Ottobre 6, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’eruzione del vulcano a Tonga potrebbe aumentare temporaneamente la temperatura globale

New York – quando è Vulcano sottomarino erutta a Tonga A gennaio, la sua eruzione d’acqua è stata massiccia e insolita e gli scienziati stanno ancora cercando di comprenderne gli effetti.

Il vulcano noto come Honga Tonga – Hong Happiha rilasciato milioni di tonnellate di vapore acqueo in alto nell’atmosfera, secondo A Lo studio è stato pubblicato giovedì sulla rivista Scienza.

I ricercatori stimano che l’eruzione abbia aumentato la quantità di acqua nella stratosfera, il secondo strato dell’atmosfera, al di sopra dell’intervallo in cui gli esseri umani vivono e respirano, di circa il 5%.

Ora, gli scienziati stanno cercando di capire come tutta quest’acqua potrebbe influenzare l’atmosfera e se riscalderà la superficie terrestre nei prossimi anni.

“Questo è stato un evento irripetibile”, ha affermato l’autore principale Holger Voemmel, uno scienziato del National Center for Atmospheric Research in Colorado.

Le grandi eruzioni di solito raffreddano il pianeta. La maggior parte dei vulcani emette grandi quantità di zolfo, che blocca i raggi del sole, ha spiegato Matthew Toohy, un ricercatore climatico dell’Università del Saskatchewan che non è stato coinvolto nello studio.

L’esplosione a Tonga è stata molto più forte: l’eruzione è iniziata sotto l’oceano, sollevando una colonna di molta più acqua del solito. Poiché il vapore acqueo agisce come un gas serra che intrappola il calore, è probabile che un’eruzione vulcanica aumenterebbe le temperature piuttosto che abbassarle, ha detto Tohey.

Non è chiaro quanto riscaldamento potrebbe contenere.

Karen Rosenloff, scienziata del clima presso la National Oceanic and Atmospheric Administration, che non è stata coinvolta nello studio, ha affermato di aspettarsi che gli effetti siano limitati e temporanei.

READ  Asteroide delle dimensioni di un grattacielo per sorpassare la Terra

“Questa quantità di aumento potrebbe riscaldare la superficie di una piccola quantità per un breve periodo di tempo”, ha detto Rosenloff in un’e-mail.

Il vapore acqueo rimarrà nell’atmosfera superiore per alcuni anni prima di farsi strada nell’atmosfera inferiore, ha detto Tohey. Nel frattempo, ha aggiunto Rosenloff, l’acqua aggiuntiva può accelerare la perdita di ozono nell’atmosfera.

Ma è difficile per gli scienziati dirlo con certezza, perché non hanno mai visto un’eruzione come questa prima d’ora.

Vojmel ha spiegato che la stratosfera si estende da circa 7,5 miglia a 31 miglia sopra la Terra ed è solitamente molto secca.

Il team di Voemel ha stimato il pennacchio del vulcano utilizzando una rete di strumenti sospesi ai palloni meteorologici. Questi strumenti di solito non possono misurare i livelli dell’acqua stratosferica perché le quantità sono troppo basse, ha detto Voemel.

Un altro gruppo di ricerca ha monitorato l’esplosione con uno strumento su un satellite della NASA. in i loro studipubblicato all’inizio di quest’estate, ha stimato che l’eruzione sarebbe stata più grande, aggiungendo circa 150 milioni di tonnellate di vapore acqueo alla stratosfera, tre volte quello scoperto dallo studio Voemel.

Voemel ha riconosciuto che l’imaging satellitare potrebbe aver notato parti della colonna che gli strumenti a palloncino non sono stati in grado di catturare, rendendo la sua stima più alta.

Ad ogni modo, ha detto, è stata un’esplosione di Tonga A differenza di qualsiasi cosa vista nella storia modernae studiarne le conseguenze può portare a nuove intuizioni sulla nostra atmosfera.