un indebolimento della sua base, quindi la base delle torri è stata chiusa. BBC. Il consiglio comunale mantiene un’allerta gialla intorno alle torri – indicando cautela, non pericolo immediato – e ha elaborato un piano di protezione civile per proteggere meglio il monumento.

Il 29 novembre Bologna dichiarato Il progetto da 4,3 milioni di euro (4,7 milioni di dollari), parte della “prima fase per rendere Carrizenda sicura”, prevede la costruzione di una “cintura di sicurezza” per catturare i detriti e proteggere gli edifici e le persone circostanti nel caso in cui la torre crolli. La barriera sarà installata con reti paramassi metalliche predisposte con sistemi di ancoraggio a terra.

La costruzione dovrebbe iniziare all’inizio del prossimo anno. La città ha anche lanciato una campagna di crowdfunding per finanziare gli sforzi di conservazione, mentre il suo sindaco, Matteo Lebor, ha presentato una petizione all’UNESCO per designare le torri come Patrimonio dell’Umanità.

Veduta aerea del centro storico di Bologna con le cupole e le torri di San Bartolomeo Asinelli e Caricenda (a destra). Foto: DEA/A. Vergani/Getty Images.

“Non interveniamo perché pensiamo che crollerà da un momento all’altro; interveniamo perché vogliamo che sia sicuro e ripristinato”, ha detto Lepore. Custode. Ha detto che il progetto di conservazione è “un impegno di tutta la città e di persone di tutto il mondo, di Bologna e di uno dei suoi monumenti più importanti”.

Caricenda, dal nome della famiglia che la costruì, raggiungeva inizialmente un’altezza di circa 200 metri, ma venne ridotta nel XIV secolo a causa della resa del suo magro terreno. In epoca medievale, l’installazione di ferriere e di forni da pane all’interno dell’edificio causò ulteriori danni.

Nel corso dei secoli, la torre è stata immortalata nella poesia e nella letteratura da artisti del calibro di Goethe, Giovanni Carducci e Charles Dickens. UN Piatto a Caricenda Nel sonetto Dante ricorda una delle sue allusioni Divina Commedia: “Guardando Caricenda / Dal lato obliquo, Mentre passano le nuvole / Pende come se si sgretolasse.”

Storie più popolari:

Il critico d’arte Jerry Saltz litiga online con la superstar dell’intelligenza artificiale Refik Anatole

Gli antichi maestri della commedia: scopri gli scherzi nascosti in 5 opere d’arte olandesi

Il ritratto reale di Diego Velázquez sarà messo all’asta per la prima volta dopo mezzo secolo

Come guadagnare 191.000 dollari con un dipinto da 4 dollari? Non vuoi

Nel suo debutto a Los Angeles, l’artista sudcoreana Kuimi Ye attinge al sublime della vita quotidiana

Un secolo dopo sono venuti alla luce due rari dipinti del maestro senese Pietro Lorenzetti

Seguimi Notizie su Artnet Su Facebook:

Vuoi restare nel mondo dell’arte? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie, interviste illuminanti e recensioni approfondite che fanno avanzare la conversazione.

READ  L'Italia è pronta a rilasciare un nuovo pacchetto da 5,4 miliardi di dollari per tagliare i costi energetici, dicono i funzionari