Luglio 25, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Anteprima All Blacks-Italia: cosa c’è in gioco nella prossima partita della Nuova Zelanda ai Mondiali di rugby 2023

Anteprima All Blacks-Italia: cosa c’è in gioco nella prossima partita della Nuova Zelanda ai Mondiali di rugby 2023

IL Coppa del mondo di rugby In pieno svolgimento e Tutti neriLa prossima partita contro l’Italia, sabato, sarà decisiva.

Dopo aver subito una sconfitta sorprendente contro i padroni di casa della Francia nella prima partita, questo incontro dopo una pausa di due settimane è al centro dell’attenzione. La vittoria sull’Italia è fondamentale affinché la squadra possa rafforzare la propria posizione nel Gruppo A.

Ma i tifosi degli All Blacks dovrebbero davvero preoccuparsi di questa partita? Analizziamolo.

La ripresa dell’Italia: dobbiamo temere gli Azzurri?

Il recente record dell’Italia rivela una squadra in ascesa. Sotto la guida dell’ex giocatore degli All Black Kieran Crawley, gli italiani hanno subito una trasformazione. La loro fisicità, disciplina, forza sulle palle inattive e pericolosità in difesa sono tutte migliorate, rendendoli una forza competitiva.

Dopo una serie di sconfitte, la squadra vanta ora una serie di quattro vittorie consecutive, la più lunga in quasi tre decenni. In particolare, hanno sconvolto gli ex giganti del rugby australiano a novembre, ponendo fine a 49 anni di dolore. Ma forse la vittoria sull’Australia non è stata niente di cui vantarsi ultimamente.

Tommaso Allan dell'Italia festeggia dopo che Montana Ioane ha segnato la terza meta della squadra durante la partita della Coppa del mondo di rugby Francia 2023 tra Italia e Uruguay.  Foto/Immagini Getty
Tommaso Allan dell’Italia festeggia dopo che Montana Ioane ha segnato la terza meta della squadra durante la partita della Coppa del mondo di rugby Francia 2023 tra Italia e Uruguay. Foto/Immagini Getty

All’inizio di quest’anno, hanno quasi messo a segno la sorpresa dell’anno, spaventando la Francia prima di perdere 29-17. L’Italia ha recuperato da un deficit di 19-6 e ha preso il primo vantaggio della partita sul 24-22 a meno di un quarto dalla fine. Sono passati 10 anni da quando l’Italia batteva la Francia o vinceva in casa, ma il pubblico enorme allo Stadio Olimpico non era l’unico ad essere nervoso.

Nell’ultima partita del girone contro l’Uruguay, l’Italia ha rimontato 10 punti di svantaggio nel primo tempo e ha battuto la squadra sudamericana 38-17.

L’Italia avrà fame di sconfiggere gli All Blacks questa settimana. Non hanno mai mancato un Mondiale, ma non sono mai stati eliminati nella fase a gironi. In ciascuno degli ultimi cinque tornei, l’Italia è arrivata terza nel proprio girone.

Analisi delle due formazioni: All Blacks-Azzurri

Confrontando le squadre, gli All Blacks sono sulla carta la squadra più forte. I neozelandesi hanno apportato grandi cambiamenti alla squadra che ha affrontato la Namibia, soprattutto nella difesa. Giocatori chiave come Aaron Smith, Richie Monga, Jordie Barrett e Will Jordan tornano alla formazione titolare. Sam Whitlock è stato nominato in panchina e se scenderà in campo, diventerà il giocatore con più presenze di sempre degli All Blacks.

READ  Netflix rilascia il trailer di 'I Hate Christmas', la prima serie natalizia italiana | intrattenimento

D’altra parte, l’allenatore italiano Kieran Crawley ha apportato alcune modifiche strategiche con l’aggiunta di giocatori di spicco come Dino Lamb e Luca Morisi. Tommaso Allan torna a terzino dopo essere partito dal numero cinque la scorsa settimana, mentre Paolo Garbisi si sposta da centrocampo alla top five. Allan non ha sbagliato un tiro in porta alla Coppa del mondo di rugby del 2023, calciando tutti e 13 i tentativi, e ha bisogno di altri cinque punti per superare Diego Domínguez come miglior marcatore italiano di tutti i tempi alla Coppa del mondo di rugby.

Nessun giocatore della squadra del giorno della partita ha segnato una meta contro gli All Blacks. L’ultimo giocatore azzurro a tagliare la linea di meta neozelandese è stato Tommaso Boni nel 2016.

Tutti neri

1. Ova Tongvasi, 2. Cody Taylor, 3. Nebo Lullala, 4. Brody Retallick, 5. Scott Barrett, 6. Shannon Frizell, 7. Dalton Papalii, 8. Ardi Savea (capitano), 9. Aaron Smith, 10. Richie Monga, 11. Mark Tilia, 12. Jordie Barrett, 13. Rico Ioane, 14. Will Jordan, 15. Beauden Barrett. Sostituzioni: 16. Dane Coles, 17. Tamiti Williams, 18. Tyrell Lomax, 19. Samuel Whitlock, 20. Sam Keane, 21. Cam Roegaard, 22. Damian McKenzie, 23. Anton Lienert-Brown.

