Agosto 8, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La McLaren GT 2022 è una nuova ricetta per un classico

La McLaren GT 2022 è una nuova ricetta per un classico

C’è una ragione Il termine “automobilista sportivo quotidiano” esiste. Il motivo è che le auto ad alte prestazioni su misura soffrono di un’intrinseca mancanza di usabilità: sono rumorose, scomode e richiedono condizioni di guida autentiche. Inoltre, sono spesso privi degli accessori a cui siamo abituati e, quando sono inclusi, di solito sono al di sotto della media.

Questi possono sembrare piccoli compromessi per l’opportunità di guidare un’auto ad alte prestazioni, ma prova a spendere fino a $ 200.000 per un’auto che ti rende infelice la metà del tempo. Grazie ai miglioramenti nella tecnologia e nella produzione, il confine tra sport e lusso è più sfumato che mai.

Avere accesso a macchine divertenti è una buona cosa, ma dovresti almeno sentirti diverso per il tuo pendolare di tutti i giorni. Poche auto sportive moderne si differenziano meglio della McLaren Automotive, tanto che ero un po’ preoccupato che la sua ultima vettura, la McLaren GT, perdesse quelle caratteristiche speciali come risultato di rendere l’auto più accomodante. Mentre alcuni degli spigoli sono stati ammorbiditi, nel bene e nel male, la sontuosa revisione è stata un po’ esagerata, ma rimane il fascino caratteristico della McLaren.

Dadi e bulloni

Le portiere della McLaren GT si aprono

Crediti immagine: Alex Kalogiani

La McLaren GT è un’auto a motore centrale a due posti a trazione posteriore che funge da modello base per la McLaren Automotive. È alimentato da un V8 biturbo da 4,0 litri, una variante del motore che si trova su altri modelli della gamma con turbocompressori più piccoli. Questa ridondanza riduce la potenza totale in uscita, ma fornisce meno potenza nella gamma di giri, rendendo più facile raggiungere la potenza di picco prima. Genera 612 cavalli e 465 piedi per libbra di coppia che viene diretta alle ruote posteriori tramite una trasmissione a doppia frizione a sette velocità.

Con l’aiuto del cruise control, la McLaren GT può scattare da 0 a 60 in 3,1 secondi e può raggiungere i 203 mph.

Come con tutte le McLaren, la GT è costruita su un telaio in fibra di carbonio che contribuisce al suo peso leggero di 3.384 libbre. È inoltre dotato di un sistema di sterzo elettroidraulico, che contribuisce notevolmente a fornire una sensazione di guida eccezionale. Funziona tutto su uno smorzamento adattivo e ruote anteriori da 20 pollici e ruote posteriori da 21 pollici.

Come GT, la McLaren è per unità estese, quindi la sua caratteristica distintiva è di 14,8 piedi cubi di spazio di archiviazione situato dietro il guidatore e sopra il motore montato al centro.

Dispone inoltre di un cruscotto Active Dynamics che consente ai conducenti di personalizzare il comportamento dell’auto, un sistema audio Bowers & Wilkins da 1.200 watt e l’ultima versione del sistema di infotainment McLaren. Questo è il cuore dell’interfaccia utente della McLaren GT ed è alloggiato nel touchscreen da 7 pollici al centro della plancia. Oltre alle funzioni di intrattenimento, si accoppia con i dispositivi mobili tramite Bluetooth, fornisce l’accesso ad alcune impostazioni del veicolo come l’illuminazione ambientale e dispone di un navigatore satellitare HERE.

READ  Microsoft combina le app di OneNote in un'unica visualizzazione

Questo display è supportato da un quadro strumenti digitale da 12,3 pollici dietro al volante. Alcune delle informazioni di cui sopra vengono inviate a quella schermata, come le indicazioni stradali passo-passo, sebbene la sua funzione principale sia quella di fornire informazioni istantanee sul comportamento del veicolo. Naturalmente sono disponibili il tipico tachimetro e contagiri, ma ci sono anche display per la pressione dei pneumatici e altri indicatori di stato. Questo display si riconfigura in base alla modalità di guida per ottimizzare il posizionamento di informazioni più vitali in corsia o in configurazione dinamica.

