Agosto 10, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Cina ha dimezzato il tempo di quarantena COVID-19 per i viaggiatori internazionali

La Cina ha ridotto della metà i tempi di quarantena per i viaggiatori in arrivo in un significativo allentamento delle restrizioni COVID-19 che hanno ostacolato i viaggi transfrontalieri e hanno portato a voli internazionali che operano solo al 2% dei livelli pre-pandemia.

La National Health Commission (NHC) ha affermato che la quarantena per i viaggiatori internazionali è stata ridotta da 14 a sette giorni e il successivo monitoraggio sanitario domiciliare ridotto da sette a tre giorni.

Pechino e Xiamen hanno già ridotto il periodo di quarantena dell’hotel a 10 giorni all’inizio di questo mese.

Li Chenglong, vice capo del Dipartimento per il controllo e la prevenzione delle malattie, ha detto in una conferenza stampa che i cambiamenti non erano per “rilassare la nostra guardia, ma per aumentare e standardizzare i requisiti”.

“Dobbiamo rendere le misure di controllo del COVID-19 più scientifiche e accurate, utilizzare appieno le risorse per garantire una risposta più efficiente all’epidemia e trovare un equilibrio tra il controllo dell’epidemia e lo sviluppo economico”, ha affermato.

La nuova polizza arriva come un sollievo per Chong Guang Lin, un uomo d’affari cinese-australiano i cui affari richiedono frequenti viaggi tra i due paesi.

“Questa è sicuramente una buona cosa – ha detto – In passato la quarantena era lunga e il costo era alto”.

Uomo d'affari di Chongguan Lin seduto su una sedia a una conferenza
Zhong Guanglin afferma che è probabile che la Cina apra i suoi confini mentre il resto del mondo entra nell’era post-COVID. (In dotazione: Zhou Guang Lin)

Anche le lobby commerciali statunitensi, britanniche ed europee in Cina hanno accolto favorevolmente le nuove regole di quarantena.

“Speriamo che funzioni per aumentare gli scambi commerciali e arginare il flusso di talenti internazionali, alcuni dei quali stanno arrivando dopo tre anni di separazione da familiari e amici all’estero”, ha affermato la Camera di commercio britannica in Cina.

Il cambiamento riflette il periodo di incubazione relativamente breve da due a quattro giorni per la variante Omicron, il che significa che la maggior parte dei casi può essere rilevata entro una settimana, ha affermato Wang Liping, ricercatore di malattie infettive presso il Centro cinese per il controllo delle malattie.

George Liu, un esperto di salute pubblica presso la La Trobe University, ha detto alla ABC che la riduzione del periodo di quarantena era “basata sull’evidenza” perché gli scienziati ora comprendono meglio Omicron.

foto del Professor Giorgio Liu
George Liu afferma che i governi locali potrebbero anche avere le proprie restrizioni COVID e regole di quarantena.

Nonostante l’adesione della Cina alle rigorose misure anti-COVID, come i rigorosi blocchi a Shanghai, il professor Liu ha affermato che il “grande argomento” nel discutere la politica cinese ora è “come evitare di essere prepotenti” nella gestione del virus.

“[Relaxing the quarantine time is] Un riflesso della determinazione del governo a ridurre al minimo l’impatto negativo [of COVID restrictions] sulle attività sociali ed economiche.

Ci sono ancora barriere per viaggiare

Yan Wei, una madre di Melbourne che è tornata nella sua città natale di Shanghai più di due anni e mezzo fa, ha detto che non era ancora pronta per recarsi in Cina.

READ  Il Tower Bridge "bloccato" dopo un grave fallimento