Gennaio 27, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

‘L’Italia ha bisogno di una propria filiera per far fronte alla crisi delle materie prime’ – pv International

Le aziende solari italiane hanno chiesto al governo di trovare una soluzione a lungo termine all’attuale disallineamento tra domanda e offerta di moduli solari e batterie a basso costo.

Interviene Paulo Rocco Viscontini, presidente dell’associazione di categoria Italia Solar rivista pv Sul ruolo chiave che l’esenzione fiscale nazionale ‘super bonus’ gioca a sostegno del fotovoltaico italiano.

“Ora, la cattiva gestione del super bonus farà grandi danni”, ha detto. “Per gestione impropria intendo uno stop. Qual è il prossimo? Abbiamo bisogno di sapere rapidamente e abbiamo bisogno di una pianificazione a lungo termine. Lascia che diminuisca gradualmente; Che sia legato ai livelli di reddito, ma che continui».

edizione cartacea della rivista pv

Raccogliere Ultima versione rivista pv Leggi le numerose soluzioni software che guidano la conversione dell’energia. Consenso sul duro lavoro e sulla sorveglianza dai big data e dall’intelligenza artificiale, avvicinandosi agli standard internazionali e garantendo che le reti elettriche siano protette dagli attacchi informatici e da altre minacce digitali; Bit e byte di soluzioni software svolgono un ruolo complesso e centrale nel sistema energetico.

Fornisce una detrazione fiscale del 110% sul prezzo di acquisto di sistemi tra cui Super Bonus, Pannelli Solari e Risparmio Casa, e le detrazioni verranno utilizzate per gli anni fiscali successivi. Le linee fotovoltaiche e le batterie si qualificheranno purché facciano parte di piani globali per migliorare l’efficienza energetica degli edifici.

Il trasferimento è stato introdotto nel maggio dello scorso anno ed è stato esteso alle zone residenziali per tutto il prossimo anno, prorogato al 30 giugno per altri edifici, è probabile che venga esteso fino alla fine del prossimo anno e i lavori hanno raggiunto una fase adeguata entro la fine di giugno. . I progetti di ristrutturazione dell’edilizia residenziale pubblica fino al 30 giugno 2023 possono richiedere il super bonus con la possibilità di estenderlo fino alla fine del 2023.

READ  I rapporti con la Russia sono buoni, potrebbero migliorare - il ministro degli Esteri italiano - il mondo

Grande bonus

Viscontini ha affermato che non è possibile estendere ulteriormente il super bonus di Roma del 110% e ha suggerito che un piano meno generoso potrebbe fornire un supporto a lungo termine e dimostrarsi più sostenibile per il sole italiano. “Il meccanismo funziona”, ha detto. “Quello che stiamo sottolineando è che ci dovrebbe essere un meccanismo pluriennale. Solo così tutti gli operatori possono investire, costruire e impiegare. Se c’è una scadenza dopo un anno, sarà un lavoro a breve termine con nessuna conseguenza sul mercato del lavoro.

La necessità di super bonus, soprattutto per piccoli progetti in piccole parti del Paese, rende difficile per i residenti trovare aziende per effettuare gli upgrade.

Il presidente Italia Solare ha sottolineato l’importanza della programmazione regionale: “Dobbiamo assumerci la responsabilità delle Regioni. [solar systems are needed] Quanto per tetti e pavimenti? L’emergenza è reale.

fiocco rosso

Garantire rapide approvazioni a livello regionale è una questione importante per il sole italiano, ha affermato Viscontini, aggiungendo che il Paese dovrebbe pensare a investire oltre le misure di performance – dovrebbe anche considerare la produzione fotovoltaica.

“Dobbiamo pensare a una filiera industriale italiana”, ha detto. “Perché non un progetto serio? Il problema è che non sentiamo l’urgenza. Avremmo dovuto investire negli ultimi sette anni. Abbiamo dormito. Ora dobbiamo andare da qualcuno e prendere le materie prime. Acquista aziende cinesi. Compra gli ingredienti e fallo oggi stesso!”

Il capo dell’ente commerciale ha messo in guardia dal farsi distrarre da tecnologie energetiche a basse emissioni come i reattori nucleari modulari. “Abbiamo soluzioni”, ha detto. “Dobbiamo essere pratici. Smetteremo di parlare di nucleare.

READ  Gran parte della Francia e parte dell'Italia diventeranno rosse sulla mappa di viaggio europea

Con i prezzi dei moduli solari in aumento di almeno il 30% negli ultimi quattro mesi, Viscontini ha avvertito che la diffusa domanda di fotovoltaico in Cina potrebbe peggiorare la situazione poiché l’offerta di materie prime si assorbe man mano che la nuova capacità produttiva arriva online.

Bisogno di alzarsi

“Molti prodotti hanno sicuramente un lato negativo”, ha affermato il capo di Italia Solare. “Il materiale più importante, quello con l’effetto più significativo, è il polisilicio. Sono in arrivo alcune nuove funzionalità. Fino a pochi giorni fa pensavamo che le grandi fabbriche in Cina potessero essere la soluzione per un ritorno più economico. Poi è arrivato il rapporto dal governo cinese che se ne stavano andando. [develop solar generation capacity] Nella gamma da 100 GW. Oggi totale [solar] La produzione è di 200 GW all’anno. Che cosa [Chinese solar] I produttori mi dicono: ‘Qui ci sarà una domanda interna così forte, quindi non possiamo. [return to] Anche il prossimo anno è una situazione normale.

Lo stato del mercato solare più grande del mondo rende gli sviluppatori italiani sempre più dipendenti dalle scorte nei magazzini e, secondo il Wisconsin, i nuovi progetti solari da megawatt stanno già affrontando ritardi fino alla primavera per la distribuzione dei volumi. [projects] È troppo tardi per essere d’accordo”.

L’offerta di inverter, perlomeno, è stata molto positiva per Viscontini, con la domanda di dispositivi – e la domanda di batterie – in aumento sulla scia della proroga delle agevolazioni fiscali. “Con un super bonus, l’80-90% degli inverter sono realizzati con batterie”, ha affermato il responsabile di Italia Solare.

READ  Nella nuova serie Netflix italiana "Zero", un eroe nero fa dell'invisibilità il suo superpotere: NPR

batterie

Tuttavia, per quanto riguarda le batterie, l’offerta e il livello dei prezzi sono bassi con l’aumento della domanda di veicoli elettrici. “Finora, i prezzi delle batterie sono rimasti stabili, ma ci si può aspettare un aumento di almeno il 20% nei prossimi mesi”, ha affermato Viscontini.

Poiché i costi logistici, e in particolare i costi di spedizione, salgono a livelli di penalità, l’inflazione dei prezzi del solare sembra inevitabile.

“Abbiamo messaggi su più fronti e restano uniti”, ha detto Viscontini. “Un anno fa un container costava 1.500 dollari [€1,330], Ora viaggia per circa $ 20.000 [€17,700], E colpisce moduli e inverter. “

Questo contenuto è protetto da copyright e non verrà riutilizzato. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@pv-magazine.com.