Dicembre 8, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Hong Kong sfida le sanzioni statunitensi sugli yacht di lusso di proprietà russa

Hong Kong Il leader John Lee ha affermato che avrebbe applicato solo le sanzioni delle Nazioni Unite, dopo che gli Stati Uniti hanno avvertito che lo status del territorio come centro finanziario potrebbe essere influenzato se fungesse da rifugio sicuro per le persone sanzionate.

La dichiarazione di Lee martedì è arrivata pochi giorni dopo che uno yacht di lusso collegato all’uomo d’affari russo Alexei Mordashov era stato attraccato in città.

Mordashov, con cui si crede abbia stretti legami Il presidente russo Vladimir Putin, da Stati Uniti, Regno Unito e Unione Europea a febbraio dopo l’invasione russa dell’Ucraina. Le autorità di Hong Kong hanno affermato di non attuare sanzioni unilaterali imposte da altri governi.
Lo yacht di lusso Nord, presumibilmente di proprietà di un governo russo, è attraccato nel porto di Hong Kong, dopo un viaggio di una settimana dalla città russa di Vladivostok. (AFP)

Mi ha detto: “Non possiamo fare nulla che non abbia basi legali”.

“Rispetteremo le sanzioni delle Nazioni Unite, questo è il nostro sistema, questo è il nostro stato di diritto”, ha aggiunto.

“Il potenziale utilizzo di Hong Kong come porto sicuro da parte di individui che eludono le sanzioni di più giurisdizioni mette in discussione la trasparenza dell’ambiente imprenditoriale”, ha affermato lunedì un portavoce del Dipartimento di Stato americano.

Il portavoce del Dipartimento di Stato ha anche affermato che la reputazione della città come centro finanziario “dipende dalla sua adesione alle leggi e agli standard internazionali” e che le società statunitensi “considerano sempre più l’ambiente imprenditoriale di Hong Kong con cautela” a causa dell’erosione dell’alto grado di autonomia di Hong Kong. e le sue libertà.

Lo yacht di lusso da 500 milioni di dollari Nord, presumibilmente di proprietà di Mordashov, è attraccato nel porto di Hong Kong mercoledì scorso dopo un viaggio di una settimana dalla città russa di Vladivostok.

Yacht di lusso Axiom

All’interno il lussuoso yacht di proprietà dell’oligarca russo del valore di 108 milioni di dollari, che è stato venduto all’asta

Mordashov è uno degli uomini più ricchi della Russia, con una fortuna stimata di 18 miliardi di dollari. È anche il principale azionista e presidente del consiglio di Severstal, la più grande compagnia siderurgica e mineraria russa.

Mordashov ha cercato di impugnare le sanzioni impostegli davanti ai tribunali europei.

Più di una dozzina di yacht appartenenti a imperatori russi sanzionati sono stati confiscati dalle autorità statunitensi ed europee per impedire loro di salpare verso altri porti non interessati.

Il capo dell’esecutivo di Hong Kong John Lee ha affermato che il territorio rispetterà solo le sanzioni delle Nazioni Unite. (AFP)

Così gli oligarchi russi hanno iniziato ad attraccare i loro yacht nei porti di luoghi come la Turchia, che ha stabilito relazioni diplomatiche con la Russia dall’inizio della guerra.

Il fiume Nord è alto 141,6 metri, ha due eliporti, una piscina e 20 cabine. Opera sotto bandiera russa.

Pechino definisce la politica estera di Hong Kong e si rifiuta di partecipare alle sanzioni contro la Russia per il suo attacco all’Ucraina.

Le grandi aziende scappano dalla Russia

READ  Il giudice intransigente Ebrahim Raisi ha eletto il presidente dell'Iran