Ottobre 26, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il tribunale degli Stati Uniti annulla la condanna per l’omicidio dell’agente di polizia che ha sparato a Justin Dammond | Justin Dammond

Un tribunale Usa ha ribaltato la sentenza di omicidio di terzo grado nei confronti del primo Minneapolis L’agente di polizia Mohamad Nour per aver ucciso ingiustamente la donna australiana Justin Dammond.

Noor è stata condannata per omicidio di terzo grado e omicidio colposo di secondo grado nella morte del 2017 di Justin Roszyk Dammond, una doppia cittadina statunitense-australiana che ha chiamato il 911 per segnalare una possibile aggressione sessuale dietro casa sua.

È stato condannato a 12 anni e mezzo di carcere per omicidio premeditato ma non per omicidio colposo.

Il Minnesota La sentenza della Corte Suprema significa che la sua condanna per omicidio è stata annullata e il caso tornerà al tribunale distrettuale, dove sarà condannato per omicidio colposo. Aveva già scontato oltre 28 mesi della sua condanna per omicidio.

Se viene condannato a quattro anni di carcere per omicidio colposo, alla fine di quest’anno potrebbe avere diritto alla libertà vigilata.

La corte ha anche chiarito nella sua sentenza cosa potrebbe essere considerato un omicidio di terzo grado, o un omicidio corrotto, affermando che la legge non si applica se le azioni dell’imputato sono rivolte a una persona specifica.

Caitlinrose Fisher, un avvocato che ha lavorato all’appello di Noor, ha affermato di essere grata che la Corte Suprema abbia chiarito la legge e sperava che avrebbe portato a più giustizia e coerenza nelle accuse.

“Abbiamo detto fin dall’inizio che questa è stata una tragedia ma non è stato un omicidio, e ora la Corte Suprema lo approva e lo riconosce”, ha detto.

Anche il team di difesa di Nour ha rilasciato una dichiarazione congiunta, dicendo che “l’equità è stata consegnata” e Noor non vedeva l’ora di abbracciare suo figlio il prima possibile.

L’avvocato della contea di Hennepin, Mike Freeman, il cui ufficio ha portato il caso, ha affermato di non essere d’accordo con l’analisi della Corte Suprema, ma ha dovuto accettare la decisione.

Freeman ha detto che la condanna per omicidio colposo di secondo grado era giusta.

Le lettere lasciate al fidanzato di Dammond non sono state immediatamente restituite e un’e-mail inviata alla sua famiglia in Australia è stata restituita con una risposta automatica.

Il verdetto potrebbe fornire all’ex ufficiale di Minneapolis Derek Chauvin motivi per appellarsi alla sua condanna per omicidio di terzo grado per la morte di George Floyd nel maggio 2020.

Ma questo non avrebbe un grande impatto su Chauvin perché è stato anche condannato per l’accusa di omicidio di secondo grado più grave e sta scontando 22 anni e mezzo con l’accusa.

Gli esperti dicono che è improbabile che Chauvin riesca a fare appello alla sua condanna per omicidio di secondo grado.

La sentenza nel caso di Nour è stata anche seguita da vicino per il suo potenziale impatto su tre ex ufficiali di Minneapolis in attesa di processo per la morte di Floyd.

I pubblici ministeri volevano aggiungere le accuse di favoreggiamento per omicidio di terzo grado contro di loro, ma ora è improbabile.

I tre uomini saranno processati a marzo con l’accusa di favoreggiamento in omicidio di secondo grado e omicidio colposo.

L’ufficio del procuratore generale, che sta esaminando il caso, ha detto che stava studiando la decisione.

Noor ha testimoniato al suo processo del 2019 che un forte scoppio nella sua auto della polizia gli ha fatto temere per la sua vita e quella del suo partner, quindi ha raggiunto il suo partner dal sedile del passeggero e ha sparato dal finestrino del conducente.

Fisher ha detto mercoledì che Noor “credeva davvero di salvare la vita del suo partner quella notte, e invece ha tragicamente causato la perdita di una vita innocente… Penso che solo sottolineare che un errore come questo non è un omicidio significherebbe più delle semplici parole” potrebbe dire.”

READ  La società di media pro-democrazia di Hong Kong Apple Daily è destinata a chiudere con una grande vittoria per Xi Jinping