Maggio 20, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Due enormi punti nel mantello terrestre confondono gli scienziati con le loro incredibili proprietà

Vista 3D del punto nel mantello terrestre sotto l’Africa, mostrato in rosso, giallo e arancione. Il ciano rappresenta il confine principale del mantello, il blu indica la superficie e il grigio trasparente indica i continenti. Credito: Mingming Li / ASU

La terra è stratificata come una cipolla, con una sottile crosta esterna, un mantello spesso e appiccicoso, un nucleo esterno liquido e un nucleo interno solido. All’interno del mantello, ci sono due enormi strutture puntiformi, all’incirca su entrambi i lati del pianeta. I punti, ufficialmente denominati Large Low Speed ​​​​Provinces (LLSVPs), hanno ciascuno le dimensioni di un continente e 100 volte più alti del Monte Everest. Uno si trova sotto il continente africano, l’altro sotto l’Oceano Pacifico.

Utilizzando strumenti che misurano le onde sismiche, gli scienziati sanno che questi due blob hanno forme e strutture complesse, ma nonostante le loro caratteristiche notevoli, si sa poco sul perché i blob esistano o cosa abbia portato alle loro strane forme.

Gli scienziati dell’ASU Qian Yuan e Mingming Li del College of Earth and Space Exploration hanno deciso di saperne di più su questi due punti utilizzando la modellazione geodinamica e le analisi degli studi sismici pubblicati. Attraverso la loro ricerca, sono stati in grado di determinare l’altezza massima raggiunta dai blob e come le dimensioni e la densità dei blob, nonché la viscosità circostante nel mantello, possono controllarne l’altezza. La loro ricerca è stata recentemente pubblicata in DOI: 10.1038/s41561-022-00908-3

READ  Greta Thunberg: un anno per cambiare il mondo: più scienza, meno adolescenti svedesi