Maggio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Austria, Slovenia e Italia propongono una candidatura congiunta per le Olimpiadi invernali, sperando di sostituire il piano svizzero per l’edizione del 2038.

Austria, Slovenia e Italia propongono una candidatura congiunta per le Olimpiadi invernali, sperando di sostituire il piano svizzero per l’edizione del 2038.
Il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Federica (a destra) e il ministro degli Esteri sloveno Danja Fajon discutono le candidature congiunte per le Olimpiadi invernali in un incontro a Trieste (Fonte: X/@MZEZ_RS)

La scorsa settimana è stata lanciata una candidatura congiunta senza precedenti per le Olimpiadi invernali di tre nazioni tra Austria, Slovenia e Italia, ma tali piani potrebbero essere ostacolati da un nuovo cambiamento nel processo di candidatura del Comitato Olimpico Internazionale (CIO).

Il governatore regionale italiano Massimiliano Federica e il ministro degli Esteri sloveno Danja Fajon si sono incontrati venerdì scorso a Trieste, vicino al confine condiviso tra i due paesi, per un incontro di cooperazione congiunta. Hanno proposto di lavorare su un’offerta per ospitare le Olimpiadi invernali post-2034 con l’Austria, che confina a nord con i due paesi.

“Abbiamo concordato di lavorare in una joint venture tra Friuli Venezia Giulia, Austria e Slovenia per le Olimpiadi invernali del 2034”, ha detto Federica in una conferenza stampa al termine dell'incontro.

“Sono d'accordo con questa proposta”, ha detto l'agenzia di stampa Fajon ANSA.

“Una bella idea che Italia, Austria e Slovenia partecipino insieme”.

L'Italia sta attualmente organizzando i Giochi invernali del 2026 a Milano-Cortina, dopo aver già ospitato l'evento a Cortina d'Ampezzo nel 1956 e Torino nel 2006. L'Austria ospitò l'evento a Innsbruck nel 1964 e nel 1976, ma fallì in cinque gare dirette. Ancora giochi.

La Slovenia non ha mai ospitato i Giochi Olimpici.

Per il potenziale progetto sono state nominate le località di Tarvisio in Friuli, Villach e Klagenfurt in Austria, nonché Kranjska Gora e Planica in Slovenia.

Lo scorso novembre il CIO ha nominato i candidati preferiti per ospitare le Alpi francesi nel 2030 e Salt Lake City nel 2034. Sebbene tali piani non siano ancora ufficiali, dovrebbero essere scelti in una sessione di tutti i membri prima delle Olimpiadi di Parigi nel luglio 2024. 24.

READ  La popolazione italiana scende sotto i 59 milioni: lo rileva l'ISTAT

Il nuovo trio europeo punta al 2038, ma questi Giochi sono attualmente riservati alla Svizzera in trattative sulle prerogative esclusive, che danno al Paese fino alla fine del 2027 per soddisfare i requisiti di hosting stabiliti dal CIO. Solo se il tempo scade o le autorità svizzere si ritirano, il CIO discuterà la versione con altre regioni.

Nel frattempo, secondo le regole, il CIO può intrattenere Italia, Austria e Slovenia nel dialogo attuale per eventuali Giochi futuri che inizieranno nel 2042.

Le Olimpiadi invernali non si sono mai svolte in due o più paesi contemporaneamente, ma la situazione potrebbe cambiare nel 2026. L'Italia progetta di ricostruire la pista di scorrimento Eugenio Monti a Cortina d'Ampezzo. Comitato per considerare posizioni alternative al confine. Vicino a St. Moritz, Svizzera; Innsbruck, Austria e Germania sono potenziali piani per ospitare bob, slittino e skeleton. Anche Lake Placid negli Stati Uniti ha fatto un'offerta.