Maggio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Sarah Curtis, la nuotatrice italiana infrange record e barriere

Sarah Curtis, la nuotatrice italiana infrange record e barriere

Sarah Curtis, la nuotatrice italiana infrange record e barriere

SAVIGLIANO, Italia, 8 maggio 2024 (BSS/AFP) – Sarah Curtis sarà tra le atlete italiane più giovani alle Olimpiadi di Parigi, ma la sensazione del nuoto adolescenziale è una figura sicura di sé, indifferente alla reazione al suo background di razza mista.

La diciassettenne, le cui prestazioni in piscina hanno fatto paragoni con l’ex campionessa olimpica e mondiale Federica Pellegrini, è stata cresciuta da padre italiano e madre nigeriana nella regione piemontese dell’Italia nordoccidentale, dove razza, etnia e identità sono importanti elemento politico. Campi di battaglia.

In un paese ora guidato dal governo di estrema destra della Georgia Meloni, gli abusi razzisti nei confronti degli atleti sono un problema di lunga data.

Ma Curtis, quattro volte medaglia d’oro ai Campionati Europei Juniores, dice all’AFP di non essere infastidita dal fatto di essere una rara faccia nera nel suo sport.

“Mi considero fortunato a non aver mai avuto una cosa del genere”, dice Curtis.

“Ma se incontrassi qualcuno che vedesse come sono come un problema, non ne farei un grosso problema. Per me non farebbe molta differenza perché non è un mio problema, è un loro problema.”

“Se guardi al mio sport, c’è questo elemento relativo agli atleti neri. Non ce ne sono molti.

“Ma onestamente, non è qualcosa che mi sconvolge troppo. Possono dire quello che vogliono, sono una ragazza nera, e questo è strano. Ma è strano per te, non per me.”

– Obiettivi olimpici –

Curtis, che ha anche provato a giocare a basket nonostante fosse “completamente scoordinata”, “è cresciuta in acqua” dopo che i suoi genitori l’hanno portata in piscina quando aveva due anni.

READ  'Le ragazze possono competere': la cinese Yu fa la storia debuttando nell'hockey su ghiaccio

“L’unica cosa che ricordo quando ero piccolo era che faceva davvero freddo, e onestamente lo odiavo”, ha scherzato Curtis.

Da allora è diventata una delle nuotatrici più brillanti d’Italia, qualificandosi per le Olimpiadi di marzo con un record europeo junior di 24,56 secondi nei 50 metri stile libero.

Quella volta è stato anche un nuovo record italiano, battendo comodamente i 24,72 secondi stabiliti da Silvia Di Pietro, 14 anni più anziana di Curtis, agli Europei 2022 di Roma.

Un mese dopo, Curtis ha nuotato un record mondiale junior di 26,08 secondi nel dorso corto, 0,05 secondi dal traguardo stabilito dall’americana Olivia Smoliga, medaglia d’oro olimpica 2016 e pluricampionessa del mondo.

“Non me lo aspettavo affatto… Pensavo che avrei fatto un tempo mediocre ad aprile, anche se mi sentivo bene… È stato davvero inaspettato perché era un tempo molto veloce. Stavo volando, era era così.” “È stato davvero fantastico”, ha detto Curtis.

Non parla pubblicamente delle sue possibilità a Parigi, dato che il suo allenatore Thomas Maggiora ha detto all’AFP durante uno degli allenamenti di Curtis nella sua città natale, Savigliano, che i Giochi di Los Angeles del 2028 sono il suo vero obiettivo.

“Il mio obiettivo è svilupparmi fisicamente e mentalmente perché le Olimpiadi sono sempre state un mio sogno”, ha detto.

Ha aggiunto: “Quest’anno era un obiettivo, ma lo considero un obiettivo irraggiungibile. Anche solo partecipare sarebbe fantastico”.

– ‘mi fa ridere’ –

“Sono un po’ superstizioso, quindi terrò per me le mie ambizioni personali. Forse è un po’ presto per pensare a vincere una medaglia. Ho un obiettivo più grande per il futuro, ma per ora è arrivare in semifinale -finali o finali.” La finale potrebbe essere qualcosa a cui puntiamo”.

READ  Petra Kvitova afferra la prima vittoria di Eastbourne su Jelena Ostapenko nella finale internazionale di Rothsay | notizie sul tennis

Curtis trova ridicoli personaggi del calibro di Roberto Fanacci, il generale dell’esercito italiano, che ha detto nel suo libro best-seller Il mondo sottosopra che la stella della pallavolo Paola Egonu, i cui genitori erano nigeriani, aveva caratteristiche che “non erano italiane”. .

Nonostante sia stato oggetto di tre indagini separate, di cui una per incitamento all’odio razziale, Fanacci è stato nominato il mese scorso candidato alle elezioni del Parlamento europeo di giugno per il partito italiano di estrema destra della Lega.

“Quando sento questo tipo di commenti, onestamente mi fa ridere e mi fa pensare che siamo un po’ indietro coi tempi (in Italia)”, ha detto Curtis.

“Ma quello che fa un atleta non dipende dal colore della sua pelle. Questi commenti non mi toccano e non mi toccheranno mai.”