Febbraio 26, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

È un grande squalo bianco appena nato in California? Ottimo se vero.

È un grande squalo bianco appena nato in California?  Ottimo se vero.

Avvistare un grande squalo bianco a soli 300 metri dalla riva è solitamente una cosa molto spaventosa. In rare occasioni, questi predatori, che possono crescere fino a 20 piedi di lunghezza e pesare due tonnellate, mordono gli esseri umani.

Ma non è stato così l'estate scorsa, quando un grande squalo bianco è stato avvistato vicino a Santa Barbara, in California, perché lo squalo era piccolo. Questo animale marino era lungo circa un metro e mezzo e probabilmente aveva solo poche ore.

Questa osservazione sta suscitando scalpore tra i biologi marini. Questo perché, in Articolo appena pubblicatoIl ricercatore e regista che ha catturato l'animale con la telecamera sottolinea che questo squalo non è solo giovane, ma appena nato. Ciò lo renderebbe il primo grande neonato bianco osservato nella storia documentata.

In un video girato dal regista naturalista Carlos Gaona, puoi vedere quello che gli autori descrivono come un indicatore dell'infanzia: un cucciolo di squalo perde una sostanza bianca lattiginosa che potrebbe essere… Resti di “latte uterino” prodotto dalle madri squali mentre trasportano i loro bambini, secondo Philip Stearns, ricercatore di dottorato presso l'UC Riverside e autore di questo articolo. (Stearns era con Gauna quando il drone del regista ha avvistato lo squalo.)

I due hanno fornito ulteriori prove del fatto che lo squalo era un neonato: non solo l'animale sembrava un bambino con lineamenti rotondi, ma si trovava anche in un'area che gli scienziati ritengono essere cuccioli di squalo bianco. (Sì, per fortuna, i cuccioli di squalo si chiamano cuccioli.) Inoltre, Gauna osservò grandi squali bianchi che… Egli ha detto Sembrava incinta proprio in questo posto nei giorni prima che se ne accorgesse.

READ  Mega pennacchio di eruzione di vapore acqueo su Encelado catturato dal telescopio Webb - Ars Technica

Non tutti sono convinti che lo squalo sia un neonato.

“Non c'è assolutamente alcun dubbio che si tratti di uno squalo bianco molto piccolo”, ha detto a Vox via e-mail Gavin Naylor, un ricercatore di squali presso l'Università della Florida. Riguardo al fatto se fosse un neonato, ha aggiunto: “Mi sembra molto probabile (a me) che questo piccolo animale avesse forse due settimane e si sia perso in acque poco profonde”.

Ci sono alcuni dettagli qui che costituiscono una risposta convincente: secondo Naylor, i pochi squali bianchi gravidi che gli scienziati hanno sezionato non sembrano avere il tipo di liquido bianco che fuoriusciva dal cucciolo di squalo. Gli squali bianchi di solito danno alla luce una cucciolata di 8-12 cuccioli, non solo uno, quindi potresti aspettarti che altri neonati nuotino nelle vicinanze.

Nell'articolo, Stearns e Jonah ammettono che la sostanza bianca da cui lo squalo si sta staccando potrebbe essere causata da una malattia cutanea sconosciuta e non da un segno che si tratti di un neonato.

Un'immagine ripresa dal drone Gauna mostra il cucciolo di squalo che si libera di una sostanza bianca.
Per cortesia Carlo Gaona

Ma ciò che risulta chiaro da questa osservazione – e dalla reazione ad essa – è che la nostra comprensione anche delle specie più carismatiche del mondo è ancora piena di lacune. “Nonostante l'alto livello di interesse, rimangono alcune lacune significative nella storia della vita degli squali bianchi”, hanno scritto Stearns e Jonah nel loro articolo. (Uno dei motivi: lo è molto difficile Per tenere gli squali bianchi in cattività.)

Non sono solo gli squali bianchi ad essere misteriosi, ha detto Naylor. Ha aggiunto che gli squali balena, il pesce più grande del mondo, possono dare alla luce fino a 300 cuccioli alla volta e gli scienziati non sanno dove ciò accada.

“Sappiamo molto meno di quanto si crede sulla maggior parte della vita sulla Terra”, ha detto Naylor. “Individuare con precisione dove le diverse specie di squali partoriscono è una delle centinaia di milioni di cose che ancora non sappiamo.”

Queste lacune nella nostra comprensione sono senza dubbio umilianti: parti del mondo sono ancora sconosciute e ci sono ancora frontiere da esplorare. Tuttavia, rappresentano anche un punto debole nei nostri sforzi per proteggere la vita sulla Terra. La mancanza di conoscenze scientifiche sulla specie rende difficile attuare il giusto tipo di conservazione. In poche parole, è difficile proteggere gli squali se non si ha un quadro di qualcosa di così basilare come il luogo in cui inizia la loro vita.