Maggio 19, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Cabrini (2024) recensione e sinossi del film

Cabrini (2024) recensione e sinossi del film

Quanto ha ragione riguardo a questa ripresa impressionante (ma molto lunga). Grande donna Film biografico, diretto da Alejandro Monteverde e scritto da Rod Barr. In effetti, l’intero film sembra una testimonianza di quei poteri unici della femminilità: quando una donna viene costantemente rifiutata a causa del suo genere, indebolita e rifiutata, fa crescere qualche muscolo fisico ed emotivo in più lontano dagli occhi indiscreti degli uomini. È questa forza d'animo che mette in moto Cabrini nel 1889 e la porta a New York con un gruppo di suore, tutte nominate da Papa Leone XIII (Giancarlo Giannini) in missione per sostenere le stremate comunità di immigrati italiani della città. All’epoca, New York City – a soli due decenni dall’era delle “Gangs of New York” – era spietatamente ostile nei confronti degli italiani, ci dicono i documenti di apertura. L’ambiente era prevedibilmente ostile nei confronti delle donne. Bambini indifesi stavano morendo in una città che rifiutava di prendersi cura dei suoi più vulnerabili. Così, sfidando le probabilità (e ignorando la sua salute cagionevole), Francesca si stabilisce uno alla volta nei bassifondi del quartiere Five Points di Lower Manhattan, e inizia a combattere una battaglia inizialmente persa contro tutte le forze che non la vogliono. paese: uomini, donne e bambini. .

Gran parte del film ruota attorno alle sue false partenze, che a loro volta offrono al pubblico molte opportunità di vedere il tipo di resistenza femminile di cui parla Cabrini nella scena sopra menzionata con il sindaco. Anche se occasionalmente è accoppiato con una varietà di sostenitori di Cabrini, come un gentile prete locale di nome Padre Morelli (Giampiero Giudica), un orfano precoce e una prostituta interpretata da Romana Maggiora Vergano, anche Cabrini non può sfuggire al sapore ricorrente dovuto a questa ascensione. E atterraggi infiniti, durante il periodo di funzionamento che richiede il serraggio.

READ  In che modo influisce su Spagna, Italia e le altre destinazioni turistiche più popolari del continente?

Tuttavia, insieme al direttore della fotografia Gorka Gunez Andreu, Monteverde merita la tua attenzione nel reparto immagini. Ci sono innumerevoli bellissime composizioni e splendide luci classiche tramite “Cabrini” che lancia frecce di luci e ombre attraverso le finestre dal pavimento al soffitto di New York, regalandoci quel tipo di mediocrità del grande schermo che occupava regolarmente gli schermi dei nostri teatri solo pochi decenni fa. . Al giorno d'oggi, film come “Cabrini” meritano elogi semplicemente per aver aderito a una sontuosa tavolozza cinematografica e, beh, per sembrare un film. Una scena in particolare, quando un gruppo di bambini canta il coro di “Va, pensiero” di Verdi al famoso cantante lirico italiano per chiedere un alto sostegno alla loro causa, suggerisce Quale Una specie di sapore del film del passato.