Dicembre 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’ex consigliere di Donald Trump Steve Bannon si arrende alle autorità e poi giura di far cadere Joe Biden

Steve Bannon si è arreso alle autorità federali statunitensi per affrontare l’accusa di oltraggio dopo aver sfidato un mandato di comparizione di un comitato della Camera che indagava sulla ribellione del 6 gennaio al Campidoglio.

Bannon, un alleato di lunga data dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, è stato arrestato lunedì mattina ora locale e dovrebbe comparire in tribunale nel tardo pomeriggio.

Quando si è costituito, ha trasmesso il procedimento in diretta sull’app di social media conservatrice e ha detto: “Stiamo abbattendo il regime di Biden”.

Il 67enne è stato incriminato venerdì per due accuse di oltraggio penale: una per essersi rifiutata di comparire davanti al Congresso e l’altra per essersi rifiutata di presentare documenti in risposta a una citazione del comitato.

L’accusa è arrivata come un secondo testimone atteso, l’ex capo dello staff della Casa Bianca Mark Meadows, che ha sfidato la sua citazione dal comitato venerdì, e mentre Trump ha intensificato le sue battaglie legali per trattenere documenti e testimonianze sull’insurrezione.

Se la Camera voterà per disprezzare Mr. Meadows, quella raccomandazione sarà inviata anche al Dipartimento di Giustizia per un eventuale atto d’accusa.

A più di 30 persone vicine all’ex presidente è stato ordinato di testimoniare su ciò che è accaduto prima del 6 gennaio, quando migliaia di persone hanno preso d’assalto il Campidoglio nel tentativo di impedire l’approvazione ufficiale del Congresso della sconfitta elettorale di Trump a Joe Biden. .

Gli alleati di Trump non collaborano con le indagini

I funzionari delle amministrazioni democratiche e repubblicane sono stati considerati disprezzati dal Congresso, ma le accuse di oltraggio criminale sono estremamente rare.

L’accusa contro il signor Bannon arriva dopo che una sfilza di funzionari dell’amministrazione Trump – incluso il signor Bannon – ha sfidato le richieste e le richieste del Congresso negli ultimi cinque anni con poche conseguenze.

L’accusa afferma che Bannon non ha comunicato in alcun modo con la commissione da quando ha ricevuto la citazione il 24 settembre fino al 7 ottobre, quando il suo avvocato ha inviato una lettera, sette ore dopo la scadenza dei documenti.

Il signor Bannon, che ha lavorato alla Casa Bianca all’inizio dell’amministrazione Trump e attualmente ospita il podcast sulla cospirazione, è un privato cittadino che “ha rifiutato di testimoniare come richiesto da un mandato di comparizione”. L’accusa diceva.

Quando Bannon ha rifiutato di comparire nella sua dichiarazione a ottobre, il suo avvocato ha affermato che l’ex consigliere di Trump era stato incaricato di non rispondere alle domande degli avvocati di Trump, citando il privilegio esecutivo.

AFP/Reuters

READ  Il Regno Unito si rammarica del `` razzismo dilagante '', dopo che un rapporto ha concluso che 350.000 soldati della prima guerra mondiale non erano stati commemorati