Novembre 30, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Enel e l’azienda australiana Mull miniera di litio in Italia – pv magazine Australia

Enel e Vulcan Energy stanno esaminando il potenziale per l’estrazione di litio in un sito vicino a Roma.

da Rivista PV globale

Quindi energia verde (EGP), il colosso italiano dell’energia CosìÈ stato rivelato che collaborerà con una società con sede in Australia Risorse energetiche vulcaniane Si consideri l’estrazione del litio in un sito a Cesano Romano nella regione Lazio dell’Italia centrale.

Il sito si trova a 20 km a nord di Roma ed è posseduto al 50% da EGP e Vulcan Energy Italy è la filiale italiana dell’Australian Lithium Company. Hanno ricevuto il permesso di ricerca dalle autorità locali all’inizio di quest’anno.

“La collaborazione prevede un approccio graduale, che nella prima fase di studio dello scoping consisterà nella valutazione del potenziale della licenza ‘Cesano’ di Vulcan, che copre un’area di 11,5 chilometri quadrati a pochi chilometri da Roma”, ha affermato Enel. . “I partner intendono esplorare ulteriori opportunità di sviluppo nella geotermia al litio, partendo dall’area in esame e non escludendo ulteriori collaborazioni in Italia e all’estero”.

Il sito Vulcan Energy ha detto Un unico ospite Un pozzo geotermico produce due campioni di “sale caldo” con una media elevata di litio in salamoia..

Il team geologico interno di Vulcan in Germania collaborerà con geologi italiani e Gli stakeholder locali compilano e valutano dati storici, verificano e stimano il contenuto di litio salamoia per il potenziale sviluppo di progetti al litio”, ha affermato la società. “Se avrà successo, il progetto Cesano potrebbe fornire L’Italia ha una base di litio strategica e sostenibile per il mercato europeo delle batterie e dell’auto. L’assenza di carbonio di Vulcan potrebbe diventare una futura aggiunta al litio attività commerciale.”

READ  Il padre di Tramisu d'Italia è morto all'età di 93 anni | Italia

In Germania, Vulcan Energy sta lavorando per aumentare il suo progetto al litio a zero emissioni di carbonio, che pompa salamoia geotermica dalle profondità della terra in un sito per produrre energia geotermica e idrossido di litio per batterie. Valle del Reno superiore. Una volta che la salamoia calda viene utilizzata per produrre energia, viene trasformata in idrossido di litio monoidrato ad alta purezza in un’altra struttura.

L’azienda ha dimostrato che la produzione di LHM supera le specifiche minime di qualità per l’industria delle batterie. A giugno si è assicurata un sito per il previsto impianto di trasformazione commerciale fuori Francoforte, in Germania. Spera di iniziare la produzione su larga scala ad un certo punto nel 2024.

Questo contenuto è protetto da copyright e non può essere riutilizzato. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editori@pv-magazine.com.