Luglio 13, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Chi dovrebbe fare il vaccino antinfluenzale e perché? Il nostro analista medico spiega

Chi dovrebbe fare il vaccino antinfluenzale e perché?  Il nostro analista medico spiega



CNN

Benvenuti alla stagione influenzale quest’anno.

Quest’anno, il ceppo influenzale ha già iniziato a diffondersi negli Stati Uniti, secondo Nuovi dati dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. Ci sono stati almeno 880.000 casi di influenza, quasi 7.000 ricoverati in ospedale e, tragicamente, 360 decessi per influenza questo autunno, di cui uno nei bambini. Questo non accadeva dal 2009, durante il culmine della pandemia di influenza suina H1N1 Sono molti i casi di influenza molto precoci nella stagione.

Nonostante questi numeri, molte persone si chiedono se l’influenza sia davvero una malattia grave. Qual è il vantaggio del vaccino, soprattutto se alcune persone hanno ancora l’influenza nonostante siano vaccinate? Puoi prendere l’influenza dal vaccino? Se prendo il vaccino contro il Covid, ho ancora bisogno del vaccino antinfluenzale?

Per guidarci attraverso queste domande e altro, ho parlato con l’analista medico della CNN, la dottoressa Leana Wen, un medico di emergenza, esperta di salute pubblica e professoressa di politica e gestione della salute presso il Milken Institute of Public Health della George Washington University. Lei è anche un’autrice “Lifeline: viaggio di un dottore nella lotta per la salute pubblica”.

CNN: L’influenza è pericolosa? Quali sintomi sperimentano le persone?

Dott.ssa Lina Wen: Certamente può essere pericoloso. Il CDC Stime Quell’influenza ha causato tra 9 milioni e 41 milioni di malattie, da 140.000 a 710.000 ricoveri e da 12.000 a 52.000 morti all’anno negli Stati Uniti tra il 2010 e il 2020.

sintomi influenzali Questi includono febbre, dolori muscolari, mal di testa, affaticamento, tosse e naso che cola. Molte persone guariscono entro diversi giorni, ma alcune possono rimanere malate per 10 giorni o 2 settimane dopo la comparsa dei sintomi. Alcuni svilupperanno complicazioni, tra cui infezioni del seno e dell’orecchio, polmonite ed encefalite. L’influenza può anche peggiorare le condizioni mediche di base: ad esempio, le persone con malattie polmonari e cardiache croniche possono vedere che le loro condizioni sono peggiorate dall’influenza.

Anche le persone generalmente sane possono ammalarsi gravemente a causa dell’influenza. Tuttavia, coloro che sono particolarmente a rischio di esiti gravi sono quelli di età pari o superiore a 65 anni, i bambini di età inferiore ai due anni, le donne in gravidanza e le persone con condizioni mediche di base.

READ  Le fotografie di Magellan hanno rivelato l'attività vulcanica su Venere

CNN: Qual è lo scopo del vaccino, soprattutto se alcune persone possono contrarre l’influenza nonostante siano vaccinate?

Ven: Il vaccino antinfluenzale fa due cose. In primo luogo e soprattutto, riduce le possibilità di sviluppare malattie gravi – ospedalizzazione o morte. In secondo luogo, può anche ridurre la probabilità che tu possa mai avere l’influenza.

In un certo senso, questo non è molto diverso dal vaccino contro il Covid-19. Il motivo più importante per vaccinarsi sia contro l’influenza che contro il coronavirus è prevenire malattie gravi. Nuovi dati sono stati rilasciati in L’ultimo rapporto su morbilità e mortalità dei Centers for Disease Control and Prevention Appare il vaccino antinfluenzale di quest’anno Riduce il rischio di ricovero di circa il 50%. Uno studio del 2018 ha rilevato che le persone vaccinate contro l’influenza avevano il 59% di probabilità in meno di essere ricoverate in un’unità di terapia intensiva con l’influenza rispetto a quelle che non erano state vaccinate.

L’efficacia del vaccino può variare a seconda di quanto bene il vaccino si abbina ai ceppi influenzali circolanti. Il cita CDC L’efficacia del vaccino contro le “malattie sotto controllo medico” varia dal 23% al 61% a seconda dell’anno e della corrispondenza tra vaccino e ceppo. È vero, quindi, che puoi fare il vaccino antinfluenzale mentre hai ancora l’influenza. Ma il vaccino riduce le tue possibilità e, cosa più importante, riduce le possibilità di ammalarti gravemente.

