Maggio 13, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La scimmia controlla il computer con il suo cervello Era dell’informazione

La scimmia controlla il computer con il suo cervello  Era dell'informazione

La scimmia gioca a pong con il suo cervello. Foto: fornita

Elon Musk, azienda di interfacce per computer cerebrali Neuralink Ha dato a una scimmia il potere di controllare un computer con il suo cervello.

a video Neuralink ha pubblicato venerdì, una scimmia di nome Pager sta imparando a usare un semplice programma con un joystick, consentendo a due chip impiantati nel suo cervello di decodificare i segnali elettrici inviati quando Pager intende muovere il joystick in una direzione specifica.

Quindi vediamo un dispositivo cercapersone che controlla con successo lo stesso programma nonostante la rimozione del joystick.

Potrebbe anche usare la mente per giocare a una versione del videogioco iniziale di Pong.

“Modellando la relazione tra i diversi modelli di attività neurale e le direzioni di movimento previste, possiamo costruire un modello in grado di prevedere la direzione e la velocità di un movimento in arrivo o previsto”, ha detto Neuralink. Post sul blog.

“Possiamo andare oltre la semplice previsione del movimento previsto probabilmente dato l’attuale modello di attività cerebrale: possiamo usare queste previsioni per controllare, in tempo reale, i movimenti di un cursore del computer”.

Il dispositivo, N1 Link, digitalizza le tensioni di 1.024 elettrodi contenenti segnali nervosi vicino a dove è stato impiantato il microchip: in questo caso, uno nella corteccia motoria sinistra e destra del Pager.

L’attività dei neuroni viene misurata in questo modo dagli algoritmi integrati che rilevano e raccolgono “picchi” prima che i dati vengano trasferiti a un computer vicino tramite Bluetooth che possono essere reinterpretati per controllare comportamenti come lo spostamento del cursore o il ponging sullo schermo.

È la prima offerta di Neuralink dallo scorso anno È avvenuta un’insolita trasmissione in diretta Musk ha mostrato i maiali che sono stati piantati legami con esso.

READ  L'ultima funzionalità di Apple è progettata per aiutarti a trovare le chiavi della macchina o le cuffie smarrite

L’evento dello scorso agosto ha anche confermato i piani di Neuralink di sviluppare un robot chirurgico per semplificare il processo di installazione di questi minuscoli chip all’interno dei crani delle persone.

Mentre i dispositivi devono ancora essere testati sugli esseri umani – o, se testati, Neuralink non lo ha divulgato pubblicamente – Musk ha detto che il primo prodotto, una volta introdotto, “consentirebbe a una persona paralizzata di utilizzare uno smartphone con la mente più velocemente di qualcuno che utilizza il proprio pollice.”

“Le versioni successive saranno in grado di convertire i segnali dai Neuralink nel cervello ai Neuralink nei gruppi di neuroni sensoriali / motori del corpo, consentendo così, ad esempio, ai paraplegici di camminare di nuovo”, ha detto.

“Il dispositivo è impiantato con un cranio e si sta caricando in modalità wireless, quindi apparirai e ti sentirai completamente normale.”

Ancora una volta, Musk promette molta della sua tecnologia futura, ma potrebbe essere il ragazzo che ha fatto un business di successo con razzi riutilizzabili per Volo spaziale economicosabbia Auto elettriche a guida autonoma Le sue affermazioni possono avere più sostanza che pura campagna pubblicitaria.

Neuroscience o Hype nella Silicon Valley

Ma ci sono ancora scettici come Anna Wexler, assistente professore di etica medica presso l’Università della Pennsylvania, che ha cercato di sfatare alcune delle affermazioni dei produttori di un’interfaccia cervello-computer (BCI) tempestiva. Post sul blog la settimana scorsa.

Wexler ritiene che le BCI offriranno poco o nessun valore al consumatore medio, soprattutto se forniscono funzionalità che molti di noi già possiedono con touchscreen e tastiere.

“Mentre scrivere con la mia mente potrebbe essere un ingegnoso trucco da festa, e con un aspetto estraneo,” Cosa, senza mani “in qualche modo, sarebbe pratico per le persone sane usare la loro attenzione focalizzata e consapevole per spostare i cursori e toccare le lettere su una tastiera ? Chiede Wexler.

READ  HTC annuncia le cuffie per realtà virtuale Vive Pro 2 e Focus 3

“Il dispositivo di neurotecnologia deve dimostrare la superiorità rispetto agli attuali metodi di interazione uomo-computer per guadagnare trazione nel mercato”.

Tocca anche le preoccupazioni sulla privacy insite nell’uso di presunti lettori della mente sviluppati da grandi aziende come Facebook, ma è più allarmato dalla possibilità che gli imprenditori della Silicon Valley vendano dispositivi amplificati che funzionano per molto meno di quanto si supponga.

“Siamo ancora nel mezzo di una bolla tecnologica neurale alimentata dal capitale di rischio, che porterà inevitabilmente a un numero crescente di previsioni sul nostro futuro di fantascienza”, ha detto Wexler.

“Quindi, la prossima volta che sentirai un imprenditore tecnologico prevedere che le interfacce del cervello e del computer libereranno l’umanità, ricorda che questi dispositivi non funzionano ancora – o nella – nostra testa, e potrebbero non esserlo presto”.