Novembre 28, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La tempesta tropicale Sitrang inonda le strade del Golfo del Bengala, in Bangladesh, uccidendo più di una dozzina di persone

La tempesta tropicale è andata via Almeno 24 persone sono state uccise Centinaia di migliaia di persone sono fuggite dalle loro case in tutto il Bangladesh.

La tempesta tropicale Sitrang si prepara nel Golfo del Bengala prima di girare a nord verso la vasta costa del paese, innescando evacuazioni di massa dei rifugi per i cicloni.

Forti piogge hanno spazzato il paese per tutto lunedì, inondando molte aree costiere del Bangladesh meridionale e sudoccidentale.

La tempesta si è indebolita martedì pomeriggio, con venti massimi sostenuti di 65 km/h e raffiche di vento fino a 85 km/h.

L’ufficio meteorologico della capitale, Dhaka, che ha registrato venti fino a 88 chilometri orari, ha affermato che il pericolo è passato martedì.

Due uomini più anziani camminano nell'acqua fino alle caviglie sotto un ombrellone mentre altri camminano o vanno in bicicletta dietro di loro.
La pioggia continua ha colpito il paese anche prima che la tempesta arrivasse all’approdo. (Reuters: Muhammed Buner Hussain)

Rehan Mahboob, un funzionario del governo del distretto di Comilla, ha detto che una coppia e la loro figlia di quattro anni sono morte dopo che un albero è caduto sulla loro casa lunedì sera tardi.

Il funzionario ha detto che stavano dormendo ed è morto sul posto.

Somoi TV, con sede a Dhaka, ha riferito che almeno altri 13 sono morti in incidenti separati in tutto il paese.

E i media locali hanno riferito che la maggior parte di loro è morta a causa della caduta di alberi, mentre altri sono morti per il crollo di edifici o per annegamento.

Le persone in paracadute camminano attraverso l'acqua profonda fino alle caviglie su una strada allagata.
A centinaia di migliaia è stato detto di andarsene all’avvicinarsi della tempesta. (Reuters: Muhammed Buner Hussain)

Le linee elettriche e telefoniche furono in gran parte tagliate e le zone costiere furono immerse nell’oscurità.

Circa 8 milioni dei 48 milioni di utenti totali sono rimasti senza elettricità dopo che gli alberi sono caduti e le linee di distribuzione sono state danneggiate o i pali dell’elettricità sono stati distrutti, principalmente nelle aree rurali, ha affermato Nasr al-Hamid, ministro di Stato per l’elettricità e le risorse minerarie.

Ha detto che la distribuzione di elettricità in tutto il paese non sarebbe stata normalizzata fino a mercoledì.

Circa 10.000 case sono state distrutte o distrutte in tutto il paese, secondo il giovane ministro per la gestione dei disastri e i soccorsi Inam Rahman.

Le autorità hanno anche affermato che l’intera portata delle vittime e dei danni non sarà nota fino a quando le comunicazioni non saranno completamente ripristinate.

“E’ stato orribile, sembrava che il mare stesse venendo a prenderci”, ha detto a Reuters Mizan Rahman, residente nel distretto di Bhola.

“Abbiamo passato una notte insonne, non potevamo fare altro che pregare”.

I funzionari hanno consigliato a quasi 32.000 rifugiati Rohingya che si sono trasferiti dai campi a un’isola soggetta a inondazioni nel Golfo del Bengala di rimanere in casa.

“Abbiamo sentito la forza dei forti venti, ma siamo sopravvissuti”, ha detto a Reuters Mohamad Arman, un rifugiato Rohingya.

Lunedì, il governo ha sospeso le operazioni di tutte le navi fluviali in tutto il paese, ha chiuso tre aeroporti e ha ordinato ai pescherecci di tornare dalle profondità del mare e rimanere ancorati nel Golfo del Bengala.

Il Bangladesh è un paese del delta con una popolazione di oltre 160 milioni, soggetto a disastri naturali come inondazioni e cicloni.

AFP/Reuters

READ  I video mostrano unità e missili russi che avanzano verso il confine ucraino