Maggio 26, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le rivali di Serie A Inter e Serie A minacciano di costruire un nuovo stadio lontano dalla città mentre i piani si bloccano

I ritardi del Milan e i piani dell’Inter di lasciare il famoso stadio di San Siro a favore di un’arena di nuova costruzione hanno portato a parlare di club che si allontanano del tutto dalla città.

Le proposte per uno stadio da 65.000 posti da condividere con i top concorrenti sono state avanzate da tempo, ma i colloqui si sono arenati e il presidente del Milan Paolo Scaroni ha lasciato intendere che le idee ora stanno girando per costruire un terreno altrove.

A Radio 24, Scaroni ha detto: “Mi aspettavo qualcosa di più veloce, soprattutto considerando che siamo a Milano”.

premier League

Mourinho dice che aspetta tre lunghi mesi contro il Tottenham

22/02/2020 alle 18:56

“Il nuovo stadio è per tutti, non solo per i tifosi. Tuttavia, siamo consapevoli che la burocrazia in Italia non serve. Inter e Milan hanno la stessa visione e ambizione. Il nuovo stadio è una componente essenziale di una città come Milano ,” Egli ha detto.

Con la prima apertura di San Siro nel 1926, ciascuno dei giganti del Milan è ora desideroso di trasferirsi in uno stadio più moderno, con gli architetti dietro il nuovo design anche responsabili di alcune delle terre più impressionanti d’Inghilterra.

Lo studio di progettazione architettonica globale Populous – che ha anche costruito Wembley, l’Emirates Stadium dell’Arsenal e il Tottenham Hotspur Stadium – è stato scelto per guidare il progetto dopo aver presentato nuovamente i propri progetti nel 2019.

I loro disegni del nuovo terreno che i club milanesi condivideranno sono ispirati all’imponente Duomo della città e, sebbene ospiterà 15.000 tifosi in meno rispetto a San Siro, questo è stato accolto favorevolmente nel tentativo di riportare un’atmosfera migliore per la Serie A e l’Europa partite.

READ  Alex de Minaur vs Jannik Sinner orario d'inizio, aggiornamenti live, punteggio, testa a testa, anteprima

Avendo immaginato per la prima volta che il progetto si sarebbe concretizzato nel cuore della città alla moda italiana, la politica si è messa in mezzo.

Scaroni ha proseguito: «Il problema è che questo progetto è di Inter e Milan, non del Comune di Milano. Uno dei motivi per cui stiamo cercando alternative fuori città è che il progetto sarà più veloce. Abbiamo fretta di possedere un nuovo stadio”.

L’Inter è d’accordo con i compagni, con il direttore Alessandro Antonello che confessa: “Ci rendiamo conto che il sistema non serve, soprattutto nelle infrastrutture sportive”.

Abbiamo bisogno di certezze perché l’incertezza è difficile da accettare per gli investitori. Stiamo aspettando l’approvazione del progetto. Il dibattito pubblico è necessario per la trasparenza, ma altre città europee vedranno uno stadio pronto entro tre anni”, ha affermato.

Nonostante non sia stata rivelata una data obiettivo per il completamento, Antonello afferma che i partecipanti dell’Inter sono aperti anche all’idea di cercare location diverse, dicendo: “Serve un’alternativa perché il nostro obiettivo è quello di avere un nuovo stadio il prima possibile. “

Per quasi un decennio, i club milanesi si sono trovati a lottare per mantenere le aspettative che hanno storicamente mantenuto, non riuscendo a rivaleggiare con la Juventus in patria e lottando per tenere il passo con le competizioni europee.

Tuttavia, il Milan ora è in testa alla Serie A e ha solo quattro punti di distacco (e con una partita in mano) al terzo posto mentre cerca di difendere il titolo. C’è la sensazione che le glorie passate possano tornare in città in modo più coerente, ma a meno che i colloqui non progrediscano presto, i loro sostenitori potrebbero essere costretti a lasciare la città per vedere il prossimo capitolo della loro storia.

premier League

I lupi hanno fatto una fantastica rimonta a Southampton

18/01/2020 alle 18:45