Maggio 23, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il piano del capo di Merivale per far rivivere Sydney dopo il COVID

Se non conosci l’uomo dal suo profilo in innumerevoli proprietà e storie di tabloid negli ultimi 30 anni – “The Caesar’s Bar Keeps Pub Shopping”; “Playboy sta organizzando una festa di gruppo con la sua amica modella Madeline Holtznagel” – secondo l’anno scorso potrebbe essere sotto pressione per essere scelta come la 97a più ricca d’Australia revisione finanziaria Lista ricca.

È il tipo di lavoro che ti farà guadagnare una fortuna di 1,2 miliardi di dollari.

Il capo del gruppo Merivale afferma di ritenere che la sua azienda sia sopravvissuta al coronavirus per due anni “molto bene” date le circostanze, ma riconosce che siamo “anche fortunati a poter supportare ampiamente i nostri dipendenti”.

“Abbiamo svolto tutti i lavori che potevamo e avviato nuove attività solo per assumere persone e far girare le ruote. Tuttavia, so che il COVID è stato una cosa terribile per molte aziende perché non avevano questa capacità”.

Involtini fritti ripieni di una miscela sciolta di capesante e gamberetti hanno colpito il tavolo, a circa 1.000 gradi troppo caldi per essere mangiati. Abbiamo deciso di concedere loro qualche minuto di tempo da soli. Hymes difende comunque il motivo per cui l’Australia ha bisogno di più lavoratori migranti.

La carenza di personale è il problema più grande nell’ospitalità in questo momento e, sebbene Hems abbia ampiamente sostenuto l’azione del governo attraverso COVID, afferma che il Dipartimento degli affari interni deve rendere molto più facili i percorsi di immigrazione.

Bill, per favore: pranzo al MuMu, Ivy Precinct, 330 George Street, Sydney.credito:

Due anni fa, il termine “visto” era sul naso. C’era l’impressione che i lavoratori stranieri stessero accettando lavoro per gli australiani. Bene, abbiamo appena esaminato il caso di studio più rilevante in cui puoi impegnarti in cui abbiamo chiuso i lavoratori dei visti, ma non possiamo ricoprire ruoli con australiani”.

“Stiamo parlando di ruoli nell’ospitalità che gli australiani non vogliono svolgere, come le cose di back-end: tagliare e sbucciare. Gli australiani vogliono essere in prima linea in cucina dove c’è l’eccitazione. Ma dobbiamo anche coinvolgere lavoratori più qualificati, che sono una parte importante del sistema educativo dell’ospitalità, ad esempio baristi e chef di sushi, il personale è entusiasta di imparare da queste persone.

“Portandoli dentro, crea più posti di lavoro, istruzione, reddito e entrate fiscali, e quindi un’economia più prospera. È un gioco da ragazzi”.

READ  PANTHEON Media Group (PMG) annuncia un'espansione globale dei famosi marchi di moda italiani GRAZIA graffiti in sette paesi asiatici

Dice che i lavoratori qualificati all’estero dovrebbero ottenere automaticamente la residenza permanente, mentre i lavoratori non qualificati possono essere posti in libertà vigilata. “Vogliamo motivarli… vogliamo che portino le loro famiglie e aprano un negozio qui. Molte industrie chiedono ai dipendenti di lavorare in ruoli che al momento non possono ricoprire, quindi lasciamo entrare più persone. Onestamente penso che la nostra popolazione dovrebbe essere 40 milioni”.

John e Merivale Hemmes in un negozio di Pitt Street nel 1972.

John e Merivale Hemmes in un negozio di Pitt Street nel 1972.credito:Archivi dell’araldo

Il defunto padre di Hems, John, è nato in Indonesia da genitori olandesi. Incontrò Merivale Brennan, una cappelliera di Berwood, durante una crociera di ritorno nei Paesi Bassi via Sydney nel 1954, e la coppia si fidanzò al loro arrivo in Europa.

Presto la coppia tornò a Sydney, dove Merivale realizzava cappelli chic nel garage dei suoi genitori e il designer “Mr. John” vendeva le sue creazioni a rivenditori di fascia alta tra un turno e l’altro lavorando come cameriere. Hanno aperto il proprio punto vendita nel 1957 e due anni dopo hanno lanciato il primo negozio di moda House of Merivale nel Theatre Royal Building in Castlereagh Street. Si espanderà a una catena di tre negozi in Pete Street, uno a Canberra e uno a Melbourne.

Quando il loro figlio aprirà il suo primo ristorante a Melbourne entro la fine dell’anno, lavorando a stretto contatto con sua sorella Bettina Hems, che svolge un ruolo fondamentale nella progettazione della sede del gruppo, sarà vicino al sito originale del tempio vittoriano di Merivale Fashion.

“È letteralmente a 15 metri da dove i miei genitori avevano il loro primo negozio a Melbourne”, dice Hemmes dell’edificio di sette piani di Flinders Lane che ha acquistato per 40 milioni di dollari lo scorso aprile. Il sito ha la capacità di ospitare diversi ristoranti. Lo chef taiwanese Joet Yu, che ha trascorso gli ultimi sette anni Il ristorante di punta di Ho Lee Fook a Hong Kong, Gestirà una cucinaanche se l’apertura è di almeno un anno.

