Giugno 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il Mars Rover della NASA segue il percorso di quello che sembra essere un antico fiume

Il Mars Rover della NASA segue il percorso di quello che sembra essere un antico fiume

Questo percorso “a forma di serpente” ricorda da vicino un fiume tortuoso.

Fiume pigro

Gli operatori del rover Mars Curiosity della NASA hanno preso la loro decisione e il rover fuori dal mondo proseguirà lungo una cresta rocciosa che gli scienziati ritengono una volta fosse un fiume impetuoso.

All’inizio di questo mese, l’unico veicolo ha raggiunto la regione superiore della catena montuosa del Gedes Valles, un “Sentiero simile a un serpente“Ci ricorda i canali che i fiumi scavano sulla Terra.

Ciò ha lasciato al team del Jet Propulsion Laboratory della NASA una grande decisione: continuare lungo Gedes Valles per cercare un posto da attraversare o avventurarsi sul lato sud di Pinnacle Ridge, che è percorribile in base all’ultimo carico. Dati.

Alla fine, la squadra ha deciso di proseguire lungo Gedez Valles.

“Mi piacciono molto i processi come quello odierno”, ha scritto in un articolo Abigail Freeman, geologa planetaria del JPL. Aggiornamento della NASA. “Questa mattina siamo tornati con un nuovissimo spettacolo marziano da ammirare, e poi abbiamo dovuto lavorare insieme come una squadra per decidere rapidamente cosa fare dopo.”

Brillare

La curiosità si è già rivelata preziosa nel gettare nuova luce sull’antico passato del Pianeta Rosso, raccogliendo prove del fatto che la sua superficie un tempo pullulava di fiumi ruggenti.

Scienziati dell’anno scorso Analizzare nuovi dati Ottenuto dal rover Relentless, ha concluso che questi fiumi avrebbero potuto ospitare la vita antica. Le formazioni di crateri chiamate “morfosi del sedile e del naso” sono probabilmente resti di antichi letti di fiumi, hanno concluso i ricercatori in un recente studio. Stare.

READ  Nuove mappe del riscaldamento antico rivelano una robusta risposta all'anidride carbonica

“Questa analisi non è un’istantanea, ma una registrazione del cambiamento”, ha detto in una dichiarazione all’epoca Benjamin Cardenas, coautore e assistente professore di geoscienze della Penn State. “Ciò che vediamo oggi su Marte sono i resti di una storia geologica attiva, non un paesaggio congelato nel tempo”.

La curiosità è solo la superficie. Gli scienziati ritengono che anche altre parti della superficie di Marte potrebbero essere state modellate e formate dai sedimenti trasportati dai fiumi miliardi di anni fa, un periodo in cui il pianeta probabilmente appariva completamente sconosciuto.

Maggiori informazioni sulla curiosità: Marte è pieno di minerali strettamente legati alla vita, ha scoperto il rover della NASA