Aprile 24, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il CEO di Starbucks Howard Schultz promuove il nuovo caffè all’olio d’oliva

Il CEO di Starbucks Howard Schultz promuove il nuovo caffè all’olio d’oliva

Howard Schultz, Starbucks

Michael Nagel | fioreberg | Immagini Getty

Il CEO ad interim Howard Schultz ha dichiarato martedì a Jim Cramer della CNBC che la nuova linea di bevande al caffè di Starbucks infusa con olio d’oliva potrebbe sconvolgere il settore.

“Questo è un momento di trasformazione nella storia della nostra azienda, la creazione di una nuova categoria, una nuova piattaforma”, ha detto Schultz a “Mad Money” della CNBC. Ha detto che il nuovo caffè all’olio d’oliva di Starbucks, che ha concepito dopo un viaggio stimolante in Sicilia, sarebbe diventato un’aggiunta all’attività nel tempo.

La promozione delle bevande è iniziata mercoledì presso le 25 sedi dell’azienda in Italia. Schultz crede che sarà un “market maker” in un settore che ha sentito la pressione dell’inasprimento della domanda dei consumatori. Olito, che prende il nome dalla parola italiana per “olio”, arriverà negli Stati Uniti questa primavera, a partire dalla California.

Oltre all’Olive Oil Coffee, Starbucks svelerà anche un Espresso Martini Oleato, che sarà disponibile in località selezionate in Italia, oltre che a Seattle e New York.

Schultz ha lanciato la nuova linea di caffè prima della sua partenza in aprile come CEO ad interim. Il CEO entrante Laxman Narasimhan subentrerà, anche se Schultz, 69 anni, manterrà il suo posto nel consiglio e servirà come ambasciatore del marchio Olito.

“Porterò la bandiera di Starbucks e quella americana in tutto il mondo per Olito”, ha detto Schultz, che concluderà il suo terzo mandato come CEO. “Ma non commettere errori, Laxman è l’amministratore delegato e all’incontro annuale del 23 marzo, c’è un solo leader in Starbucks. Sarà lui”.

READ  Nuovi voli, energia, agricoltura: il presidente Tokayev incontra le migliori aziende italiane

Il caffè all’olio d’oliva di Starbucks arriva mentre l’azienda continua a navigare in un ambiente macro difficile, sebbene Schultz abbia mantenuto il suo ottimismo. Ha notato che la società ha aggiunto quasi 40 miliardi di dollari di valore di mercato da quando ha iniziato come CEO ad interim.

Abbastanza sicuro, Starbucks ha aumentato i prezzi di circa il 5% per compensare l’inflazione, ma Schultz ha detto che non si aspetta altri aumenti.

“Non sono preoccupato per la continua inflazione e potrei essere l’unico amministratore delegato in America a pensare che avremo un atterraggio morbido”, ha detto Schultz.

La società ha registrato un crollo delle vendite internazionali dopo che una recrudescenza dei casi di Covid in Cina ha ridotto drasticamente la domanda in quel mercato. Andando avanti, Schultz prevede una ripresa per la Cina e per la domanda dei consumatori in generale.

“Il vento è alle nostre spalle”, ha detto Schultz.