Settembre 25, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La pop star Goulsen è accusata di “incitamento all’odio e all’inimicizia” dopo che ad aprile è iniziata a circolare una battuta sui social media.

La pop star turca Gulesen è stata arrestata per “incitamento all’odio e all’inimicizia” con una battuta che ha fatto sulle scuole religiose in Turchia, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa ufficiale turca.

La cantautrice 46enne, il cui nome completo è Gulsen Kolaoglu, è stata portata via dalla sua casa di Istanbul per essere interrogata e successivamente arrestata formalmente prima di essere portata in prigione in attesa del processo.

Le accuse si basavano su una battuta fatta da Guelsen durante un concerto di aprile a Istanbul, in cui affermava sarcasticamente che la “deviazione” subita da uno dei suoi musicisti derivava dalla frequenza di una scuola religiosa.

Un video del commento della cantante ha iniziato a circolare online di recente, con un hashtag che chiedeva il suo arresto.

L’arresto ha suscitato indignazione sui social.

I critici del governo hanno affermato che la mossa è stata un tentativo del presidente turco Recep Tayyip Erdogan di rafforzare il sostegno della sua base religiosa e conservatrice prima delle elezioni entro 10 mesi.

Gulson – che in precedenza era diventata un bersaglio nei circoli musulmani per i suoi abiti da palcoscenico rivelatori e per aver alzato la bandiera LGBTQ a un concerto – si è scusata per l’offesa causata dalla battuta, ma ha affermato che i suoi commenti sono stati catturati da coloro che vogliono approfondire la polarizzazione nel Paese .

L’agenzia statale Anadolu ha riferito che durante il suo interrogatorio da parte delle autorità del tribunale, Gulesen ha respinto le accuse di incitamento all’odio e all’inimicizia e ha affermato di “rispettare i valori del mio paese e le sensibilità del mio paese”.

Kemal Kilicdaroglu, il leader del principale partito di opposizione turco, è andato su Twitter e ha invitato i giudici e i pubblici ministeri turchi a rilasciare il cantante.

“Non tradire la legge e la giustizia, libera l’artista ora!” Egli ha detto.

La richiesta di Julsen di essere scarcerato è stata respinta, in attesa dell’esito del processo.

pia generazione

Un portavoce del Partito per la giustizia e lo sviluppo di Erdogan, noto come Partito per la giustizia e lo sviluppo della Turchia, è apparso per difendere l’arresto del cantante, affermando che “incitare all’odio non è una forma d’arte”.

“Prendere di mira un segmento della società con il pretesto dell'”omosessualità” e cercare di attirare la Turchia è un crimine d’odio e uno stigma per l’umanità”, ha affermato un portavoce del Partito per la giustizia e lo sviluppo in un tweet su Twitter.

Il signor Erdogan e molti membri del suo partito islamista al governo sono diplomati in scuole religiose, originariamente istituite per addestrare gli imam. Il numero delle scuole religiose in Turchia è aumentato sotto Erdogan, che ha promesso di allevare una “pia generazione”.

Un’altra pop star turca, Tarkan, conosciuta a livello internazionale per la sua canzone Kiss Kiss, è tra coloro che hanno chiesto l’uscita di Guelsen.

“Il nostro sistema legale, che chiude un occhio sulla corruzione, sui ladri, che infrange la legge e massacra la natura, che uccide gli animali e che usa la religione per polarizzare la società attraverso le loro idee bigotti – ha arrestato Julsen in un colpo solo”, ha detto Tarkan in una dichiarazione su Twitter.

AP

READ  Panico in Nuova Zelanda come pipistrello nativo incluso nel sondaggio Bird of the Year | Nuova Zelanda