“Ricordo che da bambino andavo in un negozio di Melbourne e andavo in tram con mio padre. Diceva sempre ‘il miglior fertilizzante per una fattoria è la suola della scarpa di un contadino’, il che significa che vagava sempre per i negozi e molto coinvolta nelle vendite e nella gestione degli affari quotidiani. Nel frattempo, mia madre era Lei è la creativa. Lei è il genio creativo. “

READ  La migliore pizza da asporto a Bournemouth | Eco di Bournemouth

Scarica

All’inizio degli anni ’90, Hemmes ha preso il portafoglio immobiliare dei suoi genitori nell’entroterra di Sydney e ha iniziato a investirlo in un impero dell’ospitalità. Il bar al piano terra di Angel Place è arrivato per primo (dietro a dove mangiamo maiale arrosto con una graziosa insalata di erbe tailandesi), seguito dal più ambizioso hotel CBD a più livelli all’angolo tra King e York Street.

“Avevo probabilmente 22 anni quando mio padre acquistò l’edificio del CBD con l’intenzione di ristrutturarlo. Abbiamo lavorato con un architetto locale e mia madre ha avuto un ruolo importante nella progettazione mentre io ho escogitato un concetto sfaccettato. Mio padre aveva un inquilino in linea , ma si sono raffreddati – pensavano che fosse troppo ambizioso – Così mi ha detto: “Beh, è ​​una tua dannata idea, stai portando avanti questa idea”.

Hemmes ha lavorato sul sito per due anni come muratore prima di lanciare l’Hotel CBD come il nuovo bar più alla moda del 1995. “Ho lavorato con mattoni, gru, sparkler e idraulici. È stato fantastico saperne di più su queste occupazioni”, dice. “A tutt’oggi, la mia parte preferita del mio lavoro è essere sul posto e lavorare con i costruttori… risolvere i problemi e trovare modi migliori per fare le cose. Mi sono innamorato della complessità della costruzione prima e poi della gestione di un pub. Creare una festa e guardare le persone che si divertono con il tuo mestiere… che apre la strada al futuro.”

Merivale sta attualmente difendendo un’azione legale collettiva da parte di lavoratori che chiedono il pagamento di soli 129 milioni di dollari di salario. La corte federale ha stabilito che l’accordo dell’era WorkChoices non è mai stato adeguatamente approvato, ma Merivale afferma di aver superato un test di equità e di organizzare la propria attività attorno all’accordo. Gli avvocati di Hemez affermano che la colpa era del regolatore.

I commensali del MuMu di recente apertura.

I commensali del MuMu di recente apertura.credito:Walter Peters

Il lavoro di squadra e il COVID sembrano aver fatto poco per frenare la recente ondata di acquisti di bar da parte di Hemmes. Negli ultimi 18 mesi sono stati spesi più di 150 milioni di dollari per l’acquisizione di nuove sedi, tra cui due siti vittoriani e quattro proprietà a Narooma, nell’estremo sud della costa del New South Wales. Himes dice di essere “più ambizioso che mai”, tuttavia, quando gli viene chiesto se sta cercando di trasformare Narooma nella nuova Byron Bay, il pubblicano risponde “per niente”.

READ  Inviato italiano: Rafforzare la cooperazione commerciale tra Pakistan e Italia

“Ho una casa a Narooma, che è la mia casa lontano da casa mia. [Operating venues] In giro per la città rende la vita lì più interessante, mentre sostiene l’occupazione locale. Significa anche che posso portare i visitatori fuori a pranzo e non devo cucinare e pulire”, ride.

Ma come pensa Hemmes che l’atmosfera di Sydney, totalmente solare e rilassata, di Merivale andrà giù nella Melbourne vestita di nero? “Non sarebbe diverso dall’aprire nuove sedi in diversi sobborghi intorno a Sydney come Rozelle, Koji ed Enmore. Sono tutte comunità uniche. Le nostre offerte al Vic on the Park di Marrickville sono molto diverse da quelle di Mimi, che è molto diversa da cosa facciamo a Manly in Queen Chow.

“Non stiamo cercando di copiare nessuno a Melbourne, che ha già ottimi operatori. Faremo solo ciò che abbiamo e progettiamo per la comunità e chi pensiamo saranno gli ospiti”.

Come suo padre, Hems “cammina” regolarmente nei suoi posti, il che significa un giro attraverso Toti dopo pranzo dove trascorre due minuti a riparare una tavola in modo che rimanga dritta. Gli ho detto che uno dei migliori consigli sulla carriera di mia madre era di non chiedere mai a nessuno di fare un lavoro che non potresti fare da solo. Gesti di Hemis. “Mio padre diceva la stessa cosa.”

Scarica

Trascorrerà il prossimo fine settimana a Narooma con i suoi figli, le figlie Alexa, 6 e Sachi, 4. “Dedico loro il 100 percento del mio tempo quando sono con loro”, dice Hems.

“A Narooma mi tuffavo in cerca di aragoste e le cuocevo sul fuoco, magari con qualche abalone e ostriche locali. Tuttavia, ora sono a quell’età in cui vogliono solo le cose semplici e la loro cosa preferita sono le tagliatelle alla soia latte, formaggio, aglio e prosciutto. Certo non è la cosa più sana del mondo”.

Indipendentemente da ciò, possibilità di aragosta fresca sull’oceano con maccheroni e formaggio? Questo suona come il “miglior pasto in assoluto” per me.

Una guida culturale per uscire e amare la tua città. Iscriviti alla newsletter Culture Fix qui.