Maggio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Recensione DVD: The Italian Job di Peter Collinson su Paramount Home Entertainment

Recensione DVD: The Italian Job di Peter Collinson su Paramount Home Entertainment

Pietro Collinson Lavoro italiano è un gioco di caccia comico a ruota libera e senza pretese su una banda di teppisti britannici che progettano di rubare quattro milioni di dollari in oro dalla mafia italiana. Molti dei suoi sottili colpi al patriottismo britannico e agli atteggiamenti isolazionisti nei confronti del resto d’Europa non diventano evidenti se non molto tempo dopo il suo finale aperto, che vede i britannici oscillare tra il rimanere (e morire) in Europa e la fuga dal continente. (Un'eccezione al sottotesto del film, ovviamente, è la performance meravigliosamente dura di Noel Coward nei panni del boss della mafia britannica Mr. Bridger, che sposa la supremazia della regina anche mentre è confinato in una cella di prigione per colletti bianchi.) Michael Caine interpreta un altro scambista con senso di umorismo qui, e si immagina che quell'orribile orgia sia indirettamente suggerita nei primi minuti del film Lavoro italiano Probabilmente sono andato direttamente al taccuino preso in prestito da Mike Myers. Collinson sembra divertirsi a raggruppare ogni dettaglio del film in tre pacchetti: le segretarie, le macchine per la fuga e le avventure sessuali. Mantiene anche la logistica della grande rapina che costituisce l'ultimo terzo Lavoro italiano Emozionante e diverso. Questo non è il primo film a fare un inseguimento in macchina in ambienti strani e nuovi, ma rimane tra i più innovativi (l'inseguimento nelle fogne in realtà culmina). L'intero sciocco ensemble riceve il suo inchino da Benny Hill, che insegue le “grandi donne” in modo da poter afferrare un mucchio dei loro grandi torsi.

Immagine/suono

Forse a causa della pulizia dell'edizione del 30° anniversario avvenuta qualche anno fa, Lavoro italiano Sembra molto bello. Il miglioramento del bordo di scorrimento è l'unico elemento nella colonna dello sconto, altrimenti stiamo parlando di colori solidi, stampa priva di sporco (o almeno priva di sporco) e senza artefatti. Il suono è meglio conservato, anche se il remix surround 5.1 non è così impressionante come si potrebbe sperare (il mix mono restaurato è praticamente buono). Nel complesso, non c'è molto di cui lamentarsi qui.

READ  Matthew McConaughey nel film sul football "The Dallas Sting"; Regia di Carrie Skoglund - Scadenza

Extra

Se dovessi trovare un tipico esempio di come dovrebbe essere un bel set di funzionalità extra di base, potrei prendere in considerazione questo disco. Tutto ciò che si potrebbe ragionevolmente sperare è qui ed è ben prodotto. Il primo è una traccia di commento che abbina sapientemente il produttore del film, Michael Deeley, al compositore del film. La realizzazione di “The Italian Job”, Matteo Campo. Questo abbinamento funziona molto bene, con Field che assume il ruolo di un intervistatore ben studiato che ricorda DeLay. Molte tracce di commento separano il cast dal cast o il cast e la troupe dallo studioso/storico del cinema, di solito risultando in tracce eccessivamente divertenti, tecniche o secche. Questa traccia è un ottimo argomento per accoppiare persone le cui relazioni con il film in discussione sono molto diverse, e spero che più produttori di DVD ne prendano nota. È anche fantastico che ci sia un documentario di un'ora sulla realizzazione del film, diviso in tre parti (basta selezionare Riproduci tutto). Ancora una volta, a differenza di altri DVD che includono sia commenti che documentari, il documentario utilizza parecchie fonti di interviste diverse dalla traccia yak, quindi c'è molta meno sovrapposizione di informazioni. Aggiungi all'elenco delle funzionalità una scena eliminata che vale davvero la pena guardare (con commento opzionale) e un paio di trailer cinematografici e avrai un pacchetto piuttosto completo, attenendosi alle basi. I film di categoria G raramente iniziano suggerendo orge multiple. Coloro che lo fanno dovrebbero essere apprezzati.

Totale

I film di categoria G raramente iniziano suggerendo orge multiple. Coloro che lo fanno dovrebbero essere apprezzati.