Settembre 24, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il caos degli acquisti di panico a Chengdu, in Cina, si diffonde dopo che la città è caduta in blocco con scaffali rimossi di articoli essenziali

Il panico caotico dei residenti disperati che acquistano forniture vitali a Chengdu si sta diffondendo sui social media, dopo che la città cinese di 21 milioni di abitanti è stata bloccata sulla scia di un’ondata di casi di Covid-19.

Le autorità cinesi hanno annunciato la chiusura improvvisa giovedì a mezzogiorno, concedendo ai residenti sei ore prima dell’entrata in vigore dell’ordine di restare a casa.

Immagini e video pubblicati online mostrano la gente del posto che cerca frutta, verdura, pollame, carne rossa e frutti di mare, scrutando gli scaffali completamente spogli.

I conducenti sono stati sorpresi a riempire le loro auto fino all’orlo di piatti di carne e sono stati persino sorpresi a legare polli morti ai tetti delle loro auto.

Trasmetti le notizie che vuoi quando vuoi con Flash. Più di 25 canali di notizie in un unico luogo. Nuovo su Flash? Prova 1 mese gratis. L’offerta scade il 31 ottobre 2022

Il filmato mostra anche il caos nelle strade della città mentre le persone si riversano nei negozi e nei mercati locali per fare scorta di beni di prima necessità, mentre altre foto mostrano le porte del frigorifero e del congelatore piene in mezzo al caos.

In base alle regole di blocco, un membro di ogni famiglia può uscire di casa ogni giorno per acquistare l’essenziale, ma solo se può mostrare un test negativo sostenuto nelle ultime 24 ore.

L’inizio del nuovo anno scolastico è stato posticipato e i voli sono stati sospesi, tuttavia il trasporto pubblico continua a funzionare per i residenti locali che possono lasciare le loro case per motivi particolari.

La Cina è l’ultima grande economia ad avere ancora una politica senza COVID, riducendo l’improvviso aumento dei casi con arresti improvvisi e test obbligatori.

READ  Jacinda Ardern avverte delle "conseguenze" dopo che tre residenti di Melbourne sono stati catturati mentre cercavano di entrare in Nuova Zelanda | Nuova Zelanda

Sono state imposte restrizioni anche a Shenzen, la quarta città più grande della Cina, dove il servizio di metropolitana e autobus è stato sospeso e sono state annunciate misure restrittive per lavorare da casa, così come la principale città portuale di Dalian, dove ai residenti è stato chiesto di evitare viaggi non essenziali e lavorare da casa per arginare la diffusione della malattia. dal virus.

Arriva dopo che Shanghai era sotto un blocco di due mesi ad aprile, quando le orribili riprese di operatori sanitari in tute ignifughe che rimuovevano con la forza le persone infettate dal coronavirus dalle loro case sono diventate virali.