Luglio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I cervelli allenati sopprimono rapidamente le aberrazioni visive

I cervelli allenati sopprimono rapidamente le aberrazioni visive

riepilogo: Dopo l’allenamento, il centro visivo nel cervello può sopprimere le risposte neurali ai trigger di distrazione che di solito sono migliorate rispetto ad altri stimoli non distraenti.

fonte: Sapere

Ti sei mai ritrovato a cercare le chiavi o il telefono solo per finire per essere distratto da qualcosa di colorato che attira la tua attenzione?

Questo tipo di cattura intenzionale di oggetti che si distinguono dall’ambiente circostante è noto come “pop-up”. I pop-up sono spesso efficaci, ad esempio quando vogliamo che le persone prestino attenzione ai segnali stradali rosso vivo. Tuttavia, può anche distrarci dai nostri obiettivi, ad esempio quando un involucro dai colori vivaci ci impedisce di trovare le chiavi su una scrivania ingombra.

Non sarebbe bello se i pop-up che distraggono potessero essere bloccati o soppressi in qualche modo per evitare distrazioni e aiutarci a trovare ciò che stiamo cercando più velocemente?

Nuova ricerca del gruppo Vision and Cognition del Netherlands Institute of Neuroscience, pubblicata in PNAS, dimostra che ciò è effettivamente possibile. Dopo l’allenamento, il cervello visivo può sopprimere le risposte neurali agli elementi che distraggono che compaiono, che di solito sono migliorate rispetto alle risposte ad altri elementi che non distraggono.

I ricercatori hanno addestrato le scimmie a giocare a un videogioco in cui cercavano una forma unica tra più oggetti, mentre un oggetto unico cercava di distrarli. Una volta che le scimmie hanno trovato la forma unica, hanno fatto un movimento degli occhi su di essa per indicare la loro scelta.

Dopo l’allenamento, il cervello visivo può sopprimere le risposte neurali agli elementi che distraggono che compaiono, che di solito sono migliorate rispetto alle risposte ad altri elementi che non distraggono. L’immagine è di pubblico dominio

Dopo un po’ di allenamento, le scimmie sono diventate molto brave in questo gioco e non hanno mai fatto movimenti oculari per la distrazione.

READ  Dopo il ritardo del lancio di SpaceX, Musk afferma che è necessaria una riforma affinché l'umanità diventi una "civiltà spaziale"

I neuroni nell’area V4 della corteccia visiva, una regione del cervello che elabora le informazioni visive relativamente presto dopo la cattura dell’occhio, hanno mostrato risposte costantemente migliorate agli stimoli mirati alla forma.

D’altra parte, le risposte agli stimoli cromatici che distraggono sono state migliorate molto brevemente, ma rapidamente soppresse. Sembra che il cervello prima rilevi brevemente uno stimolo che distrae, poi lo sopprima rapidamente per evitare che interferisca con la ricerca del bersaglio della figura.

Pertanto, un segnale di colore pop-up che potrebbe causare una distrazione viene essenzialmente invertito in una sorta di pop-up passivo, o “pop-in”, per evitare la distrazione.

Il ricercatore Chris Klink: “Scegliere a cosa prestare attenzione è molto importante per la percezione visiva e il comportamento in generale. Sebbene il cervello abbia un incredibile potere di elaborazione, semplicemente non è in grado di gestire tutte le informazioni disponibili contemporaneamente. Occorre prestare attenzione al bilanciamento dei nostri obiettivi che hanno stato creato internamente e tutto ciò che sembra importante nell’ambiente.

“Affrontare la distrazione in modo efficace è un aspetto importante di quel processo, che ora comprendiamo un po’ meglio”.

Informazioni su questa ricerca in Visual Neuroscience News

autore: Eileen Veenstra
fonte: Sapere
comunicazione: Eileen Veenstra – KNAW
immagine: L’immagine è di pubblico dominio

Ricerca originale: Accesso chiuso.
Un riflesso pop-up della dimensione della caratteristica di distrazione nella corteccia visiva della scimmiaScritto da Chris Klink et al. PNAS

Guarda anche

Questo indica un cervello

un sommario

Un riflesso pop-up della dimensione della caratteristica di distrazione nella corteccia visiva della scimmia

Durante una ricerca visiva, è importante ridurre al minimo la sovrapposizione di oggetti che distraggono nella scena. Le risposte neuronali suscitate dalla stimolazione dell’obiettivo della ricerca sono generalmente potenziate. Tuttavia, è altrettanto importante sopprimere le rappresentazioni di stimoli che distraggono, specialmente se sono salienti e attirano l’attenzione.

READ  Un'altra lotta per i malati di covid-19: i benefici della disabilità

Abbiamo addestrato le scimmie a compiere un movimento oculare in corrispondenza di uno stimolo dalla forma unica emerso tra una serie di stimoli distraenti.

Uno di questi distrattori aveva un colore prominente che variava tra le prove e differiva dal colore degli altri stimoli, facendolo apparire anche lui. Le scimmie sono state in grado di identificare il bersaglio dello shape-pop con elevata precisione ed evitare attivamente il colorato pop che distrae.

Questo modello comportamentale si rifletteva nell’attività dei neuroni nell’area V4. Le risposte ai bersagli di forma sono state migliorate, mentre l’attività evocata dal dispersore di colori pop è stata migliorata solo brevemente, seguita immediatamente da un periodo prolungato di apparente soppressione.

Questi risultati comportamentali e neurali dimostrano un meccanismo di selezione corticale che converte rapidamente un segnale pop-up in un “pop-up” per un’intera dimensione caratteristica, facilitando la ricerca visiva diretta all’obiettivo in presenza di distrattori salienti.