Luglio 21, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

City Art: Fedella Lizeth ha riscoperto il suo amore per San Diego attraverso l’obiettivo di una macchina fotografica

City Art: Fedella Lizeth ha riscoperto il suo amore per San Diego attraverso l’obiettivo di una macchina fotografica

Fedella Lizeth ricorda un tempo, non molto tempo fa, in cui non apprezzava la sua città natale. Come molti adolescenti con un inquieto senso di disorientamento, dice che crescendo a San Diego a volte si sentiva insoddisfatta e sognava di scappare in posti come il Costa Rica.

Poi ho trovato una macchina fotografica.

“Ero molto ostile a San Diego”, ammette Liseth in un pomeriggio piovoso nel suo appartamento di Logan Heights. “Ma poiché sono stato in grado di trasformarla in un certo senso, ora ho questo profondo amore per lei e, in cambio, mi ha anche fatto amare tutti i difetti che avevo o che pensavo avesse la mia famiglia. Tutto è andato via lentamente più L’ho fatto.”

Autoritratto della fotografa di San Diego Videla Liseth

(Per gentile concessione di Fedella Lizeth)

Il “quello” in questione è la sua brillante pratica fotografica. Trovare un nuovo apprezzamento per la propria casa o luogo di nascita non è raro. Tuttavia, ci vuole la maggior parte del tempo per trasferirsi per rendersi conto di quanto sia verde l’erba a casa. Ma per Liseth, è arrivato con la sua esplorazione della sua città natale. Con la macchina fotografica in mano, per tutta la vita la locale ha iniziato a documentare aspetti della cultura di San Diego che riteneva spesso non registrati o non riconosciuti. Dalle persone della sua comunità ai luoghi iconici che definiscono silenziosamente la cultura locale, Liseth riesce a catturare l’essenza elementare, le personalità distinte e le caratteristiche che rendono unica San Diego.

“Penso che sia molto importante fotografare qualsiasi cosa, soprattutto perché il mondo è in continua evoluzione”, afferma Liseth. “L’immagine dell’edificio può essere molto importante perché questo edificio potrebbe non sembrare sempre così”.

Questo senso di esclusività, la sensazione di catturare un momento privilegiato nel tempo, è particolarmente evidente nelle sue fotografie. Riesce a registrare un palpabile senso di vulnerabilità nei suoi soggetti, sebbene la maggior parte delle immagini siano informali e non mostrate. Sembra avere un sesto senso quando si tratta di registrare, con un solo clic, l’anima e l’aura di una persona.

READ  Si prevede che il mercato globale dei film in PTFE aumenterà

“Sono ancora molto timida nell’avvicinarmi a persone del genere, ma se qualcosa o qualcuno ha bisogno di essere fotografato, devo farlo io”, dice Liseth. “E quando dico ‘fotografali’, nella mia testa dico anche ‘celebrali’ in qualche modo. Sono solo i loro sé normali. Probabilmente vanno al negozio e non pensano nemmeno a se stessi in quel modo. Quindi, quando chiedo di scattare loro una foto, spesso dicono: “Davvero, è il mio modo per dire alle persone intorno a me che sono belle”.

"Payas" Del fotografo di San Diego Fedella Lizeth.

“Payasa” del fotografo di San Diego Fedella Lizeth.

(Per gentile concessione di Fedella Lizeth)

Una delle cose più interessanti da imparare, e ciò che rende il suo lavoro ancora più impressionante, è che Lisith è girata quasi interamente su pellicola. Sta diventando sempre più comune utilizzare l’arte analogica per la produzione o il consumo di arte e per le riprese Sta diventando qualcosa di un momento nel mezzo Coloro che sono cresciuti principalmente scattando foto sui telefoni. Liseth ha usato fotocamere a pellicola per anni e dice di non aver mai posseduto una fotocamera digitale diversa da quella del suo telefono.

“Sono entrata presto al cinema ed è stato fantastico”, dice Liseth. “In passato era un po’ un processo per me, ma mi piaceva maneggiare fisicamente la fotocamera. Avevo bisogno di conoscere ogni minima cosa per ottenere una buona foto: illuminazione, ISO, apertura: avevo bisogno di sapere tutto e se non lo faccio, posso scattare un rullino intero e scoprire in seguito che non l’ho inserito correttamente nella fotocamera.”

