Maggio 17, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Adidas supera la rivale Puma per fornire la divisa da calcio italiana dal 2023

FILE PHOTO: Il logo Adidas appare durante le celebrazioni del 70° anniversario della fondazione del produttore tedesco di abbigliamento sportivo Adidas presso la sede dell’azienda a Herzogenaurach, in Germania, il 9 agosto 2019. REUTERS/Andreas Gebert

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

BERLINO (Reuters) – Il gruppo tedesco di abbigliamento sportivo Adidas (ADSGn.DE) ha stipulato un accordo di sponsorizzazione con la nazionale italiana di calcio per ospitare i campioni d’Europa il prossimo anno, sostituendo il rivale locale PUMG.DE, ha detto il gruppo tedesco di abbigliamento sportivo. Mercoledì.

Due fonti che hanno familiarità con la questione hanno affermato che il nuovo accordo quadriennale vale circa 35 milioni di euro (38,5 milioni di dollari) all’anno.

L’accordo con la FIGC copre le squadre maschili e femminili e anche le squadre di eSport. Adidas ha già fatto accordi di kit con squadre nazionali in paesi come Germania, Spagna e Argentina.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

La Federcalcio italiana e l’Adidas hanno rifiutato di commentare i dettagli del contratto.

Puma, il cui rapporto con gli italiani dura da quasi due decenni, presenterà le sue divise per la Coppa del Mondo in Qatar a novembre, supponendo che la squadra si qualificherà per la competizione.

Puma ha detto di non voler pagare più del dovuto per mantenere il contratto, che una fonte ha detto che valeva circa 20 milioni di euro all’anno per gli italiani.

“Le questioni finanziarie hanno reso le condizioni economiche precarie e quindi abbiamo deciso di non esercitare il nostro diritto alla partita”, ha detto Puma in una nota.

READ  La Infracorp del Bahrain prevede di vendere 800 milioni di dollari di sukuk verde perpetuo

(1 dollaro = 0,9083 euro)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Reporting di Emma Thomasson a Berlino, Alexander Hubner a Monaco e Elvira Paulina a Milano) Montaggio di Madeleine Chambers e Keith Weir

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.