Aprile 14, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Marcos rafforza la sicurezza marittima delle Filippine mentre aumentano le tensioni con la Cina

Marcos rafforza la sicurezza marittima delle Filippine mentre aumentano le tensioni con la Cina

MANILA – Il presidente filippino Ferdinand Marcos Jr. ha ordinato al suo governo di rafforzare il coordinamento in materia di sicurezza marittima per affrontare una “serie di gravi sfide” che minacciano l’integrità territoriale e la pace, mentre il conflitto con la Cina si intensifica.

L’ordine esecutivo, firmato il 25 marzo e annunciato il 31 marzo, non menziona la Cina ma arriva sulla scia di una serie di scontri navali bilaterali e recriminazioni su un’area contesa nel Mar Cinese Meridionale.

Pechino rivendica la sovranità su quasi tutto il Mar Cinese Meridionale, un corridoio per oltre 3mila miliardi di dollari di scambi annuali via mare. Le rivendicazioni della Cina si sovrappongono a quelle di Filippine, Vietnam, Indonesia, Malesia e Brunei. La Corte permanente di arbitrato ha affermato nel 2016 che le affermazioni della Cina non avevano base legale.

L’ultima violenza è avvenuta lo scorso fine settimana, quando la Cina ha utilizzato cannoni ad acqua per interrompere una missione di rifornimento delle Filippine alle isole Thomas Shoal II per i soldati a guardia di una nave da guerra che aveva deliberatamente ancorato su una barriera corallina 25 anni fa.

“Nonostante gli sforzi per rafforzare la stabilità e la sicurezza nel nostro dominio marittimo, le Filippine continuano ad affrontare una serie di gravi sfide che minacciano non solo l'integrità territoriale, ma anche l'esistenza pacifica dei filippini”, ha affermato Marcos nell'ordine.

Il 28 marzo si è impegnato ad attuare contromisure contro “attacchi illegali, coercitivi, aggressivi e pericolosi” da parte della guardia costiera cinese. Il suo comando espande e riorganizza il Consiglio marittimo del governo, aggiungendo il consigliere per la sicurezza nazionale, il procuratore generale, il capo dell'agenzia nazionale di coordinamento dell'intelligence e la task force del Mar Cinese Meridionale.

READ  Qual è la scadenza? Come guardi? notizie di calcio

L'ordine sembra espandere il ruolo dell'esercito nominando le Forze Armate delle Filippine, e non solo la Marina, tra le agenzie di supporto del Consiglio.

Il rinominato Consiglio marittimo nazionale sarà l'organo centrale per formulare le strategie necessarie per garantire un quadro “unificato, coordinato ed efficace” per la sicurezza marittima e la consapevolezza del dominio marittimo delle Filippine.

Marcos ha aumentato il numero delle agenzie che sostengono il Consiglio da nove a 13, tra cui l'Agenzia spaziale e l'Istituto per gli affari marittimi e il diritto del mare dell'Università delle Filippine. Reuters