Aprile 21, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I proprietari della nazionale italiana hanno preferito il basket al calcio

Sospensione

ROMA – Le federazioni calcistiche europee sono così piene di squadre possedute e gestite da investitori americani che il mercato potrebbe presto saturarsi.

Ecco perché un gruppo eclettico di professionisti che studiano nel programma Executive MBA presso la Wharton School dell’Università della Pennsylvania ha rivolto la propria attenzione al basket e conquistato il 90% della massima serie italiana Pallacanestro Trieste.

“Pensiamo di essere in anticipo rispetto alla prossima tendenza, che sarà basket europeoha detto Connor Barwin, un ex quarterback della NFL che ora è direttore dello sviluppo dei giocatori per i Philadelphia Eagles. “(Il calcio) è diventato molto costoso. E vediamo il basket come il prossimo sport che porterà molti investimenti perché c’è molto valore che può essere generato”.

Barwin, insieme a Richard De Meo, CEO della società di intermediazione F Phoenix Partners. L’avvocato finanziario Vitsan Reed. l’avvocato aziendale Richard Johnson; Memphis Grizzlies, cardiologo John Jeffries. e lo stratega energetico Brab Sejon, che è canadese, costituiscono Cotogna Sports Group, che ha recentemente completato l’acquisto da 5 milioni di dollari del Team Trieste.

“Andiamo tutti a Wharton e siamo tutti sulla trentina”, ha detto Barwin. “Le persone di successo e l’ossessione per lo sport ci hanno uniti”. “E abbiamo deciso di unirci e avviare questo progetto per cercare di avere un impatto su una comunità, una città o una squadra”.

“Ciò che amo del nostro team è che ognuno porta sul tavolo un set di abilità diverso”, ha aggiunto Jefferies durante una recente intervista video dell’Associated Press con i proprietari.

L’unica precedente proprietà americana nel basket italiano è stata l’acquisizione dell’Olimpia Milano da parte dell’imprenditore italo-americano Pasquale Caputo nel 1999. copia stampaChi è il Ho imparato a suonare in Italia Mentre suo padre gareggiava nel paese, era un investitore in questa acquisizione.

READ  Kimi Raikkonen, ritirato, Valtteri Bottas, George Russell, Alfa Romeo, Mercedes, Williams

Gianni Petrucci, Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro, ha accolto con favore gli investimenti stranieri.

“Nessuno dovrebbe essere sorpreso o costernato”, ha detto Petrucci. Questa è la realtà con la globalizzazione. Se vengono qui vuol dire che la Serie A è ancora attrattiva.

“Trista ha tutto”, ha aggiunto Petrucci. “Hanno buoni tifosi, un buon cortile e persone che amano il basket”.

Per quanto riguarda il resto del basket europeo, il proprietario americano più in vista è l’ex presidente dei Minnesota Timberwolves David Kahn, che nel 2018 ha fondato la squadra di basket del Paris, che ora milita nella prima lega francese.

In confronto, sei delle 20 squadre della Serie A hanno proprietari nordamericani, mentre la Premier League inglese ne ha otto, tra cui Manchester United, Arsenal, Liverpool e Chelsea.

Ma il basket è un gioco che la maggior parte degli americani conosce meglio del calcio. L’Europa ha sempre prodotto talenti d’élite e il continente è stato a lungo una destinazione popolare per i giocatori dei college americani che non fanno l’NBA.

Oltre al calcio, Barwin ha giocato brevemente a basket al college presso l’Università di Cincinnati.

“Ho avuto un certo numero di amici che non sono arrivati ​​alla NBA”, ha detto Barwin. “Così (sono andati) e hanno suonato in tutta Europa.”

Trieste ha sei giocatori americani nel suo roster ed è ottava nella LBA a 16 squadre.

“Il nostro obiettivo è portare la squadra in cima alla NBA ed entrare in Eurolega”, ha detto Barwin.

La LBA è stata tradizionalmente dominata da Milan e Virtus Bologna con rispettivamente 29 e 16 titoli.

L’ultima volta che Trieste vinse il titolo italiano fu nel 1941 quando Gentastica Triestina vinse il suo quinto scudetto.

READ  Il Real Madrid dovrà affrontare una partita difficile contro uno dei migliori giocatori italiani del Napoli: Ancelotti

La prossima partita di Trieste è contro Milano, di proprietà dello stilista Giorgio Armani.

“Sono entusiasta di incontrarlo e sono entusiasta di competere con lui e poi lavorare insieme quando non giochiamo insieme”, ha detto Barwin di Armani.

Mentre Barwin sperava di assistere alla partita contro il Milan, la sua trasferta a Trieste dovrà aspettare per questo motivo Gli Eagles passano al Super Bowl.

Trieste ha legami storici con gli Stati Uniti, risalenti a quando la città faceva parte del Territorio Libero di Trieste all’indomani della seconda guerra mondiale ed era controllata dalle forze britanniche e americane come paese indipendente per la sua importanza strategica che si trova a cavallo del confine. tra Italia e Jugoslavia. I soldati americani hanno contribuito a sviluppare la passione della città per il basket in quegli anni. Trieste si vanta ancora di aver visitato Michael Jordan nel 1985 per assistere a una partita di esibizione.

La città portuale rimane un crocevia culturale vicino agli attuali confini dell’Italia con Slovenia e Croazia, due paesi con una grande popolazione di basket.

“La posizione conta davvero”, ha detto Barwin, aggiungendo che il suo gruppo è coinvolto a lungo termine: “Questo non è comprare e vendere. Questo è comprare, migliorare, migliorare, migliorare”.

I nuovi proprietari di Trieste hanno parlato con i capi americani delle squadre di calcio europee per chiedere consiglio prima di avventurarsi in un clima in cui i tifosi accaniti possono spesso influenzare il modo in cui opera una squadra.

“Mi è stato detto molto presto da qualcuno che possiede un certo numero di squadre di calcio che non possiedi la squadra”, ha detto Barwin. “Sei solo un ospite di questa squadra. E mi piace molto.”

READ  Goggia stordisce battendo in discesa nonostante le dita rotte

“Quando hai giocato, hai appena affittato il tuo armadietto per durare nella NFL. Devi lavorare ogni giorno. Se non mostri il tuo valore o non aggiungi il tuo valore, vieni sostituito”, ha aggiunto Barwin. stessa strada. Siamo solo arbitri di questa squadra e se non dimostriamo il nostro valore ai tifosi, ai giocatori e alle persone che lavorano in quello stadio, qualcuno prenderà il nostro posto. E quindi siamo entusiasti di essere menzioni d’onore e portare questa squadra al vertice”.

Andrew Dampf è su https://twitter.com/AndrewDampf

Più copertura AP Sports dall’Europa: https://apnews.com/hub/sports-europe e https://twitter.com/AP_Sports