Dicembre 9, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

RISTORANTE: Panorami di prima classe + salsiccia italiana e crostini al mascarpone

RISTORANTE: Panorami di prima classe + salsiccia italiana e crostini al mascarpone

PETROGNANO-SEMIFONTE, ITALIA I clienti giudicano i ristoranti in base a molti criteri. Una volta ho letto un sondaggio in cui la maggior parte delle persone valutava il servizio al di sopra del cibo e dell’atmosfera. Ho anche letto uno studio sulla pulizia del bagno tra i primi tre. Pur concordando sull’importanza di tutti questi fattori, ho sempre giudicato un ristorante, prima di tutto, dalla qualità del cibo.

Ho gustato centinaia di ottimi pasti presso le articolazioni e i bar per immersioni che sono stati alcuni dei pasti più memorabili della mia vita. Ho anche cenato in ristoranti raffinati che mi hanno lasciato deluso e desideroso.

Per me è sempre una questione di cibo. ca.

Mangio da vivere. Questa è un’affermazione corretta. È sul mio biglietto da visita ed è su ogni curriculum personale mai pubblicato. Mi considero un “mangiatore di classe mondiale”. Concesso che è una caratterizzazione omonima destinata ad essere un titolo ironico che parla di più della mia capacità di mangiare per abilità culinaria, è comunque sottile. Tengo un diario alimentare e l’attenzione è quasi sempre sulla qualità del cibo nei ristoranti che visito, raramente sull’atmosfera.

Ho conseguito la laurea in Hospitality Management e uno dei principi fondamentali che i miei professori hanno portato a casa quando si è trattato di successo in un ristorante è stato: location, location, location. Ho ascoltato dozzine di lezioni di formatori su come un’ottima posizione manterrà vivo un ristorante, anche se è gestito male. E come una posizione scadente può uccidere un ottimo ristorante. L’ho preso molto sul serio e ho aperto il mio primo ristorante, e molti altri successivi, sulla strada principale della mia città natale con 40.000 visite in auto.

La “posizione” negli Stati Uniti riguarda sempre la visibilità e il traffico, sia a piedi che nel traffico automobilistico. La posizione negli stati è anche correlata al parcheggio e all’accessibilità. Questo mi ha trafitto anche durante le lezioni universitarie, motivo per cui la maggior parte dei miei ristoranti è dotata di un ampio parcheggio.

In Italia, e soprattutto in Toscana, “location” significa qualcosa di completamente diverso.

Quando sono arrivato per la prima volta in questa zona 10 anni fa, mi sono reso conto che la Toscana è molto simile al sud americano e, per molti versi, al Mississippi. È una comunità agricola, ma al posto della soia e del cotone coltivano uva e olive. I toscani, come i mississippiani, apprezzano la famiglia sopra quasi ogni altra cosa. Loro, come noi, danno la massima priorità alla condivisione dei pasti con la famiglia e gli amici. E soprattutto sono – quasi per una persona – gentili, generosi e ospitali.

READ  Ehi Marco Island, stai cercando un posto dove mangiare?

Avevo 18 anni prima di visitare il Delta del Mississippi. Ma una delle prime cose che ho notato quando ero lì in quella visita inaugurale è stata che la gente non ci ha pensato due volte a guidare un’ora per cenare in tre città. Lo apprezzo, fino ad allora. Sono il tipo di persona che non pensa molto a un viaggio di 90 minuti a New Orleans per un ottimo panino, solo per tornare subito a casa.

In Toscana la gente del posto mangia regolarmente i pasti di tre città. Ma non si tratta solo di andare da qualche altra parte. Spesso, si riduce alla lontananza del sito. In nessun luogo questa affermazione è più vera che in Catinetta di Rignatta.

Catinetta di Rignatta è probabilmente il ristorante più lontano che abbia mai visitato. Ho mangiato un sacco di posti fuori mano durante la mia carriera, da remote capanne di montagna in cime innevate in Colorado, a bungalow appartati sul mare sulla spiaggia in Messico, a locali per lo snorkeling buco nel muro nel Delta del Mississippi. Ma nessuno era così fuori mano come Catinetta di Rignatta. Nessuno di loro era così difficile da trovare come la Catinetta di Rignatta. E nessun altro posto si avvicina all’ottimo cibo come Catinetta di Rignatta.

La Catinetta di Rignatta si trova sulle colline toscane alle spalle di un remoto monastero accessibile da una strada a corsia unica, alla fine di un chilometro di strada sterrata piena di buche e polvere, tortuosa, ripida e difficile da guidare per un non quattro ruote anche in una giornata arida. Va contro tutti i dogmi dei ristoranti americani ben consolidati quando si tratta di posizione, posizione e posizione. È un posto che non troverai mai, anche se ti perdi tra le colline toscane. E questa sarebbe la tua perdita perché Catinetta di Rignatta ha la migliore vista di un ristorante di campagna toscana che si possa trovare nella zona. La gente del posto lo conosce. Fanno la guida e fanno i bagagli nei fine settimana.