Italia

1. Danilo Fischetti, 2. Giacomo Nicotera, 3. Marco Riccione, 4. Dino Agnello, 5. Federico Rosa, 6. Sebastian Negri, 7. Michele Lamaro (capitano), 8. Lorenzo Canone, 9. Stephen Varney, 10. Paolo Garbisi 11. Montana Ioani 12. Luca Morisi 13. Juan Ignacio Brix 14. Angie Capuzzo 15. Tommaso Allan. Sostituti: 16. Hami Faiva, 17. Ivan Niemer, 18. Simone Ferrari, 19. Nicolo Canone, 20. Manuel Zuliani, 21. Tua Halavehi, 22. Martin Paige Rilo, 23. Paolo Odugu.

READ  5 nuovi libri questa settimana

Chi è Kieran Crawley?

Crawley ha giocato per gli All Blacks quando hanno vinto la loro prima Coppa del mondo di rugby nel 1987 e ha trascorso gli ultimi 14 anni ad allenare all’estero, trasferendosi in Italia dopo essere stato capitano della nazionale canadese per sette anni. Ha giocato 19 prove delle sue 35 partite con gli All Blacks dal 1983 al 1991.

L’arrivo di Crowley in Italia due anni fa ha cambiato questo approccio riformando la mentalità conservatrice del paese per creare un’identità molto diversa.

È subentrato quando l’Italia era in declino, con 36 sconfitte nei test nel Sei Nazioni. Dopo ogni sconfitta le voci critiche aumentavano. L’Italia ha rotto la serie di terrore con la straordinaria vittoria sul Galles a Cardiff lo scorso anno. E hanno dimostrato che non è stato un colpo di fortuna, registrando la loro prima vittoria sui Wallabies lo scorso novembre, per poi segnare 49 punti su Samoa la settimana successiva.

L'allenatore della Nazionale italiana Kieran Crawley durante una sessione di allenamento.  Foto/Immagini Getty
L’allenatore della Nazionale italiana Kieran Crawley durante una sessione di allenamento. Foto/Immagini Getty

Attraverso l’innovazione e uno stile avventuroso basato sull’utilizzo di un centrocampo 2-4-2, muovendo i giocatori e mantenendo la palla in vita, insieme ai potenti attaccanti Lorenzo Canone e Michele Lamaro, l’Italia ha spinto Irlanda e Francia – quest’ultima sull’orlo del baratro – in questo Campionato Sei Nazioni di quest’anno. .

All’inizio di questa settimana, Crawley ha promesso al nostro scrittore di rugby Liam Napier un atteggiamento coraggioso e offensivo da parte della sua squadra mentre pianificano il loro colpo alla storia a Lione il prossimo fine settimana.

Come funziona il sistema a punti?

Dato il sistema a punti, entrambe le squadre comprendono i rischi. Una vittoria per gli All Blacks li spingerebbe avanti, guadagnando potenzialmente un punto extra cruciale. Intanto l’Italia punta non solo alla vittoria, ma anche ad accumulare punti per ottenere un vantaggio significativo. Lo scenario pone le basi per un incontro dinamico.

La Francia è attualmente in testa al Gruppo A con 13 punti, incluso un punto aggiuntivo, mentre l’Italia è al secondo posto con 10 punti, inclusi due punti aggiuntivi, e la Nuova Zelanda è al terzo posto con cinque punti.

READ  Guillermo del Toro Trailer "Pinocchio": Tilda Swinton interpreta la Fata Turchina

Nella Coppa del Mondo, vengono assegnati quattro punti per una vittoria, due punti per un pareggio, un bonus per la meta viene assegnato alle squadre che segnano quattro o più mete in una partita e un punto bonus per il perdente viene applicato alle squadre che perdono la partita per sette o meno punti.

Ecco come fare i punti:

  • Vincono gli All Blacks: quattro punti per un totale di nove.
  • Gli All Blacks vincono quattro o più mete: quattro punti più il bonus, per un totale di 10.
  • Gli All Blacks perdono per sette punti o meno: un punto, totale sei.
  • Vince l’Italia: quattro punti, 14 in totale.
  • L’Italia vince con quattro o più mete: quattro punti più bonus, totale 15.
  • L’Italia perde per sette punti o meno: 1 punto, 11 punti in totale.

Conclusione: paura o entusiasmo?

Anche se la sconfitta contro l’Italia non è affatto improbabile data la loro recente forma e determinazione, la probabilità di una vittoria pende in realtà fortemente a favore degli All Blacks.

Nonostante alcune incongruenze negli ultimi anni, gli All Blacks sono ancora una forza importante nel rugby. È probabile che lo scontro con l’Italia dimostri il loro dominio, assicurando una vittoria e un punto bonus tanto necessario.

ansia? Non reale. Gli All Blacks sono pronti per una vittoria clamorosa.

All Blacks-Italia: calcio d’inizio sabato alle 8.00

Segui la partita su nzherald.co.nz

Il commento dal vivo di Elliot Smith su Newstalk ZB, Gold Sport e iHeartRadio

Kit commenti sostitutivo: iHeartRadio e Radio Hauraki

Luke Kirkness è redattore sportivo online per il NZ Herald. In precedenza si è occupato di questioni relative ai consumatori per l’Herald ed è stato assistente direttore delle notizie presso la Bay of Plenty. Ha vinto il premio Studente Giornalista dell’anno 2019.