L’esperienza utente

La grande missione della McLaren GT è bilanciare meglio la dinamica di guida per la quale le McLaren sono famose con il comfort. Ogni produttore di auto sportive tratta questo piatto speciale con la propria ricetta e, da parte sua, McLaren Automotive attribuisce la sua efficienza e leggerezza alla sua facilità d’uso. La McLaren GT dovrebbe essere la sua auto più accessibile, ma per fortuna, il tocco di raffinatezza in più non batte la McLaren Umami premium sottostante.

Scivolando sotto le porte a diedro e nella GT si scopre un abitacolo altamente orientato. I due comodi sedili sono divisi da un bracciolo estremamente compatto e l’abitacolo sparso è dominato da un volante in pelle e acciaio affiancato da due leve del cambio al volante. E dietro c’è il già citato quadro strumenti digitale da 12,3 pollici a cui si accede da uno dei pochi steli che sporgono dal piantone dello sterzo. Un touchscreen da 7 pollici si trova sopra il pannello delle dinamiche attive e guida i pulsanti di selezione mentre gli altoparlanti Bowers & Wilkins ti fissano attraverso le porte come l’occhio di un falco.

Interni della cabina della McLaren GT

Interni della cabina della McLaren GT

Crediti immagine: Alex Kalogiani

Tutto questo è la prima indicazione che la McLaren GT non si allontanerà troppo dalle sue origini da auto sportiva: questa cabina è praticamente identica a quella della 570S. Naturalmente, ci sono lievi differenze, incluso il suono aggiuntivo sconcertante. Ma si può passare da un’auto all’altra ed essere difficile trovarle.

Il prossimo è provare le emozioni di un veicolo appositamente costruito. Tutti i tocchi di lusso non possono nascondere il fatto che sei seduto in una monoscocca in fibra di carbonio in un’auto pronta per la gara.

La McLaren GT è irrequieta. Una volta che il V8 biturbo è pronto e funzionante, quella è la tua colonna sonora per tutto il viaggio e dannati Bowers & Wilkins. D’ora in poi, la McLaren GT richiede al pilota di concentrare il laser sull’atto di guidare, poiché nessuno dei fanatici che eravamo abituati a fare nel traffico di tutti i giorni non volerà. Il feedback sullo sterzo abbonda, i freni richiedono un appoggio molto pesante e gli attributi dall’aspetto sportivo dell’auto sportiva oscurano gran parte della vista posteriore.

READ  Ubisoft interrompe il supporto per Watch Dogs Legion

Quando la GT può correre, si entusiasma per la sua accelerazione e la sensazione tra tutti i sistemi che tengono in corsa la McLaren è chiara. Il suo sterzo elettroidraulico comunica perfettamente le condizioni della superficie stradale e il suo peso offre ai conducenti qualcosa di sostanziale da abbracciare. Questo sistema si sente più reattivo al servosterzo completamente elettronico a cui siamo abituati, è più pesante e più pesante, ma meccanicamente, non solo con una resistenza meccanica preprogrammata. Lo stesso vale per le sospensioni e gli ammortizzatori attivi, poiché è facile sentire ogni parte della McLaren GT fare il suo lavoro.

Il modo in cui svolge il suo compito è determinato anche dalle impostazioni della dinamica attiva. Due manopole di controllo e di alimentazione hanno ciascuna tre impostazioni, normale, sport e pista. Normal è l’impostazione di guida più flessibile, che rende la guida dell’auto il più confortevole possibile con tutta la consueta assistenza alla guida e con il motore al massimo. La Sport rende la manovrabilità complessiva dell’auto più aggressiva e facilita un po’ di controllo della stabilità, e aumenta anche la risposta dell’acceleratore, oltre a far convergere la trasmissione alle marce inferiori. La pista è dove la McLaren è più aggressiva: manovrabilità? rigido. controllo di trazione? Di. Motore e trasmissione? Non vincolato.