READ  Il video 3D sostituisce enormi set a Verona mentre i teatri d'opera riprendono completamente | divertimento

Ho già detto che non c’è parcheggio? Nonostante le centinaia di persone che vi vengono a mangiare nei fine settimana, i parcheggi stracolmi giacciono tra gli alberi di un uliveto.

Uso il termine “vista di classe mondiale” più di quanto dovrei, e mi dispiace per questo ora, perché se la vista dal tavolo del ristorante è di classe mondiale e unica, è proprio questa.

Negli anni ho fatto colazione su un tetto con vista sul Tempio di Zeus e sul Partenone di Atene, passeggiando sotto le sequoie della California. Cenare sulle cime delle montagne e sul mare, nei caffè all’aperto in tutta Europa e negli imponenti grattacieli degli Stati Uniti. Ma di tutti quei posti, in tutti quegli anni, e tutti quei pasti, credo che nessuno di loro possa paragonarsi – per la qualità della vista e la lontananza del luogo – al pranzo che ho fatto ieri nella campagna toscana a Catinetta di Rignata.

Questa era la seconda volta che mangiavo lì, ed ero seduto esattamente allo stesso tavolo come ho fatto per la prima volta alcuni anni fa. Ma c’era qualcosa in questa visita che rimarrà con me per il resto della mia vita. C’erano molti degli stessi ragazzi dalla prima visita, ma penso che avere mia moglie e mia compagna di viaggio di lunga data lì per condividere l’esperienza del ristorante di cui le ho parlato per diversi anni ha fatto la differenza.

Catinetta di Rignatta non è solo location e panorama. cibo sul posto. In vero stile toscano, tutto è semplice, essenziale, fresco e coltivato a pochi chilometri dal ristorante. Anguria e prosciutto, pera e formaggio, pecorino e miele e deliziose guarnizioni, e questo è solo l’inizio. Nella maggior parte dei miei ristoranti preferiti, sia in Europa che negli Stati Uniti, posso preparare un pasto completo di diversi piatti partendo solo da antipasti. Catinetta di Rignatta non fa eccezione. Ovviamente non l’abbiamo fatto. Abbiamo ordinato pasta, antipasti, insalata e dessert. Ma avrei potuto smettere di mangiare gli antipasti.

READ  Le gesta di Kylie, i dolci italiani e un presentatore televisivo perduto - Rispondi al quiz del giovedì | Vita ed eleganza

Non so quanti pasti di una vita ho nella testa. ne vorrei centinaia. Tuttavia, a 60 anni, ho imparato ad apprezzare questi momenti indimenticabili con una passione ancora maggiore. Giorni come oggi, con vista sulla campagna toscana, abbinati a una giornata dell’uccellino azzurro, e il cibo perfetto, soprattutto quelli condivisi con le persone che amo, saranno un giorno che non dimenticherò mai.

in poi.

Robert St. John, residente a Hattiesburg, ristoratore, chef e autore. Ha scritto una rubrica su un settimanale sindacato per oltre 20 anni.


Crostini salsiccia e mascarpone

Questa ricetta è stata ispirata da Rosanna, una donna toscana che ha cucinato la cena per un folto gruppo di residenti del Mississippi, milanesi e toscani a Villa Il Santo. Questi sono stati introdotti con il primo corso.

Ingredienti:

• 1 pagnotta di ciabatta, affettata

1/4 di pollice di spessore, circa 16 dischi

• 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva

• 1 libbra di salsiccia italiana macinata

• 1 cucchiaino di aglio fresco tritato

• 1/8 di cucchiaino di spezie macinate

• 1/8 di cucchiaino di chiodi di garofano macinati

• Pizzico di noce moscata

• 8 once. Mascarpone

direzione:

1. Preriscaldare il forno a 300 gradi.

2. Per cuocere i crostini in modo uniforme, disporre le fette di ciabatta in una teglia foderata con carta da forno. Cuocere fino a renderle croccanti, circa 10 minuti. Lasciarla raffreddare completamente a temperatura ambiente.

3. Scaldare l’olio in una padella larga a fuoco medio. Aggiungere la salsiccia e le spezie e mescolare frequentemente fino a metà cottura, circa 3-4 minuti. Scolare bene e mettere da parte a raffreddare a temperatura ambiente.

4. Dividere la salsiccia parzialmente cotta tra i crostini, circa 2-3 Tb ciascuno. Distribuire il mascarpone sopra la salsiccia. Rimettere nella teglia rivestita di carta da forno e finire in forno finché la salsiccia non sarà cotta e il formaggio si sarà sciolto, circa 8-10 minuti.