È una pratica che ho imparato come locale per tutta la vita. Figlia di madre italiana e padre nicaraguense, Liseth si è trovata a dover spostarsi molto dopo che i suoi genitori si sono separati. Da adolescente, dice di essere stata attratta dai documentari e, all’età di 16 anni, ha ricevuto un libro sul lavoro dell’artista di strada Banksy e ricorda di essersi sentita “elettrizzata” all’idea di documentare la street art.

READ  Biennale Cinema 2024 | Venezia a Rabat: la prima edizione parte il 2 maggio

“Volevo davvero documentare i graffiti, e quella è stata la mia prima influenza”, ricorda Liseth. “Volevo essere il Il fotografo trova queste cose, che a volte sono difficili da trovare. Ho preso i mezzi pubblici e stavo solo uscendo per cercare di trovare quelle cose a San Diego”.

"ranflas al sole," Foto di camion al Chicano Park scattata dalla fotografa di San Diego Videla Liseth.

“Ranflas in Sunshine”, foto di camion nel Chicano Park del fotografo di San Diego Fedella Lizeth.

(Per gentile concessione di Fedella Lizeth)

Questo fascino si è trasformato in uno sguardo più completo alla documentazione e alla rappresentazione di diversi aspetti della cultura di San Diego.

“È stato allora che ho capito che mi piaceva molto documentare la mia città, perché stavo cominciando a vedere la mia città in un modo diverso rispetto a prima”, dice Liseth. “Sono cresciuto spostandomi molto. Sono abbastanza fortunato fino a un certo punto, ma sono anche cresciuto senza avere accesso a molte cose. Il cibo a volte era difficile, alcune volte ero senzatetto, quindi non ho necessariamente avere quell’amore per la casa, perché non c’era davvero una casa per me nella mia testa, ma quando ho iniziato ad appassionarmi di più alla fotografia, mi sono reso conto che c’erano tutte queste cose da cui avrei potuto cercare di allontanarmi e sognare qualcos’altro. Tutte quelle cose che sono state davanti a me per tutto questo tempo erano altrettanto belle.”

Ha iniziato a vedere la sua passione realizzarsi e si è ramificata partecipando a mostre d’arte di gruppo e progetti dal suo lavoro. Nell’ultimo anno, molte delle sue foto sono state incluse nella “La Tierra Mia: La storia di Chicano Park, un libro fotografico che celebra i 50 anni del famoso parco di quartiere. Ha anche lavorato a “Clown’n Around Vol. 1”, una mostra collettiva di artiste donne/queer al Mixed Grounds Coffee nel Barrio Logan.

READ  Leggi estratti da "Going Rogue" di Janet Ivanovich

Più o meno nello stesso periodo, ho partecipato amangiare, comunque“, una mostra collettiva presso l’Athenaeum Center for the Arts di Logan Heights incentrata su vari aspetti dei cibi, della cucina e del consumo latinoamericani. L’articolo di Liseth, “If Joya Must Be Merda”, si è concentrato sul famoso produttore di cibo latinoamericano Joya Foods, come così come il suo controverso appoggio a candidati di destra come Donald Trump.

“Ho solo pensato, ‘Come può questa azienda che rappresenta la comunità latina qui supportare qualcuno che sta attivamente discriminando questa comunità'”, dice Liseth, aggiungendo che ha in programma di realizzare progetti simili in futuro. .”

Più di recente, ha fatto parte di una mostra collettiva e di una serie di workshop presso Art Produce a North Park intitolata “Electricity, Efficiency and Equity”, incentrata sull’efficienza energetica e sul suo impatto sui lavoratori e sulle comunità. La partecipazione di Liseth al progetto è un’ulteriore testimonianza del suo ritorno al punto di partenza non solo per abbracciare la sua città natale, ma ora per aiutarla attraverso la sua arte e il suo attivismo.

“È sbocciato in qualcosa in cui parlo della mia città, della mia realtà e di quello che sapevo”, dice Liseth. “Nemmeno solo io. C’era un’intera comunità là fuori e volevo celebrarla”.

Videla Liseth

Ragazzo: San Diego

Omar: 23

Fatto divertente: Quando Liseth si è avvicinata per la prima volta alla fotografia su pellicola, ha detto che spesso doveva rintracciare i PDF dei manuali di istruzioni scansionati per le fotocamere che stava usando. “Al giorno d’oggi, è abbastanza popolare che le persone possano scoprirlo guardando un video di TikTok”, afferma.

Combs è uno scrittore freelance.