Febbraio 25, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Francia accetta la nave di salvataggio dei migranti Ocean Viking rifiutata dall’Italia

Sospensione

Il calvario di settimane per i richiedenti asilo bloccati in mare si è concluso venerdì, quando il governo francese ha concesso un rifugio sicuro alla nave di salvataggio Ocean Viking nella città meridionale di Tolone.

Ma quella non fu la fine dei combattimenti tra i funzionari francesi e il nuovo governo italiano di destra, che in precedenza aveva rifiutato di far attraccare la nave. E potrebbero esserci maggiori divisioni in arrivo poiché il nuovo Primo Ministro italiano Giorgia Meloni mantiene gli impegni presi in campagna adottando una linea dura sull’immigrazione clandestina, risollevando una questione che l’Unione Europea non ha completamente risolto.

Più di 230 persone a bordo dell’Ocean Viking, tra cui più di 50 bambini, sono state salvate dall’organizzazione no profit SOS Mediterranee tra la metà e la fine di ottobre mentre tentavano di attraversare il Mediterraneo su navi più piccole. Francia evacuata Tre passeggeri malati Giovedì in elicottero, prima che il ministro dell’Interno francese Gerald Darmanin affermasse che il suo governo avrebbe preso una decisione “straordinaria” per consentire agli altri di sbarcare e valutare le loro richieste di asilo in Francia.

La vittoria della destra in Italia prevede rapidi cambiamenti nell’immigrazione

Ma i funzionari francesi hanno detto che è “riprovevole” che l’Italia abbia ignorato le ripetute richieste della nave di entrare in porto. Accusano il governo italiano di violare gli obblighi internazionali accettando imbarcazioni in pericolo nel porto più vicino. Hanno minacciato “gravi conseguenze” per le relazioni tra Francia e Italia, a cominciare dalla sospensione della partecipazione della Francia al piano di ridistribuzione in base al quale ha accettato di accogliere almeno 3.000 immigrati dall’Italia.

READ  Zegna si quota in borsa con un accordo SPAC da 3,1 miliardi di dollari

Venerdì Meloni ha definito “incomprensibile e ingiustificata” la reazione francese.

I governi italiani hanno sostenuto per anni che il loro paese sopporta un onere sproporzionato come gateway per i migranti che cercano di raggiungere l’UE e che altri membri dell’UE non sono intervenuti adeguatamente.

La Meloni sembra disposta a insistere molto di più sul caso rispetto al suo predecessore, Mario Draghi.

Una delle sue principali promesse elettorali prevede un “blocco navale” guidato dall’Europa nel Mediterraneo, oltre a identificare luoghi al di fuori dell’Unione Europea in cui i potenziali rifugiati e richiedenti asilo possono essere controllati senza compiere il pericoloso viaggio che Ha causato migliaia di vittime negli ultimi anni.

Ma limitare l’accesso ai porti è la prima manifestazione della sua posizione sull’immigrazione illegale.

I paesi europei decidono con riluttanza cosa fare per i migranti soccorsi – fino alla prossima volta

Oltre a negare l’Ocean Viking, questo mese le autorità italiane si sono impegnate in prolungati scontri con altre tre navi di soccorso – Humanity 1, Rise Above e Geo Barents – prima ignorando le richieste di soccorso, poi permettendo solo ai più vulnerabili di sbarcare, prima di permettere infine alle persone di sbarcare. spento.

I gruppi di soccorso hanno minacciato un’azione legale.

Il presidente francese Emmanuel Macron, un centrista, non è così estremo nella sua posizione sull’immigrazione come Meloni, ma sta tracciando un confine tra i migranti economici e coloro che sono effettivamente rifugiati. È sotto pressione dall’estrema destra nel suo paese.

Il politico di estrema destra Eric Zemmour ha descritto la decisione di accettare l’Ocean Viking come un “segnale orribile ai trafficanti” che incoraggerebbe più traversate attraverso il Mediterraneo. Il partito di estrema destra di Marine Le Pen ha chiesto una commissione speciale al Parlamento europeo per indagare sui possibili collegamenti tra i trafficanti e le ONG che salvano i migranti in difficoltà.

READ  ASX cade dopo il crollo dei mercati globali; Fortescue acquisisce Williams Advanced Engineering

Funzionari a Parigi sembravano consapevoli delle critiche interne all’estrema destra questa settimana, scegliendo il porto militare di Opsrat come destinazione della nave, dichiarando che gli arrivi sarebbero stati interrogati dal servizio di sicurezza antiterrorismo e giurando di espellere chiunque non incontrasse asilo o speditamente. Criteri di alloggio. Due terzi delle persone a bordo saranno trasferiti in altri paesi ospitanti.

La Francia richiama il suo ambasciatore in Italia, insolito battibecco tra alleati europei

L’Unione europea non è stata in grado di concordare un piano globale per affrontare la migrazione, mettendo invece in atto un mix traballante di regole e impegni più informali per ridistribuire i migranti all’interno del blocco delle 27 nazioni.

Il ricercatore francese sull’immigrazione Mathieu Tardis ha affermato che il precedente accordo della Francia di accogliere almeno 3.000 persone dall’Italia faceva parte di uno sforzo per “fornire garanzie all’Italia” e per far avanzare i negoziati che sono stati bloccati dalla resistenza di Ungheria e Polonia. “Ora, tutto viene messo in discussione”.

Le tensioni fanno presagire male anche per le più ampie relazioni franco-italiane, che erano fiorite sotto Draghi a tal punto che alcuni speravano che sarebbero diventate un nuovo fulcro della politica europea. un L’incontro del mese scorso tra Macron e il neoeletto Meloni Hanno suggerito che potrebbero essere in grado di costruire un solido rapporto di lavoro, nonostante le loro differenze politiche. Entrambi i paesi sopportano un pesante fardello del debito, che li ha resi alleati naturali su molte questioni economiche.

Questa settimana, Luigi Scatteri, ricercatore senior presso il Center for European Reform, ha affermato che questa settimana “ha cambiato rotta in modo quasi drammatico”, aggiungendo che l’escalation degli attuali disaccordi potrebbe riportare le relazioni alla “fase più oscura delle relazioni italo-francesi”. nella memoria recente.

READ  Le aziende italiane a Vicenza sanno della contrattazione militare | Articolo - Merce

Nel 2019, la Francia ha richiamato il suo ambasciatore in Italia dopo una serie di controversie che includevano l’immigrazione, oltre a un incontro di un viceministro italiano con manifestanti “gilet gialli”. Mentre i rapporti tra Roma e Parigi si sono raffreddati, alcuni analisti prevedono una dinamica più complessa con la Meloni al potere, dato che i membri del suo partito lamentano da tempo quello che vedono come un controllo ineguale francese e tedesco dell’Europa.

Roma potrebbe anche diventare più esplicita su quelli che alcuni chiamano i doppi standard del governo francese.

Calais, famosa per i suoi campi profughi con tende, ospita gli ucraini in un ostello sulla spiaggia

Dopo anni passati a perseguire una strategia per scoraggiare gli immigrati illegali, anche smantellando i loro campi a Calais o mandandoli Riportali in ItaliaLa Francia, affermano i gruppi per i diritti umani, non può rivendicare una posizione morale così alta come vorrebbe.

“Tutti sono ipocriti”, ha detto Paolo Modogno, ricercatore specializzato in Italia presso l’Università di Paris Sciences Po. “Ma ancora una volta, è un problema davvero difficile da affrontare”.

Harlan ha riferito da Venezia.