Agosto 4, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

IPS e super penne sullo schermo Crime and Thriller movie on Covid | Notizie Calcutta

IPS e super penne sullo schermo Crime and Thriller movie on Covid |  Notizie Calcutta
Calcutta: un ufficiale dell’IPS, noto per la sua interpretazione di una stella gigante in una popolare serie bengalese, ha scritto un thriller sul crimine sullo sfondo della pandemia. Secondo lui, la mancanza di un’autopsia nei sospetti decessi per Covid ha lasciato spazio ai criminali di tutto il mondo per farla franca con un omicidio a sangue freddo. Questa storia di COVID-19, ambientata in Europa, viene ora trasformata in un film.
I poliziotti che si comportano a Tollywood non sono una novità. Ma Prasun Banerjee è probabilmente il primo ufficiale dell’IPS a interpretare regolarmente un poliziotto in un’enorme macchina bengalese. Già nel 2007 Banerjee aveva frequentato uno stage di tre mesi dalle Nazioni Unite in Italia. “Quando l’epidemia era al culmine in Italia, ho visto immagini orribili di cadaveri accatastati fuori dagli ospedali poiché gli obitori erano pieni. Un amico poliziotto italiano mi ha detto che le infrastrutture sanitarie lì erano completamente crollate. Nessuna autopsia è stata eseguita a causa dell’alto numero di morti pedaggio”, ha detto DIG, Barasat Range, DIG. .

Prasun Banerjee in uno screenshot dadesiderio opaco
Come poliziotto, Banerjee era consapevole che ogni morte innaturale necessitava di un’autopsia. “La paura è la chiave nel caso di Covid. Ovunque nel mondo, c’è la possibilità che un killer disponga di un cadavere come sospetto Covid. Nessuno lo toccherà per paura della contaminazione. Quindi, la pandemia offre effettivamente un’opportunità per gli assassini di regolare i conti in questo modo”, ha aggiunto Banerjee.
Ha iniziato a scrivere la sua storia dopo la sua conversazione con il poliziotto italiano nel 2020. “Se non ci fosse l’autopsia, il caso non potrebbe nemmeno essere trattato come un omicidio. Ho pensato che questo fosse il momento perfetto per un dramma di vendetta. Gireremo a Calcutta, tranne che la computer grafica farà il resto.
Subrata Sen, che dirigerà il film, è “incuriosito” dalla sceneggiatura. “Penso che possa inventare una storia del genere solo grazie al suo background da detective. Ho intenzione di iniziare le riprese il mese prossimo. L’ho visto recitare in teatro e l’ho scelto come giovane giornalista in questo film”.
Prima di iniziare a lavorare al film, Banerjee è impegnato nelle riprese del ruolo dell’ufficiale IPS Avimanyu Dasgupta per Desher Mati. Ha recitato in quattro spettacoli e ha partecipato ad alcuni documentari e cortometraggi. Ha anche diretto un documentario, Paradise Lost: From Dazzle to Despair, sull’ascesa e la caduta del regime di Zamindari nel nord del Bengala.
Quando gli è stato chiesto della sua abilità di gestione del tempo, ha detto che è addestrato a dividere le sue priorità. “I creatori, Saibal Banerjee e Leena Gangopadhyay, sono stati così gentili da adattarsi ai miei tempi. Di solito scatto una volta alla settimana dopo le 5:30 di sera”. Fortunatamente, non ha ancora dovuto lasciare il set per intercettare una banda. Solo una volta ha dovuto annullare una sparatoria dopo essere dovuto fuggire dopo essere stato coinvolto in un grave incidente sulla Prasat Expressway.

READ  ESCLUSIVO: Il regista Adam Lyon parla di 'Italian Studies' al Tribeca Film Festival [Video]