Un’altra cosa da considerare è che ci sono molte altre cose Virus che possono causare sintomi simil-influenzali. Il vaccino antinfluenzale aiuta a proteggere dalle infezioni virali causate dall’influenza, ma ci sono molte altre cause di sindromi virali, inclusi adenovirus, rinovirus, parainfluenza e altri. Anche questi altri virus si diffondono facilmente e non ci sono vaccini contro di loro. Sento spesso i pazienti dire di aver preso l’influenza lo stesso anno in cui hanno fatto il vaccino antinfluenzale, ed è per questo che non vogliono vaccinarsi di nuovo. Ma quando chiedo loro se gli è già stata diagnosticata l’influenza o se hanno sintomi simil-influenzali, diranno quest’ultimo.

READ  5,3 milioni di polli uccisi in Iowa a causa dell'epidemia di influenza aviaria

CNN: Anche i bambini e le donne incinte dovrebbero fare il vaccino antinfluenzale?

Ven: decisamente. Questi gruppi sono particolarmente vulnerabili a esiti gravi, quindi è molto importante che ricevano un vaccino antinfluenzale.

uno studio Ha scoperto che il vaccino antinfluenzale riduce del 75% il rischio di un’influenza grave e pericolosa per la vita nei bambini. altro Ha scoperto che ha ridotto della metà le visite al pronto soccorso pediatriche legate all’influenza.

Risultati simili sono stati trovati nelle persone in gravidanza. Non è limitato a Il vaccino antinfluenzale protegge le donne in gravidanzaSe il vaccino viene somministrato durante la gravidanza, aiuta anche a proteggere il bambino dall’influenza nei primi mesi di vita. Questo è importante, perché il vaccino antinfluenzale non è disponibile per i bambini fino a 6 mesi o più.

CNN: Puoi prendere l’influenza dal vaccino?

Ven: Il numero per il vaccino antinfluenzale è vaccino inattivatoCiò significa che non contiene virus vivi e quindi non può causare influenza. È anche un vaccino ben tollerato e l’effetto collaterale più comune è il disagio nel sito di iniezione che scompare dopo un giorno.

CNN: Se prendi il vaccino contro il Covid-19, hai ancora bisogno del vaccino antinfluenzale?

Ven: sì. Vaccini diversi prendono di mira virus diversi. Il vaccino contro il Covid aiuta a proteggere dal Covid, ma non previene l’influenza e viceversa. Puoi ricevere il vaccino Covid (o un booster bivalente) contemporaneamente riceve il vaccino antinfluenzale, solo in un sito di iniezione diverso.

CNN: Alcune persone aspettano fino alla fine della stagione influenzale per farsi vaccinare. E ‘questa una buona idea?

Ven: A questo punto no, perché ormai è chiaro che questa stagione influenzale inizia prima del solito. I casi sono già alti e ci vogliono circa due settimane per raggiungere una protezione immunitaria ottimale dopo la vaccinazione. Incoraggerei le persone che non hanno ancora ricevuto un vaccino antinfluenzale a farlo ora.

READ  I bombi imparano a risolvere enigmi osservando le altre api

CNN: Cosa dovrebbe sapere la gente sui trattamenti antinfluenzali?

Ven: La maggior parte dei casi di influenza può essere trattata sintomaticamente, il che significa che i pazienti riposano, si idratano e si curano per i sintomi che compaiono, come farmaci antifebbrili come paracetamolo o ibuprofene. C’è anche Trattamenti antivirali A disposizione. Questi sono davvero importanti per le persone ad alto rischio di sviluppare gravi complicazioni influenzali e/o molto malate. Prima inizi questi trattamenti, meglio è. Un farmaco orale, l’oseltamivir (Tamiflu), può essere somministrato anche a pazienti che non sono ad alto rischio, entro 48 ore dall’inizio della malattia.

Incoraggerei tutti a fare un piano per l’influenza, allo stesso modo in cui dovrebbero avere un piano per il Covid. Chieda in anticipo al medico se deve ricevere Tamiflu o qualsiasi altro trattamento antivirale. Scopri come fare il test e dove accedere al trattamento, anche fuori orario e nei fine settimana.

CNN: Come possono le persone prevenire l’influenza?

Ven: L’influenza si trasmette principalmente attraverso le goccioline Se una persona infetta tossisce o starnutisce, queste goccioline possono atterrare su un’altra persona nelle vicinanze. È anche possibile che le goccioline atterrino su una superficie da cui una persona è stata infettata dopo averla toccata e poi aver toccato il naso, la bocca o gli occhi.

Possiamo aiutare a ridurre la trasmissione dell’influenza stando lontani dagli altri mentre i sintomi sono presenti. Dovremmo tutti tossire o starnutire nel gomito o in un fazzoletto e lavarci spesso le mani, anche dopo aver toccato superfici ad alto contatto. Gli individui particolarmente inclini a esiti gravi dovrebbero considerare di indossare una maschera per ridurre le possibilità di contrarre malattie virali come l’influenza. E ovviamente vaccinato!