Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le mascherine non vanno da nessuna parte. Allora perché non testare in BETA questa maschera fantascientifica di Razer?

Le mascherine non vanno da nessuna parte.  Allora perché non testare in BETA questa maschera fantascientifica di Razer?

Ho scritto del progetto Razer Hazel ritorno durante il CES Speriamo di vederlo rilasciato sul mercato prima o poi. Dopotutto, le maschere in tessuto e in tessuto sono comode, ma causano anche un po’ di dolore. Anche le migliori mascherine di stoffa (come le mie preferite Maschera sportiva Under Armour) Devono essere lavate regolarmente e le mascherine di carta generano tonnellate di rifiuti (letteralmente).

Il progetto Hazel è ormai fuori fase e gli è stato dato il nome corretto, Razer Zephyr. Il nome è perfetto, evocando tutti i tipi di collegamenti aerei. Letteralmente, zephyr significa “dolce brezza leggera” e si spera che lo otterrai al posto di una maschera piena di condensa.

Cos’è Razer Zephyr?

Il Razer Zephyr prende in prestito molti spunti dal design originale, ma con l’accento sul rendere lo Zephyr conveniente e pratico. Le caratteristiche elencate nel loro comunicato stampa ufficiale includono:

  • Filtri N95 sostituibili
  • Guarnizione facciale sicura in silicone
  • Design trasparente trasparente con rivestimento antiappannamento
  • Illuminazione interna ed esterna (considera l’utilizzo di Chroma per luci interne ed esterne quando fa buio)
  • Design della maschera riutilizzabile

Questo è un po’ corto rispetto all’originale Project Hazel (vedi la prossima sezione per maggiori informazioni su questo) ma è comunque una maschera dura piuttosto bella. Il design ha un cinturino regolabile e si spera che la guarnizione in silicone sia abbastanza generosa da ospitare una varietà di volti (o ci saranno diverse dimensioni disponibili). Questo è qualcosa che ho trovato con le maschere dure rispetto alle maschere morbide, se la maschera è troppo grande o troppo piccola non può essere indossata.

L’efficacia del rivestimento antiappannamento sarà un fattore importante. C’è un motivo per cui la maggior parte delle persone rinuncia alle maschere per finestre morbide per la bocca. Sembra una mattina umida della Florida dopo circa 30 secondi di indossarlo. Non è sicuramente un bell’aspetto. E mentre l’illuminazione è piacevole, se tutto ciò che fa è evidenziare la quantità di umidità intrappolata intorno al tuo viso (disgustosa), non ne vale davvero la pena.

Un cenno all’estetica e al divertimento di Razer nell’originale Project Hazel è l’illuminazione Chroma sulle trombe del ventilatore. Suppongo che questi saranno guidati da app in modo da poter creare effetti e colori diversi (mi piace l’idea di cambiare il colore della mia maschera per riflettere la stagione). Sembra che ciò sia stato verificato dalle immagini ufficiali che mostrano i diversi colori dei LED esterni ed interni.

Razer dice che solo i filtri devono essere sostituiti e che “ha” dura tre volte di più. Immagino che “questa” sia la maschera in generale… il che è un po’ frustrante. Speravo che lo Zephyr fosse una maschera permanente. Sospetto che il flip cap in silicone si degradi nel tempo e non possa essere sostituito con uno nuovo. Se Razer si concentra sull’accessibilità, ha senso. Più parti sostituibili hai, maggiore è il costo. Ma forse è qualcosa che Razer può offrire nei modelli futuri per rendere lo Zephyr più sostenibile.

In cosa è diverso da Project Hazel?

Fortunatamente, il design di Zephyr rispetto a Project Hazel è stato leggermente ridimensionato. È una scelta intelligente. La maschera più piccola è più comoda da indossare tutto il giorno. L’altro cenno al comfort sono i doppi cinturini regolabili invece dei passanti sopra le orecchie del concetto originale.

La cosa interessante sono le cose che Razer non ha menzionato nel comunicato stampa che facevano parte del Project Hazel. Non si fa menzione degli altoparlanti nelle capsule del ventilatore, o se è per questo che le trombe del ventilatore sono passive o attive o meno. I pod passivi senza subwoofer ridurranno sicuramente il prezzo, ma avrai bisogno di un design ingegneristico veramente Bene, in modo che ci sia un flusso d’aria chiaro e la tua voce possa essere ascoltata chiaramente.

Inoltre, non si fa menzione di una custodia di ricarica per sterilizzazione UV. È stato davvero un bel tocco di Project Hazel (e ti evita di dover strofinare la maschera dopo averla indossata). È anche qualcosa di più importante per rendere la maschera il più efficace possibile. Ma, ancora una volta, posso capire se Razer punta a un prezzo più basso, è qualcosa che potrebbe essere facilmente accantonato per la versione iniziale. Si spera che ci sarà una versione 2.0 che reintrodurrà alcune di queste funzionalità mancanti.

Quando posso testarlo?

Detto questo, penso che il Razer Zephyr abbia un bell’aspetto e non vedo l’ora di provarlo sul mio viso. Dopotutto, qual è il punto di vivere in un mondo post-apocalittico se non hai una bella maschera fantascientifica per sembrare la parte?

Razer ha testato lo Zephyr con i suoi dipendenti in tutto il mondo ed è pronto a ricevere più input dal pubblico in generale. Puoi iscriverti alla versione di prova su sito razer.

Non c’è ancora un calendario per quando le parti interessate potranno provare una maschera o un’indicazione di ciò che Razer sta cercando di ottenere da questo dispositivo beta, ma speriamo di saperne di più presto. Ho contattato Razer con domande sui beta test e sulle differenze tra Zephyr e Project Hazel e aggiornerò questo articolo non appena avrò notizie.

READ  Vivaldi Browser ora ha un lettore di posta, calendario e RSS integrato