Uno dei tratti più interessanti della McLaren GT e sicuramente quello che condivide con il suo super fratello 570S, c’è molto poco nel modo in cui la mano elettronica tiene. Questa mancanza di una rete di sicurezza computerizzata richiede una maggiore applicazione dell’abilità del conducente, e quindi rende le manovre chiare altamente gratificanti, così come rende snervante lo slittamento. Pensa all’esperienza come se fosse una via di mezzo tra una Lotus Evora e un’Audi R8 V10.

Vivere La Vida Macca

Per quanto eccitante sia vivere la vita sul filo del rasoio con una McLaren GT, i pezzi intermedi soccombono all’ostilità del tipico utente di supercar. Una serie di sensori di parcheggio e una telecamera di backup facilitano il posizionamento della tua preziosa GT, così come la funzione di sollevamento del naso a pulsante, che è un enorme sollievo.

Questo allevia alcune delle tipiche frustrazioni quotidiane nelle auto sportive, ma il vero cuore dei problemi della GT risiede nella parte anteriore dell’auto.

Data la qualità meccanica dell’auto, il sistema operativo sviluppato internamente è un punto debole particolarmente evidente. La McLaren lo sa. Onestamente, era peggio.

READ  Hideo Kojima non ha alcun interesse a vendere Kojima Productions a Sony

Il sistema di infotainment II a 10 core è più veloce e reattivo rispetto alle unità delle precedenti vetture McLaren. Scorrimenti familiari e funzioni di pizzico e zoom semplificano l’utilizzo del touchpad, anche se trovare il menu desiderato è un’altra questione. Spesso, sarà necessario un copilota dal lato del passeggero che gli presti l’attenzione necessaria o che l’autista abbandoni la strada per sistemare le cose. Potrebbe essere qualcosa di semplice come cercare di individuare la sorgente di ingresso della musica, ma è più frustrante quando si tratta di navigazione.

Nonostante l’aggiornamento, il sistema integrato sembra ancora meno intuitivo e limitato dagli standard attuali. Tocca il titolo e se lo trova, ci sono modi limitati tra cui scegliere, se ci sono alternative. Devia dal percorso e insisterai ostinatamente a ritrovare la strada del ritorno molto prima di decidere di riorientarti. Ci sono stati anche casi in cui dati stradali imprecisi ci hanno spinto in giro, indirizzandoci a correre su strade che non esistevano, o talvolta non riconoscendo quelle che esistevano.

Poiché la GT non è compatibile con Apple CarPlay o Android Auto, i conducenti sono sfortunati quando si tratta di sistemi di navigazione alternativi come Google Maps o Waze. In effetti, le dimensioni e l’orientamento del pesante touchscreen senza cornice rispecchiano le dimensioni di uno smartphone e abbiamo desiderato molte volte di poter semplicemente aspirare il nostro telefono sopra di esso solo per trovare la strada di casa.

Ciò non fa ben sperare per un veicolo pensato per lunghi viaggi e i 14,8 piedi cubi di spazio di archiviazione non funzionano come previsto. Lo spazio extra sulla parte superiore del motore significa che tutto ciò che viene posizionato su di esso è esposto a una grande quantità di calore. È ottimo per un paio di pattini, ma non per merce come l’elettronica.

La McLaren GT è una vera auto sportiva e nessuna delle sue modifiche o messa a punto la toglie a questo. In effetti, probabilmente non vanno abbastanza lontano per differenziare significativamente questa vettura dalle altre nella formazione o per salire al proprio titolo Grand Tourer. Questo è certamente il caso quando si tratta di tecnologia.

La McLaren avrebbe potuto mantenere tutto meccanicamente identico alle sue auto gemelle e la GT potrebbe distinguersi con un’interfaccia più robusta e facile da usare adatta ai viaggi su strada, mappatura più semplice, schermi più grandi per un accesso più facile, telecamere di parcheggio a 360 gradi e maggiore compatibilità con i dispositivi mobili moderni, per citare alcune delle funzionalità che desideriamo. Così com’è, la McLaren GT da $ 205.000 è una vera auto sportiva entry-level che si attiene ai classici.

Offre l’esperienza completa, ma in termini di tecnologia è un passo laterale.