Maggio 24, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Massa ha citato in giudizio la FIA e la FOM durante il Gran Premio di Singapore di Formula 1 del 2008

Massa ha citato in giudizio la FIA e la FOM durante il Gran Premio di Singapore di Formula 1 del 2008

Lunedì, i rappresentanti di Massa hanno confermato che un ricorso era stato presentato all'Alta Corte di Giustizia contro le tre parti in quanto il brasiliano, che ha mancato per un punto il titolo piloti di Formula 1 del 2008 a favore dell'allora pilota della McLaren Lewis Hamilton, ritiene che Marina Il risultato della gara di Bay dovrebbe essere invalidato.

È noto che il pilota della Renault Nelson Piquet Jr. è stato coinvolto in un incidente deliberato per far scattare la safety car, consentendo al suo compagno di squadra Fernando Alonso di conquistare la vittoria. Hamilton è arrivato secondo, con Massa che non è riuscito a segnare dopo una sosta fallita quando è andato in testacoda con il tubo del carburante ancora attaccato.

In un'intervista dello scorso anno, Ecclestone affermò che all'epoca erano disponibili informazioni sufficienti per indagare sul caso e ribaltare il risultato.

Tuttavia, l'ex capo della Formula 1 ha poi affermato di non ricordare di aver rilasciato l'intervista.

Secondo una dichiarazione dello studio legale brasiliano Vieira Rezende Advogados, “Il signor Massa cerca di dichiarare che la FIA ha violato i suoi regolamenti non avendo indagato tempestivamente sull'incidente di Nelson Piquet Jr. al Gran Premio di Singapore del 2008, che ha portato a Do it Giusto.”

Nelson Piquet Jr., Renault Team F1R28 colpisce il muro

Fotografia: Sutton Immagini

“Il signor Massa avrebbe vinto il Campionato Piloti quell'anno. Il signor Massa chiede anche il risarcimento dei danni per la significativa perdita finanziaria subita a causa del fallimento della FIA, di cui anche il signor Ecclestone e la FIA erano complici.”

READ  Microsoft Teams potrebbe presto diventare un po 'più privato

Il team legale di Massa ha presentato domande alla FIA e alla FOM, ma le risposte sono state ritardate a causa della pausa estiva del 2023, il che significa che il personale chiave non era disponibile.

La dichiarazione continua: “I tentativi di raggiungere una soluzione amichevole non hanno avuto successo, lasciando al signor Massa altra scelta se non quella di avviare un procedimento legale”.

Anche la FIA è sotto attento esame dopo che un informatore ha affermato che il presidente dell'organo di governo Mohammed bin Sulayem ha tentato di interferire con l'esito del Gran Premio dell'Arabia Saudita 2023 per annullare una penalità assegnata ad Alonso per la sua squadra Aston Martin che ha toccato prematuramente l'auto. Mentre mi fermo.

Bin Sulayem avrebbe anche cercato di impedire che il circuito cittadino di Las Vegas si allineasse in tempo per la gara principale dello scorso anno.

“Gli eventi recenti mostrano naturalmente che le questioni di trasparenza e integrità nella Formula 1 rimangono rilevanti, ed è chiaro che è necessario un lavoro serio per ripristinarne la credibilità e il futuro a lungo termine”, conclude la dichiarazione.

Secondo quanto riferito, Massa chiederebbe un risarcimento compreso tra 60 e 150 milioni di sterline.

La Federal Automobile Federation ha rifiutato di commentare quando contattata da Motorsport.com.

Leggi anche: